Diastasi del pube: sintomi e trattamento

Le preziose esperienze raccontate da una madre. Ecco come affrontare questa problematica...

La diastasi del pube è la condizione più comune di cui sentiamo parlare. Ecco tutto ciò che devi sapere e alcuni consigli preziosi raccontati da una madre.

La diastasi del pube: un dolore insopportabile

“Due giorni dopo il parto mi sentivo sorprendentemente bene.

Il terzo giorno ho iniziato ad avere dolore quando camminavo o anche solo mi alzavo. Ne ho parlato con l’infermiera e lei non sembrava preoccupata, così sono andata a casa. Ho pensato che fosse normale e che sarebbe andato via come tutti gli altri sintomi del dopo parto. Dopo un giorno riuscivo a malapena a camminare, e dopo due giorni non ci riuscivo affatto. Non potevo nemmeno girarmi dalla schiena al fianco senza un dolore atroce.

Mio marito continuava a dire: “Hai letteralmente appena partorito, stai bene”. Sapevo che questo non era normale. Non avevo mai saputo di una donna che avesse dolori lancinanti e non fosse in grado di camminare dopo il parto. Non è un sintomo tipico”, ha detto.

“Ho parlato disperatamente con diversi medici dopo l’orario d’ufficio e non ho avuto risposte. Alla fine un medico mi ha detto che potevo avere una diastasi del pube.

Non ne avevo mai sentito parlare, nemmeno da uno staff medico. Così sono andata al pronto soccorso e sono tornata a casa con forti medicine e un deambulatore”.

Andrà mai via completamente?

“Non posso spiegare completamente come mi sentivo durante tutto questo. Voglio dire, le mie emozioni erano già ai massimi storici per aver appena partorito. Non aiutava il fatto che i medici che avevo visto non avevano mai avuto un paziente con il PD, quindi non solo non avevano risposte definitive, ma non potevano confermare al 100% una guarigione completa”.

“Ero vulnerabile, emotiva. Mi sentivo impotente. Non potevo prendermi cura del mio bambino appena nato come desideravo tanto fare. La cosa peggiore è che non sapevo se sarei guarita completamente. E se fosse stato permanente?”.

Come è successo?

“Non mi è mai stato detto esattamente cosa abbia causato la mia diastasi pubica, ma posso dirvi cosa ha senso e cosa l’ha guarita. Il dolore che sentivo durante la gravidanza era il mio bambino che spingeva sul mio bacino iniziando il processo di separazione. È rimasto in quella stessa posizione per mesi assistendo al movimento irregolare del mio bacino. Avevo dolore ai legamenti, ma i legamenti si stavano allentando troppo presto, e questo non è mai stato scoperto né affrontato. Se l’avessi saputo, avrei indossato una specie di fascia o cintura per sollevare la mia pancia e alleviare la pressione sul mio bacino. Inoltre, durante il travaglio, ero sdraiata sulla schiena e avevo 3-4 persone che spingevano sulle mie gambe aggiungendo ancora più pressione sul mio bacino”.

Diastasi del pube sintomi e trattamento

Puoi guarire

“Ciò che mi ha fatto superare tutto questo è stato un forte Tylenol, un deambulatore, un aiuto extra dalla famiglia e la terapia fisica. I piccoli movimenti funzionavano. Ogni settimana sono migliorata e alla fine sono stata in grado di abbandonare il deambulatore. Direi che ci è voluto lo stesso tempo che una donna impiega normalmente per guarire dopo il parto, sei settimane”.

“Il mio consiglio è di fidarti del tuo corpo e del tuo istinto. Se senti che il tuo dolore non sembra normale, probabilmente non lo è. Volevo anche dare speranza alle donne con diastasi del pube, perché io non ne avevo molta. Ho avuto risposte minime dai medici e da internet e nessuna risposta definitiva su se e quanto tempo ci sarebbe voluto per guarire. Quindi, sono qui per dire che si può guarire completamente dalla PD e non ci vogliono necessariamente mesi. A me ci sono volute settimane e il mio problema era piuttosto grave. Quindi, vai da un fisioterapista e sappi che il futuro è luminoso!”

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tre consigli se sei preoccupata per un sintomo della gravidanza

Emorroidi durante la gravidanza: consigli, trucchi e trattamenti sicuri

Leggi anche
  • zinco durante la gravidanzaZinco durante la gravidanza: cosa sapere

    Tutti i dettagli per integrare lo zinco nella tua dieta.

  • Yogurt adatti ai neonatiYogurt adatti ai neonati: quali sono e come scegliere i migliori

    In base a cosa scegliere gli yogurt per i neonati e a cosa evitare di questo alimento.

  • Loading...
  • Yoga prenataleYoga prenatale: cos’è e a cosa serve

    Un dolce e rilassante modo per avere innumerevoli benefici.

  • yoga 1Yoga o meditazione zen in gravidanza

    Praticare Yoga in gravidanza può essere di grande aiuto per i periodi che precedono il parto. Scopriamo insieme tutti i benefici.

  • yoga in gravidanzaYoga in gravidanza: i migliori esercizi per mamme e bambino

    Lo yoga è una disciplina orientale che apporta benefici anche in gravidanza. Conosciamolo meglio anche attraverso alcuni libri.

Contents.media