Gestire il congedo di maternità: tutto ciò che c’è da sapere

Il congedo di maternità non è affatto una vacanza a lungo termine. Scopri perché è così importante e quando dovresti chiederlo.

Saper gestire il congedo di maternità è particolarmente importante. Questa guida ti aiuterà a organizzarti e a capire cosa fare durante questo periodo.

Prima del congedo di maternità

Per legge, il Family and Medical Leave Act (FMLA) garantisce a tutti i dipendenti idonei fino a 12 settimane di congedo non retribuito a tutela del lavoro.

Se non sai che tipo di congedo di maternità offre la tua azienda – e non tutte sono obbligate a farlo – è bene che ti informi sui benefici per i dipendenti. Contatta l’ufficio risorse umane per qualsiasi cosa non ti sia chiara o che non sia esplicitamente scritta nel regolamento sul congedo. Se vuoi prendere più tempo di quello che la tua azienda ti concede per il congedo di maternità, parla con l’ufficio risorse umane di come puoi utilizzare al meglio la pto, le ferie e i permessi per malattia per mettere insieme un periodo più lungo con il tuo nuovo arrivato.

Prima di arrivare troppo avanti con la gravidanza, dovrai sederti con il tuo supervisore. Fagli sapere che stai formulando un piano per il congedo di maternità e che vorresti avere il suo contributo e la sua approvazione.

Durante il congedo di maternità

Nonostante ciò che gli altri potrebbero pensare, il congedo di maternità non è affatto una vacanza a lungo termine. Diventare mamma è un processo di trasformazione che continua anche dopo aver lasciato la sala parto.

Sei cambiata fisicamente ed emotivamente e il tuo corpo si sta riprendendo dalla spettacolare impresa di nutrire e far nascere un bambino. Oltre ad avere bisogno di un cuscino su cui sederti o di un flacone per fare pipì, sarai costantemente ai comandi di un piccolo essere umano molto bisognoso, a volte esigente.

Il tuo obiettivo per le prossime settimane è semplice: prendersi cura del neonato e prendersi cura di sé stessi. Tutto qui. Se alla fine della giornata riesci a spuntare una crocetta accanto a queste due cose, allora hai fatto centro. Perché, che ci creda o no, ci saranno momenti in cui anche solo portare a termine questi compiti di base sembrerà scoraggiante.

congedo di maternità cosa sapere

Il ritorno al lavoro

Quando il tuo congedo di maternità volge al termine, dovrai iniziare a pensare al ritorno al lavoro e a come sarà per la tua famiglia. Iscriverai il tuo piccolo all’asilo nido? Passerai a un orario di lavoro diverso (come un part-time o un orario a distanza) o sposterai l’orario di inizio e fine del tuo lavoro per adattarlo all’accompagnamento e al ritiro? Prenderai in considerazione altre opzioni di assistenza all’infanzia, come accogliere una tata o una babysitter regolare in casa? Qualunque sia il futuro della tua nidiata, un po’ di preparazione potrebbe rendere più agevole la transizione e, auspicabilmente, migliorare l’equilibrio tra lavoro e vita privata.

Quando sei alle ultime due settimane, informati con il tuo capo sul tuo ritorno. Puoi anche esercitarti a eseguire la tua routine: considerala come una prova generale per il grande giorno. Svegliati e preparati come se dovessi andare in ufficio. Potresti anche decidere di andare a casa della nonna o in un asilo nido. Tutto questo ti permetterà di capire cosa ti aspetta etvi aiuterà a regolarti di conseguenza quando ti accorgerai che il traffico mattutino sul tuo nuovo tragitto è più intenso del previsto.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come perdere peso dopo la gravidanza: preziosi consigli

La dieta più gustosa in gravidanza: idee deliziose

Leggi anche
  • corso cannabinologiaUniversità: è nato un corso di laurea in Cannabinologia anche in Italia

    Sono ormai molti anni che la cannabis è tornata al centro dell’attenzione dell’opinione pubblica e dei governi di tutto il mondo e ora si studia all’Università.

  • lavoro onlineUn’opportunità di lavoro online sempre più in voga

    Molte madri desiderano arrotondare il proprio stipendio oppure generare delle entrate secondarie. Il Web viene in soccorso di chiunque abbia voglia di provare un business nuovo e in continua crescita, ovvero la vendita di intimo usato.

  • Loading...
  • Tornare al lavoro dopo il partoTornare al lavoro dopo il parto: cosa aspettarsi davvero?

    Il rientro dal congedo di maternità è un grande adattamento. Ecco come prepararsi al meglio…

  • Tirare il latteTirare il latte è un’espressione d’amore: ecco come procedere

    Come regola generale, dovreste tirare il latte una volta al lavoro per ogni poppata saltata. Ecco tutto ciò che dovreste sapere.

  • Tirare il latte al lavoroTirare il latte al lavoro: i migliori consigli per organizzarsi

    Sto per tornare al lavoro e ho intenzione di tirare il latte lì. Come posso prepararmi in modo efficace?

Contents.media