Dove partorire: quali sono le opzioni per il parto?

Spesso si pensa che le future mamme possano partorire solo in ospedale. Tuttavia, è importante sapere che ci sono diverse opzioni!

Il parto può essere un’esperienza straordinaria, ma spesso ci si pone una domanda importante: dove partorire? Spesso si pensa che le future mamme possano partorire solo in ospedale. Anche se questo è uno dei luoghi di nascita più comuni, è importante sapere che ci sono diverse opzioni! Tutto dipende da ciò che immaginate per il vostro parto, dal vostro stato di salute e dal tipo di operatore che frequentate durante la gravidanza.

Scegliere dove partorire: le opzioni

Ospedale

Il luogo più comune per il parto è l’ospedale. Gli ospedali offrono diversi vantaggi, come la possibilità di ottenere un’epidurale se lo si desidera, un’équipe medica in caso di emergenza, in alcuni casi una terapia intensiva neonatale e, naturalmente, una sala operatoria in caso di cesareo. Gli ospedali sono più sicuri per molte donne, poiché sono disponibili molti interventi in caso di necessità.

L’ospedale è probabilmente il luogo in cui una mamma partorisce se deve essere indotta per qualsiasi motivo.

Tuttavia, mentre l’ospedale può sembrare sicuro per alcune future mamme, altre possono provare ansia in un ambiente ospedaliero.

Centro nascite

I centri nascita sono un’altra opzione popolare per le mamme in gravidanza. I centri per il parto stanno diventando sempre più diffusi, poiché sempre più mamme cercano di ridurre gli interventi per la nascita.

Nella maggior parte dei casi, i centri per il parto offrono un’esperienza più naturale rispetto agli ospedali. Alcuni possono anche fornire vasche per il parto in acqua. Partorire in un centro per il parto significa quasi sempre tornare a casa con il proprio bambino molto prima rispetto al parto in ospedale. Molte mamme tornano a casa il giorno stesso!

A casa

E poi c’è l’opzione del parto in casa. Molte mamme scelgono il parto in casa per eliminare la possibilità di interventi medici durante il parto. Anche se questa opzione non è adatta a tutte, le mamme che hanno avuto un parto in casa spesso giurano che non avrebbero fatto diversamente. Alcune mamme partoriscono in casa con la sola presenza del loro sistema di supporto. L’opzione più popolare è quella di lavorare con un’ostetrica che assiste i parti a domicilio. Uno dei tanti vantaggi è che l’ostetrica viene spesso da voi per le visite prenatali e postnatali.

Un altro grande vantaggio è che avrete accesso alla vostra casa, al cibo e al letto durante il travaglio e dopo la nascita del bambino. Il parto in casa sta diventando un’opzione piuttosto popolare tra le donne che desiderano un parto senza interventi.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come avere un travaglio più veloce: consigli per il parto

Le cose da non fare durante il travaglio

Leggi anche
  • zinco durante la gravidanzaZinco durante la gravidanza: cosa sapere

    Tutti i dettagli per integrare lo zinco nella tua dieta.

  • Yogurt adatti ai neonatiYogurt adatti ai neonati: quali sono e come scegliere i migliori

    In base a cosa scegliere gli yogurt per i neonati e a cosa evitare di questo alimento.

  • Loading...
  • Yoga prenataleYoga prenatale: cos’è e a cosa serve

    Un dolce e rilassante modo per avere innumerevoli benefici.

  • yoga 1Yoga o meditazione zen in gravidanza

    Praticare Yoga in gravidanza può essere di grande aiuto per i periodi che precedono il parto. Scopriamo insieme tutti i benefici.

  • yoga in gravidanzaYoga in gravidanza: i migliori esercizi per mamme e bambino

    Lo yoga è una disciplina orientale che apporta benefici anche in gravidanza. Conosciamolo meglio anche attraverso alcuni libri.

Contents.media