Notizie.it logo

Dentizione neonatale: come lenire il dolore

Dentizione neonatale: come lenire il dolore

La nascita dei dentini è un momento molto delicato per piccoli e grandi.

È diffusa l’idea, soprattutto tra le mamme, che ogni qualvolta stia per spuntare un dentino il bambino provi dolore. In realtà l’eruzione di un dente non provoca dolore ma il neonato è piuttosto infastidito dalla trasformazione che sta avvenendo e avvertendo all’interno della sua bocca.
Per i neonati, i più fastidiosi sono decisamente gli incisivi e i molari. Gli incisivi perché, essendo i primi a spuntare, il neonato si trova a dover fare i conti con qualcosa mai provata prima e i molari perché sono i denti più grandi.

Sintomi della dentizione

Non è difficile individuare il momento in cui ha inizio il periodo della dentizione perché il bambino si dimostra, sin da subito, particolarmente irritato e infastidito.
Ci sono però, proprio come il caso del dolore, alcune credenze generalizzate che vanno sfatate e che hanno a lungo tempo indotto le neo mamme a credere a delle convinzioni assolutamente sbagliate, come:
la perdita di sonno del neonato.

Spesso si sente parlare, durante il periodo della dentizione, di disperati pianti notturni e dell’incapacità del bimbo di prendere sonno. In realtà la dentizione non causa la mancanza di sonno nel bebè, quantomeno lo induce a svegliarsi apposta. È molto più probabile invece che il neonato si svegli durante la notte per altre cause e poi, una volta sveglio, avvertendo il fastidio alle gengive non riesca più a prendere sonno;
febbre e diarrea. Correlate alla dentizione, secondo molte mamme, sarebbero anche febbre e diarrea. Ebbene, non esiste alcuna dimostrazione scientifica che sia in grado di provare la correlazione tra l’eruzione dei denti e la febbre o la diarrea. Piuttosto questi disturbi sono causati da infezioni con i quali il bebè viene a contatto in un periodo in cui il suo corpo non è più protetto dagli anticorpi materni e che coincide con quello della dentizione.

Morale della favola? Il fatto che durante l’eruzione dei denti possano verificarsi casi di febbre e diarrea è assolutamente un avvenimento fortuito che non pone in alcun modo in relazione i due eventi.

Come lenire il fastidio

Che si tratti di fastidio piuttosto che di dolore, vedere il proprio bebè nervoso e infastidito intento, tutto il giorno, a mettere in bocca qualunque oggetto gli passi tra le mani non è il massimo.
Esistono dei rimedi, alcuni naturali altri acquistabili in farmacia o para-farmacia, in grado di lenire il fastidio provocato dall’eruzione dei denti.
Il primo, tra l’altro anche il più noto, è rappresentato dai massaggia-gengive. Dei giocattoli in gomma ruvida che contengono al loro interno del liquido refrigerante. Dopo essere stati preventivamente messi in frigo o nel freezer vengono dati al neonato che mordicchiandoli troverà immediatamente sollievo, grazie all’effetto sedativo del freddo e alla gomma ruvida.
Sempre in commercio è possibile trovare degli appositi gel a base di sostanze naturali, come l’aloe vera, che spalmati sulle gengive sono in grado di attenuare il senso di fastidio.
Tra i rimedi naturali vanno invece annoverati i ghiaccioli di frutta fatti in casa oppure degli impacchi gengivali realizzati con garza sterile inzuppata in acqua ghiacciata, ripetuti diverse volte al giorno.
C’è però un rimedio assolutamente efficace e imbattibile per dare sollievo al fastidio provocato dalla dentizione: le coccole della mamma.

La capacità di far sentire il piccolo protetto e accudito lo rasserenerà e tranquillizzerà, così ogni malessere risulterà più sopportabile.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche