Notizie.it logo

Fiori di Bach per problemi scolastici dei bambini

Fiori di Bach per problemi scolastici dei bambini

I Fiori di Bach possono essere un aiuto ed un utile rimedio per i bambini, dal momento che non presentano effetti collaterali e non danno dipendenza.

In quali casi possono tornare utili i Fiori di Bach?

Possono aiutare in caso di:

  • paure legate a cose conosciute e sconosciute;
  • gelosia;
  • insonnia;
  • nervosismo;
  • eccessivo attaccamento ai genitori;
  • difficoltà nelle varie fasi di crescita.

Inoltre i fiori di Bach danno una grossa mano nei problemi legati alla vita scolastica.

Eccovi taluni siggerimenti concreti.

Per affrontare il primo giorno di scuola o di asilo dopo il rientro dalle vacanze estive date al vostro piccolo del Walnut che lo aiuterà ad adattarsi al cambiamento di vita e alla novità.

Se il bambino è molto timido ed agitato all’idea di trovarsi in mezzo a tanti bambini e di dover parlare davanti alla maestra e ai compagni lo aiuterà Mimulus.

Nei casi di scarsa attenzione verso ciò che avviene in classe e nel fare i compiti è utile Clematis.

Larch, invece è un fiore utile per i bambini molto insicuri, che credono poco nelle proprie capacità e hanno difficoltà a mettersi in gioco.

Chestnut Bud è indicato per coloro che hanno difficoltà reali di apprendimento, che sembrano non imparare o comunque sono molto lenti.

Se il bambino non mostra particolari difficoltà di apprendimento, ma è troppo attivo (ai limiti dell iperattività) teso e mai fermo, Impatiens è il rimedio che lo aiuta a calmarsi, ad apprezzare la calma e la riflessione.

L’assunzione dei Fiori di Bach con regolarità e per un periodo di tempo lungo (due o tre mesi) aiuta definitivamente i bambini a risolvere le loro problematiche.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche