Infertilità: trattamento farmacologico per le donne

Ecco quali farmaci possono aiutarti a concepire in modo efficace.

Così come ne hanno bisogno gli uomini, anche il trattamento farmacologico per le donne può dare ottimi risultati. Per milioni di mamme che lottano per concepire, i medicinali per la fertilità sono il primo passo del trattamento.

Cosa fanno esattamente queste piccole pillole e iniezioni? In breve, promuovono l’ovulazione.

Ecco tutti i dettagli.

Trattamento farmacologico per le donne: come funziona?

Il tuo medico potrebbe farti provare uno di questi farmaci standard, e potrebbero essere tutto ciò di cui hai bisogno per rimanere incinta:

  • Clomifene: funziona stimolando gli ormoni nel tuo cervello che innescano un ovulo (o più) a svilupparsi e ad essere rilasciato dalle tue ovaie
  • Le gonadotropine: stimolano direttamente le tue ovaie a produrre un ovulo(o più)

Alcune donne hanno bisogno di combinare questi farmaci con l’inseminazione intrauterina o una procedura di tecnologia riproduttiva assistita come la fecondazione in vitro.

Le donne che si sottopongono alla FIV prendono anche altri tipi di farmaci per la fertilità per preparare il rivestimento dell’utero per la gravidanza e per evitare che le ovaie rilascino ovuli in anticipo.

Trattamento farmacologico per le donne: quali sono le differenze tra i farmaci?

Dipende dalla donna e dal motivo per cui ha problemi a rimanere incinta. Per esempio, le donne con sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) generalmente rispondono bene al clomifene, ma a quelle che non lo fanno può essere dato il farmaco insulino-sensibilizzante metformina per aiutarle ad ovulare.

Alcune donne con PCOS rispondono bene a una combinazione di metformina e clomifene.

Le donne con iperprolattinemia hanno troppa prolattina nel sangue, che interferisce con l’ovulazione. Le donne con questa condizione che vogliono concepire prenderanno molto probabilmente bromocriptina o cabergolina per ripristinare l’ovulazione.

Trattamento farmacologico per le donne: quali sono i rischi?

Molti di questi farmaci sono stati usati in modo sicuro e con successo per più di 40 anni. Tuttavia, come altri trattamenti di fertilità, questi farmaci possono aumentare la possibilità di concepire gemelli. Di conseguenza maggiore è il rischio di complicazioni, tra cui aborto spontaneo e travaglio prematuro.

Circa il 10 per cento delle donne che prendono il clomifene hanno soprattutto gemelli, e circa il 30 per cento delle donne che prendono gonadotropine hanno multipli (di nuovo, soprattutto gemelli).

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Fecondazione in vitro: trattamento della fertilità

Gonadotropine: come funziona il farmaco per la fertilità

Leggi anche
  • YogaYoga: può aiutare a rimanere incinta?

    Lo yoga potrebbe portare grandi benefici a 360 gradi.

  • vaccino antinfluenzaleVaccino antinfluenzale: è sicuro se si vuole una gravidanza?

    Il vaccino antinfluenzale può fare molto di più.

  • Utero retroverso in gravidanzaUtero retroverso in gravidanza: problematiche possibili

    Un utero retroverso non crea alcun tipo di problema durante la gravidanza, anzi avere l’utero retroverso facilita la gravidanza. Scopri il perché.

  • Loading...
  • VacanzaUna vacanza può aiutare a rimanere incinta?

    La luna di concepimento potrebbe essere particolarmente utile.

  • download30Una ragazza può rimanere incinta se ha il ciclo ?
Contents.media