Esiste rischio di aborto terzo mese gravidanza?

La maggior parte degli aborti spontanei avviene nelle prime dodici settimane di gravidanza. In termini medici si parla di “aborto spontaneo precoce” e la causa è solitamente un’anomali cromosomica nel feto. Perdere un bambino in un periodo successivo al terzo mese è meno probabile ma comunque possibile.

Una volta superata la tredicesima settimana, le possibilità che si verifichi un aborto si riducono moltissimo. Gli studi indicano un rischio più basso dell’ 1%. Un aborto spontaneo tra la dodicesima e la ventesima settimana di solito non è tanto legato a problemi genetici nel bambino, quanto piuttosto a difficoltà strutturali nella progressione della gravidanza (dipende da utero o cervice di solito). Fortunatamente queste eventualità sono rare. Cerca per quanto possibile di non preoccuparti: ci sono e ci saranno sempre cose che non puoi controllare, sia nella gravidanza, che nella genitorialità perciò è meglio occuparsi di ciò che si può fare: mangiare bene, fare moderato esercizio fisico e riposarsi.

Scritto da Francesca Nidola
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Lunghezza del feto 25° Settimana di gravidanza

Come vestirsi in primavera secondo trimestre di gravidanza

Leggi anche
  • zinco durante la gravidanzaZinco durante la gravidanza: cosa sapere

    Tutti i dettagli per integrare lo zinco nella tua dieta.

  • Yogurt adatti ai neonatiYogurt adatti ai neonati: quali sono e come scegliere i migliori

    In base a cosa scegliere gli yogurt per i neonati e a cosa evitare di questo alimento.

  • Yoga prenataleYoga prenatale: cos’è e a cosa serve

    Un dolce e rilassante modo per avere innumerevoli benefici.

  • Loading...
  • yoga 1Yoga o meditazione zen in gravidanza

    Praticare Yoga in gravidanza può essere di grande aiuto per i periodi che precedono il parto. Scopriamo insieme tutti i benefici.

  • yoga in gravidanzaYoga in gravidanza: i migliori esercizi per mamme e bambino

    Lo yoga è una disciplina orientale che apporta benefici anche in gravidanza. Conosciamolo meglio anche attraverso alcuni libri.

Contents.media