I dodici peggiori alimenti per la gravidanza

Ecco quali alimenti dovresti accantonare al momento.

I primi otto di questa lista sono i peggiori alimenti per la gravidanza, quindi non sicuri. Gli ultimi quattro sono cibi che potresti voler limitare principalmente per ragioni nutrizionali, come snack ad alto contenuto di sodio e creme non lattiche.

Peggiori alimenti: frutti di mare ad alto contenuto di mercurio

Ecco i quattro da evitare: pesce spada, squalo, sgombro reale e pesce tegola. La U.S. Food and Drug Administration e l’Environmental Protection Agency consigliano alle donne incinte, a quelle che potrebbero rimanere incinte e a quelle che stanno allattando di astenersi completamente da questi pesci a causa dei loro alti livelli di mercurio. Il mercurio può compromettere lo sviluppo del cervello e del sistema nervoso del bambino.

Altri esperti sono più cauti, offrendo una lista più lunga di pesci da evitare. La FDA avverte che le donne incinte non dovrebbero mangiare più di 6 once a settimana di tonno in scatola “bianco solido” o tonno bianco a causa dei rischi di mercurio.

Tuttavia, ci sono molti tipi di frutti di mare con bassi livelli di mercurio che dovrebbero essere inclusi nella tua dieta in gravidanza. Gli acidi grassi nei frutti di mare (DHA e EPA, entrambe le forme di omega-3) giocano un ruolo chiave nello sviluppo del cervello del bambino.

Peggiori alimenti: latte e succhi non pastorizzati (crudi)

Anche se ci sono alcune persone che propagandano i benefici del latte crudo e dei succhi di frutta crudi, ci sono seri rischi per la salute nel bere questi durante la gravidanza. La preoccupazione principale è la listeriosi, un’infezione batterica che può essere molto pericolosa per il tuo bambino. Sei particolarmente a rischio durante la gravidanza perché il tuo sistema immunitario è soppresso.

Il batterio Listeria monocytogenes può annidarsi nel latte e nei latticini non pastorizzati, nel succo non pastorizzato e in altri alimenti, e può continuare a crescere anche in frigorifero. Ecco perché è meglio evitare completamente queste bevande.

Peggiori alimenti: carni e insalate refrigerate (a meno che non siano bollenti)

La contaminazione da listeria è una minaccia anche per i salumi refrigerati come tacchino, prosciutto, mortadella, roast beef e hot dog. Questi non sono sicuri a meno che non li riscaldiate a caldo (165 gradi Fahrenheit) prima di mangiarli.

Lo stesso vale per i frutti di mare affumicati refrigerati, la carne spalmata e le insalate come l’insalata di cavolo, l’insalata di patate, l’insalata di prosciutto e l’insalata di mare. A meno che non vi dispiaccia mangiarli fumanti, è meglio evitarli. (I frutti di mare affumicati, come il salmone e il coregone, vanno bene se sono in una casseruola o in una quiche che è stata cotta a 165 gradi F.)

Le carni e i frutti di mare in scatola sono sicuri da mangiare, ma questi prodotti contengono elevate quantità di sodio, quindi non sono la migliore scelta nutrizionale durante la gravidanza.

Peggiori alimenti: carne cruda o poco cotta, pollame, pesce, crostacei e uova

I rischi principali nel mangiare cibo crudo e poco cotto sono il batterio Salmonella e il parassita Toxoplasma, entrambi i quali possono infettare il tuo bambino non ancora nato e causare gravi problemi di salute.

Per eliminare il rischio, usa un termometro per alimenti e cuoci manzo, vitello, maiale e agnello a 145 gradi F. Assicurati che tutte le carni macinate raggiungano i 160 gradi F, e che il pollame raggiunga i 165 gradi F. Cuoci le uova finché i tuorli sono sodi, e assicurati che i piatti contenenti uova – come frittate, strate, quiche e pudding di pane – raggiungano i 160 gradi F.

Evitare le salse fatte con uova crude, che possono includere il condimento per insalata Caesar fatto in casa, le salse béarnaise e hollandaise, e la maionese. Se state preparando un cibo che richiede uova crude e che non sarà cotto, come una salsa o una crema, usate un prodotto a base di uova pastorizzate. E se stai preparando l’impasto dei biscotti o delle torte con uova crude, resisti all’impulso di leccare il cucchiaio o di mangiare i prodotti non cotti.

Quando cenate fuori, ordinate la carne ben cotta, le uova e i frutti di mare completamente cotti, ed evitate le salse e i condimenti elencati sopra.

Peggiori alimenti: germogli crudi e prodotti crudi non lavati

I germogli crudi sembrano un “fare” per la salute, ma durante la gravidanza sono decisamente un “non fare”. Prima ancora che i germogli siano cresciuti, i batteri possono entrare nei semi dei germogli attraverso le crepe nel guscio. E poiché i germogli in genere non vengono cotti prima di essere mangiati, non c’è modo di uccidere i batteri. Quindi evitate i germogli crudi di erba medica, trifoglio, ravanello e fagioli mung, che si possono trovare in alcuni panini e insalate.

Il Toxoplasma è anche una preoccupazione in frutta e verdura non lavata. Assicurati di sciacquare bene i prodotti sotto l’acqua corrente prima di usarli. Ed evitate di mangiare frutta o verdura ammaccata, perché i batteri possono prosperare nelle aree in cui i prodotti sono stati danneggiati.

Peggiori alimenti: formaggio non pastorizzato

Come il latte crudo, il formaggio morbido non pastorizzato comporta il rischio di contaminazione da Listeria. Quasi tutti i formaggi venduti – compresi quelli a pasta molle – sono fatti con latte pastorizzato e sono quindi considerati sicuri da mangiare.

Ma alcuni formaggi artigianali o importati potrebbero non essere pastorizzati, quindi controllate l’etichetta di feta, Brie, Camembert, mozzarella fresca, formaggio blu come il gorgonzola, Limburger, queso blanco e queso fresco.

Finché l’etichetta dice che il formaggio è pastorizzato, è sicuro da mangiare. Nei ristoranti, chiedete se i formaggi elencati sono pastorizzati. Se non lo sanno, è intelligente saltarlo.

Peggiori alimenti: bevande energetiche e caffè eccessivo

Fino a 200 milligrammi al giorno di caffeina sono considerati sicuri durante la gravidanza. Questo equivale a circa 12 once di caffè, che sembra molto fino a quando si considera il consumo durante il giorno. Lo stimolante può annidarsi in molte altre bevande e in alcuni alimenti, spingendoti oltre il massimo. Per una guida, vedi una lista di quanta caffeina c’è in cibi e bevande comuni.

Salta le bevande energetiche durante la gravidanza. Mentre alcune contengono complessivamente meno caffeina di una tazza di caffè, sono state collegate ad un aumento della pressione sanguigna e a ritmi cardiaci anormali.

Ed evitate le bevande con stimolanti energetici “naturali” come guaranà, ginseng, yerba mate ed estratto di tè verde, tutti stimolanti che non sono stati dimostrati sicuri da usare durante la gravidanza.

peggiori alimenti per la gravidanza

Peggiori alimenti: papaya acerba

La papaia acerba (verde) contiene una sostanza di lattice che può scatenare contrazioni uterine. Il lattice che si trova nella papaia acerba agisce come gli ormoni ossitocina e prostaglandina, che sono coinvolti nell’inizio del travaglio. Quindi è saggio evitare la papaya acerba, che si trova spesso nei menu dei ristoranti thailandesi.

Cibi con grassi trans

Anche se i pericoli per la salute dei grassi trans sono noti dai primi anni ’90, non sono stati segnalati sulle etichette nutrizionali fino al 2006. Molti consumatori pensano che non vengano più usati, ma alcuni prodotti includono ancora questo grasso malsano.

Il grasso trans è una preoccupazione perché non solo aumenta il colesterolo LDL, ma abbassa anche i livelli di colesterolo HDL, che protegge il cuore. E gli studi hanno collegato i grassi trans a tassi più alti di endometriosi e infertilità.

Quindi quali prodotti possono ancora contenere grassi trans?

Cibi fritti: mentre la maggior parte delle catene di fast food sono passate a oli non idrogenati, alcune usano ancora oli parzialmente idrogenati (e che producono grassi trans) per friggere cibi come gli hash browns, i bastoncini di mozzarella e le patatine fritte. Anche se puoi sempre chiedere che tipo di olio usa il tuo ristorante locale, è comunque intelligente limitare l’assunzione di cibi fritti altamente calorici (e spesso ricchi di sodio).

Margarina, glassa e creme non lattiche: Diverse aziende hanno eliminato i grassi trans dalle loro creme morbide, ma alcune li includono, quindi controlla i dati nutrizionali. Inoltre, poiché le aziende tecnicamente non hanno bisogno di elencare i grassi trans se il prodotto contiene meno di 1 g per porzione, è possibile che la tua crema o margarina ne contenga ancora qualcuno anche se non è elencato. Assicuratevi di controllare la lista degli ingredienti per gli oli “parzialmente idrogenati”.

Miscele per biscotti e pancake: Le aziende lo includono per dare al prodotto una consistenza leggera e soffice. Di nuovo, assicuratevi di controllare i fatti nutrizionali per assicurarvi di vedere un grande zero grasso elencato per i grassi trans, e controllate la lista degli ingredienti per gli oli “parzialmente idrogenati”.

Cibi con zuccheri subdoli

Biscotti, torte, caramelle e gelati hanno ovviamente un sacco di zucchero, ma la roba dolce può anche annidarsi in alcuni posti improbabili. Non solo lo zucchero aggiunto contribuisce alle epidemie di obesità e diabete, ma non fornisce alcun beneficio nutrizionale. E se sei predisposta al diabete gestazionale (che è in aumento), il tuo corpo potrebbe non essere in grado di produrre abbastanza insulina per gestire tutto lo zucchero extra nel tuo sangue.

Gli americani consumano un enorme 22 cucchiaini da tè (o 88 grammi) di zucchero aggiunto ogni giorno. Non stiamo parlando degli zuccheri naturali presenti nella frutta e nei latticini, ma degli zuccheri e degli sciroppi che vengono aggiunti ai prodotti alimentari per renderli più gustosi.

Ecco dove potrebbe nascondersi lo zucchero aggiunto:

Pane e panini: Cercate la melassa, lo sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio e altri dolcificanti in questi prodotti da forno. Mentre i grammi totali di zucchero non sono probabilmente più di 5 g, non preferiresti spendere i tuoi zuccheri in qualcosa come una coppa di gelato?

Pasti surgelati: Pizze surgelate, pasti dietetici e soprattutto pasti pronti di ispirazione asiatica possono contenere fino a 20 g di zucchero per porzione. Se un pasto ha più di 10 g di zucchero per porzione, saltalo.

Condimenti per l’insalata: Non c’è niente di male nel condire la tua insalata per renderla più gustosa, ma guarda bene cosa stai versando sulla tua sana verdura. Alcuni condimenti in bottiglia contengono 8 g di zucchero per 2 cucchiai. Le varietà senza grassi possono essere le peggiori perché sostituiscono il grasso con zucchero o sciroppo di mais per rendere il condimento più gustoso.

Spuntini (cracker, popcorn, snack bar, ecc.): Anche i prodotti che non hanno un sapore particolarmente dolce possono essere pieni di zucchero. Le barrette ai cereali possono essere i maggiori colpevoli, specialmente se hanno un ripieno simile alla marmellata. E i cracker Graham possono contenere un grammo di zucchero per cracker.

Cereali: sai che dovresti evitare i cereali glassati per bambini e simili, ma anche alcuni cereali integrali per adulti contengono da 14 a 16 g di zucchero per porzione, che è circa la metà di quello che dovresti assumere in un giorno! Guarda sempre la lista degli ingredienti e se il primo ingrediente elencato è lo zucchero, rimetti la scatola sullo scaffale.

Soda e bevande zuccherate

Non è solo la caffeina che mette la cola e altre bibite sulla lista dei no-no per la gravidanza, è anche l’alto livello di zucchero lavorato in ogni lattina. Una lattina di cola da 12 once contiene 27 g di zucchero aggiunto. Sono quasi 7 cucchiaini da tè. E altre bevande in bottiglia non sono molto meglio. Tè freddo zuccherato, bevande a base di succo, limonata – hanno tutti tra i 20 e i 35 g di zucchero per bottiglia, e non forniscono molti vantaggi nutrizionali.

Quindi dissetatevi con acqua, latte e succo di frutta o verdura puro (al 100%). E se l’acqua sta diventando noiosa, fai la tua acqua “spa” aggiungendo qualche rametto di rosmarino (lavato) e qualche fetta di cetriolo e limone a una brocca d’acqua – molto rinfrescante!

Cibi ad alto contenuto di sodio

Mentre spesso desideriamo cibi salati quando siamo in attesa (specialmente durante il primo trimestre), il sodio non è amico delle donne incinte. La gravidanza ti rende già incline al gonfiore e alla ritenzione idrica, e troppo sodio non fa che peggiorare queste condizioni. Oltre ad evitare cibi elaborati e fast food, fai attenzione a questi colpevoli di sodio e mantieni il sodio a 2.300 mg al giorno.

Pasti congelati: Il sale è un conservante naturale, quindi questi pasti sono di solito pieni di sodio. Alcuni di essi raggiungono quasi 1.000 mg – accidenti! Ci sono sicuramente opzioni più sane là fuori in questi giorni, quindi assicuratevi di scansionare la confezione e cercare pasti con meno di 500 mg di sodio.

Pranzi e spuntini da scaffale: Solitamente composti da cracker, carne lavorata, formaggio e una tazza di frutta, questi prodotti sono carichi di sodio (oltre 800 mg), nitrati e zucchero. È molto meglio portare i propri snack o panini quando si è al lavoro o in viaggio.

Zuppa: La zuppa in scatola è un noto colpevole, spesso contiene 900 mg di sodio per porzione (anche di più per lattina). Ma fai attenzione anche alle zuppe delle catene di ristoranti nazionali, che possono contenerne altrettanto. E gli spaghetti ramen confezionati hanno tonnellate di sale e grassi.

Pane e panini: Il pane di solito non ha un sapore salato, ma il sale è quasi sempre aggiunto per dare sapore. Un panino può avere più di 400 mg di sodio, e i panini al formaggio possono averne più di 800 mg.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Cibi e bevande da evitare durante la gravidanza

Otto cose che i nutrizionisti vorrebbero che tu facessi durante la gravidanza

Leggi anche
  • zinco durante la gravidanzaZinco durante la gravidanza: cosa sapere

    Tutti i dettagli per integrare lo zinco nella tua dieta.

  • Yogurt adatti ai neonatiYogurt adatti ai neonati: quali sono e come scegliere i migliori

    In base a cosa scegliere gli yogurt per i neonati e a cosa evitare di questo alimento.

  • Yoga prenataleYoga prenatale: cos’è e a cosa serve

    Un dolce e rilassante modo per avere innumerevoli benefici.

  • Loading...
  • yoga 1Yoga o meditazione zen in gravidanza

    Praticare Yoga in gravidanza può essere di grande aiuto per i periodi che precedono il parto. Scopriamo insieme tutti i benefici.

  • yoga in gravidanzaYoga in gravidanza: i migliori esercizi per mamme e bambino

    Lo yoga è una disciplina orientale che apporta benefici anche in gravidanza. Conosciamolo meglio anche attraverso alcuni libri.

Contents.media