Notizie.it logo

gruppi e piramide per una buona alimentazione bimbi

piramide alimentare per bambini

Una sana e corretta alimentazione fa bene a tutti e in modo particolare ai bambini che, se educati fin da piccoli a nutrirsi in modo completo e corretto, useranno questa loro base alimentare nella vita.

La piramide alimentare e i gruppi di alimenti in essa incorporati vuole essere un modello da seguire nell’alimentazione dei bambini e non solo per introdurli a mangiare sano e prevenire, se possibile, disturbi legati proprio a cibo.

Alla base della piramide vi sono i cibi che dovrebbero essere consumati più frequentemente in quanto sono alimenti importanti per la salute e il benessere del corpo. Qui si trovano:

frutta e verdura ricchi di acqua, fibra, sali minerali, antiossidanti e vitamine A e C. Il consumo indicato di frutta e verdura è di 5 porzioni al giorno;

seguono i cereali (pasta, pane, riso, patate) ricchi di carboidrati, fibre e proteine il cui consumo indicato è di 4-6 porzioni al giorno;

come condimento di questi alimenti “base” ci sono gli oli vegetali (extravergine, olio di mais e girasole);

infine, latte o yogurt semi-scremati ricchi di calcio da consumarsi 2 volte al giorno.

Al centro della piramide ci sono gli alimenti da consumare con frequenza minore rispetto agli alimenti “base”, ovvero nell’arco della settimana:

carne, pesce, formaggi, uova, insaccati e legumi ricchi di proteine e proprietà specifiche a seconda dell’alimento (ferro e vitamine B la carne, omega 3 nel pesce, calcio, grassi saturi e colesterolo il formaggio, carboidrati, grassi animali e colesterolo uova e insaccati, fibre e calcio i legumi).

Questi cibi andrebbero tutti consumati tre volte la settimana, tranne uova e insaccati per cui è sufficiente una sola porzione a settimana.

In cima alla piramide ci sono, invece, gli alimenti da consumare con moderazione, in modo occasionale:

dolci, patatine, bevande zuccherate e alcoliche, zucchero e sale.

È naturale che bambini con allergie o intolleranze alimentari seguiranno una dieta propria, in base alle indicazioni del pediatra.

Inoltre, è chiaro e valido per tutti che gli alimenti indicati nella piramide devono essere somministrati ai bambini in modo intelligente, secondo le esigenze specifiche di età, peso, crescita. Ad esempio nei primi mesi di vita la maggioranza degli alimenti indicati nella piramide alimentare non sono somministrati e i piccolini consumano esclusivamente latte (materno o modificato che sia), dai sei mesi si introdurranno gli alimenti consigliati durante il divezzamento, mentre dai 4 anni in su la piramide alimentare può essere seguita così come presentata, sempre usando il buonsenso e seguendo le inclinazioni e preferenze proprie di ognuno.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche