Qual è la differenza tra la depressione post-partum e la depressione “normale”?

Non c'è bisogno di continuare a soffrire: contatta un esperto, qualunque sia l'origine del tuo malessere.

Qual è la differenza tra la depressione post-partum e la depressione normale? Le donne fanno spesso questa domanda, probabilmente per essere sicure di ricevere la giusta diagnosi e il giusto trattamento per i loro sintomi. Quando la depressione post-partum (PPD) viene diagnosticata in modo errato, tuttavia, di solito viene liquidata completamente, non confusa con la depressione “regolare”.

La depressione “normale” e la PPD, due forme di depressione clinica, condividono una serie di sintomi. Tuttavia la prima non è legata al parto, mentre la PPD si verifica dopo la nascita di un bambino. Quest’ultima è di solito diagnosticata entro un anno dal parto, ma può estendersi oltre.

Differenza tra la depressione post-partum e la depressione normale

Alcune caratteristiche distinguono la PPD dalla depressione non legata al parto. Oltre ai sintomi tipici della depressione – disturbi del sonno e dell’appetito, ansia, pianto, disperazione, perdita di concentrazione, perdita di interesse sessuale e ritiro sociale, per esempio – una donna con PPD può essere:

  • Priva di sonno
  • In fase di transizione verso la maternità e alle prese con l’adattamento psicologico
  • Ormonalmente instabile
  • In fase di allattamento al seno o svezzamento
  • Sperimentare pensieri preoccupanti sul suo bambino o sulla sua capacità di essere una buona madre
  • Consumata dal senso di colpa e dalla delusione per quello che dovrebbe essere il “periodo migliore della sua vita”.

È già abbastanza difficile lottare contro una depressione clinica. Quando lo si fa con un neonato, un bambino o alcuni bambini di cui prendersi cura, la situazione può sembrare insopportabile. Se necessario, un medico prescriverà gli stessi antidepressivi e ansiolitici per la PPD come per la depressione non legata al parto. Tuttavia, con la PPD, gli esperti incoraggiano anche la psicoterapia di supporto per affrontare i bisogni specifici di una mamma che si trova a lottare sia con la sua depressione che col meraviglioso arrivo del nuovo bambino.

Se hai appena avuto un bambino e pensi di essere depressa, non c’è bisogno di continuare a soffrire. Trova un professionista della salute per trattare la tua depressione. Se il tuo medico non sembra capire cosa ti sta succedendo, o se ti senti esclusa in qualche modo, trova un buon terapeuta che possa accompagnarti in questi giorni difficili e aiutarti a guarire.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come posso aiutare mio marito a capire la mia depressione post-partum?

La pillola anticoncezionale: tutto ciò che devi sapere

Leggi anche
  • zuppa di polloZuppa di pollo con farro e funghi shiitake

    Una saziante e deliziosa zuppa ricca di nutrienti essenziali.

  • ginger sickness 125104224 resizedZenzero contro la nausea
  • Loading...
  • Zanzare bambini rimediZanzare: i rimedi per difendere i bambini

    Le zanzare in estate, ma spesso si presentano anche in inverno, rappresentano un fastidio continuo, ma per i bambini possono essere anche dannose. Ecco dei consigli per proteggere e prevenire i vostri figli dalle punture di questi insetti.

  • 174Yogurt magro, fa bene e ha meno calorie
  • untitled 119Yoghurt senza zucchero
Contents.media