Giochi per bambini: cappelli di carta

Il vostro bambino sarà affascinato dal modo in cui le vostre creazioni cambieranno il suo aspetto.

Non c’è bisogno di essere un maestro di origami per realizzare dei cappelli di carta. È incredibilmente facile: il vostro bambino sarà affascinato dal modo in cui le vostre creazioni cambieranno il suo aspetto.

Adatto all’età: 18 mesi (ma anche i bambini più grandi e più piccoli potrebbero divertirsi!)

Abilità sviluppate: immaginazione.

Procedimento

Cosa serve: carta di giornale o altri grandi pezzi di carta, nastro adesivo.

Il tipo più semplice di cappello di carta da fare è un cappello da mago. Basta arrotolare la carta in un cono e fissare le estremità con il nastro adesivo. Ta-dah! Voi e il vostro bambino siete pronti a lanciare dei gloriosi incantesimi.

Per qualcosa di leggermente più sofisticato, prendete un pezzo di giornale e piegatelo a metà.

Stendetelo con il lato piegato più lontano da voi. Successivamente, piegate i due angoli superiori verso il basso in modo che si tocchino al centro della pagina. Avrete un pezzo di carta con un triangolo in alto e una lunga sezione rettangolare in basso.

Ci sono due strati di carta che compongono il rettangolo. Prendete lo strato superiore del rettangolo e piegatelo fino alla base del triangolo, poi di nuovo in alto.

Girate il cappello e fate la stessa cosa con lo strato inferiore.

Create dei cappelli di carta sia per il vostro bambino che per voi, e divertitevi insieme a provarli (e toglierli) davanti a uno specchio. In alternativa, esistono altri modi super-divertenti per giocare con il vostro bambino.

cappelli di carta bambino

Gloop

Versate una tazza o due di amido di mais nella ciotola, e aggiungete gradualmente l’acqua fino ad avere una miscela grumosa. Lasciate che il bambino tenga uno dei cucchiai e vi aiuti a “mescolare” mentre procedete. Aggiungete qualche goccia di colorante alimentare, se lo state usando, e mescolate ancora.

Ora rimboccate le maniche del bambino e fategli immergere le mani nella ciotola. Raccogliete voi stessi un po’ della poltiglia e spremetela. Notate che mentre applicate la pressione, sembra un solido. Rilassate la vostra mano e la poltiglia tornerà a scorrere nella ciotola come un liquido.

Parlate al vostro bambino di quello che può sentire mentre voi due schiacciate e schiacciate il guanto. Per esempio, potete dire: “Quando lo schiacciamo sembra solido, ma quando smettiamo di spremerlo diventa di nuovo morbido. Non è divertente?”. Infine, assicuratevi che ci sia abbastanza colla per entrambi – crea un po’ di dipendenza. Queste sono splendide attività da fare insieme e possono contribuire a uno sviluppo sano.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Giochi per bambini: divertimento con i contenitori della cucina

Come creare un parco giochi a casa

Leggi anche
  • ZainoZaino scuola per bambini: modelli e marche migliori

    Le vacanze estive stanno finendo ed è tempo di pensare al rietro a scuola; Zaino scuola per bambini: modelli e marche migliori.

  • zaini scuolaZaini scuola: quale scegliere per i propri figli

    La scelta degli zaini scuola per i figli è fondamentale per affrontare l’anno scolastico in arrivo. Sicuramente alla moda, ma comodi e di qualità.

  • Loading...
  • zaini per bambiniZaini per bambini: il meglio per la scuola

    Gli zaini per bambini per il ritorno tra i banchi sono in vario tipo, con fantasie e stili diversi: dai personaggi Disney ai super eroi sino a Batman.

  • zaino elementare bambina 2Zaini elementari bimba: le tendenze del momento

    Con l’inizio delle scuole elementari è importante scegliere,per la propria bambina, uno zaino comodo e capiente ma al passo con le tendenze del momento.

  • zaini elementari bambinoZaini elementari bambino: quale acquistare

    Lo zaino è l’accessorio fondamentale per la scuola elementare: in esso verranno riposti tutti gli oggetti necessari per affrontare la quotidianità scolastica. Quali caratteristiche deve avere uno zaino adatto ad un bambino? Di seguito i modelli migliori.

Contents.media