Notizie.it logo

Helping Hands for Hurting Hearts

Helping Hands for Hurting Hearts

Credo che ogni bambino dovrebbe essere al sicuro a scuola. Credevo che i miei figli sarebbero stati sempre al sicuro a scuola. Così, quando il mio figlio maggiore è stato più volte vittima di bullismo, sono andato a scuola per chiedere aiuto, ma in un posto, come la scuola, in cui pensavo che mio figlio sarebbe stato al sicuro, nessuno ha fatto niente per aiutarlo.

In quel periodo mi sentivo sola, spaventata, e impotente. Perché ero così emotivamente coinvolta con mio figlio, sapevo che mi sarei fermato davanti a nulla per assicurarsi che fosse al sicuro. Quando ho cominciato a vedere che i miei sforzi sono stati vani, mi sono arresa. Alla fine, mio marito ed io abbiamo deciso che abbiamo bisogno di lasciare la scuola pubblica e ci siamo rivolti a una scuola privata.

In questo ambiente, mio figlio è cambiato. Nessun luogo è perfetto, ma si sente al sicuro e non piange ogni sera prima di dormire.

Il mio blog, Helping Hands per Hurting Hearts, è un luogo per affrontare il bullismo con i genitori. Io voglio che sia incoraggiante, ma anche un invito all’azione. I genitori devono essere forti, e oserei anche dire esigenti, quando si tratta di sicurezza emotiva e sociale del proprio figlio. Dobbiamo spingere di modi migliori per aiutare a prevenire il bullismo e aiutare i bambini a potenziare la lotta contro il bullismo. Dobbiamo anche capire che i genitori sono colpiti quando i loro figli sono vittime di bullismo e dobbiamo sostenerci a vicenda. Spero che questo non sarà solo un invito all’azione per i genitori con i bambini che sono vittima di bullismo, ma per tutti i genitori.

Anche se il bambino non è un obiettivo. è probabile che abbia visto episodi di bullismo ad altri e per questo bisogna intervenire.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche