Dolore perineale post-parto: cos’è e come affrontarlo

In alcuni casi, potresti essere indirizzata a un uroginecologo o a un fisioterapista per la riabilitazione pelvica.

Cos’è il dolore perineale post-parto e perché si presenta? Il parto vaginale esercita un’enorme pressione sul perineo (la pelle e il muscolo tra la vagina e l’ano), che deve allungarsi per accogliere la testa del bambino. Se hai partorito vaginalmente senza strappi, il tuo perineo può essere gonfio o indolenzito in seguito, ma probabilmente passerà entro una settimana, o anche solo dopo un giorno o due.

Tuttavia, il tuo perineo può strapparsi durante il parto, o il medico può decidere di fare una procedura chirurgica chiamata episiotomia. Quest’ultima consiste nel realizzare un’apertura più ampia per far passare la testa del bambino. Queste ferite possono essere piuttosto dolorose mentre guariscono.

Dolore perineale post-parto: dopo quanto tempo dovrebbe passare?

I tempi di guarigione variano ma in generale, più profondo è il taglio o lo strappo, più lungo è il tempo di recupero.

Uno strappo piccolo, o di primo grado, coinvolge solo la pelle (non il muscolo), e i punti di sutura possono anche non essere necessari. Queste lacerazioni generalmente guariscono rapidamente con poco disagio.

Una tipica episiotomia o strappo di secondo grado coinvolge pelle e muscoli. Queste di solito richiedono punti di sutura e guariscono in due o tre settimane. Alcune donne sentono poco dolore dopo una settimana, mentre altre hanno fastidio per un mese.

Se hai una lacerazione di terzo o quarto grado, che è una lacerazione più grave che si estende al retto, potresti avere dolore e disagio per un mese o anche di più.

Queste lacerazioni possono accadere a chiunque, ma sono più probabili se hai un’episiotomia. Nei primi giorni dopo la nascita, potresti avere problemi a urinare e a defecare. È anche più probabile che tu abbia problemi a controllare i gas o i movimenti intestinali (incontinenza anale) per mesi o addirittura anni.

Cosa posso fare per alleviare il dolore e aiutare la zona a guarire?

Il tuo infermiere e il tuo medico ti daranno istruzioni dettagliate su come prenderti cura di te stessa. Ecco alcuni consigli:

  • Applica un impacco di ghiaccio con una copertura morbida sul perineo subito dopo il parto per ridurre il gonfiore e il disagio. Chiedi un nuovo impacco di ghiaccio ogni poche ore per le prossime 12 ore circa.
  • Prendi ibuprofene o acetaminofene per alleviare il dolore (non prendere l’aspirina se stai allattando). Se hai una lacerazione estesa, potresti aver bisogno di farmaci antidolorifici su prescrizione.
  • Considera di provare uno spray anestetico.
  • Cambia il tuo assorbente ogni volta che vai in bagno.
  • Usa uno spruzzino per versare acqua calda sul perineo mentre stai urinando. L’acqua diluisce l’urina in modo che non bruci tanto quando viene a contatto con la pelle. Pulisci l’area con un altro spruzzo dopo.
  • Asciugati da davanti a dietro per evitare di introdurre germi dal retto alla zona vaginale.
  • Non stare seduta per lunghi periodi di tempo quando il tuo perineo è ancora molto dolente.
  • Inizia a fare bagni caldi o bagni sitz 24 ore dopo il parto. Falli per 20 minuti, tre volte al giorno. Per un bagno sitz, riempi una bacinella di plastica poco profonda con acqua calda e posizionala sopra la tavoletta del water, poi sieditici sopra, con il perineo nell’acqua.
  • Esponi la ferita all’aria il più possibile. Questo può essere difficile da fare se hai ancora la lochia, lo scarico sanguinolento post-partum, ma puoi sempre sdraiarti su un vecchio asciugamano o un cuscinetto usa e getta mentre fai aerare la ferita.
  • Inizia a fare gli esercizi di Kegel il giorno del parto. Questi aiutano a ripristinare il tono muscolare, stimolano la circolazione e accelerano la guarigione.
  • Riposati molto e non fare lavori inutili. Risparmia le tue energie per prenderti cura del tuo bambino e di te stessa in modo che il tuo corpo possa guarire.
  • Se hai uno strappo che coinvolge il tuo sfintere anale (uno strappo di terzo o quarto grado), è anche particolarmente importante che tu beva molti liquidi e assuma abbastanza fibre nella tua dieta per prevenire la stitichezza.

Dolore perineale post-parto mamme

Quando dovrei chiamare il mio medico?

Chiama il tuo medico se hai dolore perineale post-parto che non va via o sta peggiorando, o anche se semplicemente non trovi sollievo. Potresti essere indirizzata a un uroginecologo o a un fisioterapista per la riabilitazione pelvica. Chiama anche se hai la febbre o altri segni di infezione, come uno scarico maleodorante dalla vagina o dal sito dell’episiotomia o dello strappo.

Quando posso avere nuovamente rapporti sessuali?

Se non hai avuto bisogno di punti e sei interessata ad avere rapporti sessuali, puoi fare un tentativo dopo un paio di settimane, una volta che il sanguinamento vaginale si è fermato. In caso di un’episiotomia o uno strappo, dovresti essere completamente guarita da quattro a sei settimane dopo il parto. Se il medico ti dà l’ok e te la senti, allora puoi provare ad avere rapporti.

Se hai avuto una lacerazione di terzo o quarto grado, è particolarmente importante aspettare fino a dopo il tuo esame. Quando farai di nuovo sesso per la prima volta, potresti sentire un po’ di indolenzimento e tensione. Per rendere il sesso più confortevole cerca di rilassarti il più possibile, dedica molto tempo ai preliminari e usa un buon lubrificante idrosolubile.

Queste precauzioni possono essere particolarmente utili se stai allattando, perché l’allattamento abbassa i tuoi livelli di estrogeni, portando alla secchezza vaginale. È una buona idea continuare a usare un lubrificante durante il sesso finché non smetti di allattare. Il tuo medico potrebbe raccomandarti di usare un prodotto vaginale con estrogeni (disponibile solo su prescrizione).

Se provi queste misure e trovi che il sesso è ancora scomodo, aspetta ancora un po’ e nel frattempo diventa creativa con il tuo compagno. Se il dolore continua per un paio di mesi dopo il parto, assicurati di cercare un trattamento. Tieni presente che è normale avere poco o nessun desiderio sessuale per un periodo di tempo dopo il parto. Parlane con il tuo partner e sii certa che la tua libido tornerà.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Incontinenza anale post-parto: come affrontarla

Emorroidi post-parto: perché si presentano e come curarle

Leggi anche
  • zuppa di polloZuppa di pollo con farro e funghi shiitake

    Una saziante e deliziosa zuppa ricca di nutrienti essenziali.

  • ginger sickness 125104224 resizedZenzero contro la nausea
  • Loading...
  • Zanzare bambini rimediZanzare: i rimedi per difendere i bambini

    Le zanzare in estate, ma spesso si presentano anche in inverno, rappresentano un fastidio continuo, ma per i bambini possono essere anche dannose. Ecco dei consigli per proteggere e prevenire i vostri figli dalle punture di questi insetti.

  • 174Yogurt magro, fa bene e ha meno calorie
  • untitled 119Yoghurt senza zucchero
Contents.media