Andrologo De Luca: importanza di chiedere una consulenza per il deficit erettile

L'andrologo Francesco De Luca propone un approccio moderno per trattare il problema della disfuzione erettile e ci porta a riflettere sulle cause e i sintomi di talee deficit.

La disfunzione erettile è un disturbo piuttosto diffuso, in grado di compromettere la sessualità maschile e la vita intima all’interno della coppia. In particolare, secondo i più recenti studi medici sono circa 3 milioni gli uomini che manifestano tale problema, ovvero quasi il 15% dell’intera popolazione maschile, con una concentrazione più elevata tra gli over 40 ma presente anche nelle persone più giovani.

La maggior parte degli uomini tende però a sottostimare il deficit erettile, oppure a consultare uno specialista soltanto quando la situazione con il proprio partner è ormai insostenibile. Se non trattata correttamente e in tempi rapidi, questa disfunzione può portare al deterioramento dei rapporti di coppia, con ricadute psicologiche anche gravi negli uomini. Per questo motivo è importante stare vicine al proprio compagno, cercando di convincerlo a rivolgersi a un andrologo quanto prima.

Disfunzione erettile: l’approccio moderno del dott. De Luca

L’importanza di una consulenza specializzata è fondamentale, come sa bene il dott. Francesco De Luca, chirurgo uro andrologo di fama internazionale che alterna la sua presenza tra gli studi del Lazio e quello di Londra. Per venire incontro alle esigenze degli uomini, colpiti da patologie e disturbi sessuali di varia natura, il dott. De Luca propone un approccio meno invasivo, rivolto alla salute psico-fisica dei suoi pazienti, attraverso l’instaurazione di un rapporto che privilegia il lato umano, la discrezione e il trattamento non solo fisico ma anche psicologico.

Per la parte funzionale mette a disposizione collaborazioni ed esperienze internazionali, tramite le quali è in grado di fornire le migliori tecniche attualmente disponibili nel settore, con l’uso di macchinari e apparecchiature di ultima generazione, oltre a tecniche all’avanguardia in ambito medico. In particolare, è indispensabile affidarsi a medici come il dott. De Luca quanto prima, per eseguire una diagnosi precoce e pianificare un intervento personalizzato.

Ciò consente di evitare l’aggravamento delle condizioni cliniche, l’insorgenza di eventuali controindicazioni e un peggioramento della vita di coppia. Il supporto professionale è l’unico rimedio davvero efficace negli uomini con problemi di deficit erettile, perciò è essenziale parlarne con il proprio medico e con il partner. Al contrario bisogna astenersi dall’utilizzo di farmaci e terapie fai da te, che potrebbero creare rischi elevati per la salute e causare un aggravio della situazione clinica.

Cause e sintomi del deficit erettile

A seconda dei casi, la disfunzione erettile può essere provocata da varie cause, con motivazioni che possono risultare di origine fisica, ambientale o psicologica. Una piccola défaillance non deve preoccupare eccessivamente, tuttavia qualora il problema dovesse manifestarsi con frequenza è necessario consultare un medico specializzato. La prima cosa da fare, infatti, è escludere eventuali cause di natura fisica, per direzionare la persona verso uno psicologo o uno psicoterapeuta, in grado di fornire tutto il supporto richiesto dalla situazione.

Tuttavia, in molti casi l’origine del deficit erettile è da ricondurre a cause ormonali (diabete, sindrome metabolica, ipertiroidismo), neurogenetiche (malattie degenerative, insufficienza renale), vascolari (ipertensione, iperlipidemia, obesità), oppure anatomiche (malattia di La Peyronie, fimosi, tumore del pene). Allo stesso tempo, la disfunzione erettile può essere scatenata dall’utilizzo di alcuni farmaci, da un trauma o una lesione nella zona pelvica o peniena, da fattori psicologi e uno stile di vita non corretto (fumo, alcol, droghe, obesità).

La presenza di un numero così elevato di cause rende indispensabile la consulta medica, infatti il manifestarsi del deficit erettile potrebbe essere il sintomo di altre patologie, aiutando a scoprire malattie non note alla persona per un intervento immediato e più incisivo. Tale disfunzione può colpire anche i giovani, nonostante sia più diffusa negli over 40 e soprattutto nelle persone anziane, con una forte correlazione con alcuni disturbi come il diabete mellito, l’apnea ostruttiva e le malattie cardiovascolari.

Disfunzione erettile: rimedi e trattamenti

Non esiste una soluzione unica in presenza di un deficit erettile, perciò l’unica cosa da fare è rivolgersi a un medico specializzato. La diagnosi è estremamente importante per la risoluzione del problema sessuale, poiché tramite apposite valutazioni ed esami clinici è possibile risalire alle cause, intervenendo in maniera mirata con l’adozione di trattamenti personalizzati e possibilmente poco invasivi. In alcuni casi, la terapia coinvolge anche il proprio partner, per questo motivo è essenziale che la coppia sia disposta a cooperare per il miglioramento della vita intima e della salute della persona.

Un approccio tradizionale, utile in molti casi, è un trattamento farmacologico che aiuti nel rilassamento dei muscoli pelvici e nell’aumento dell’afflusso di sangue nell’estremità peniena. In alternativa, si possono adottare terapie con onde d’urto, una soluzione moderna autorizzata dalle autorità europee in grado di stimolare la vascolarizzazione. Altrimenti, viene proposto anche il vacum device, un sistema che utilizza una pompa a vuoto per favorire l’erezione attraverso un maggiore afflusso di sangue.

Altre terapie sono invece più invasive, ad esempio come le iniezioni intracavernose e le protesi peniene, quest’ultima in particolare rivolta a chi desidera una soluzione definitiva per l’interruzione dei medicinali o di altri tipi di supporti. Ad ogni modo, qualsiasi cura deve essere proposta dallo specialista, perciò è fondamentale affidarsi a medici come il dott. De Luca, in grado di proporre trattamenti personalizzati, un servizio più umano e una forte attenzione non solo alle necessità della persona colpita da disfunzione erettile, ma anche al benessere della coppia.

Scritto da Daniele Caretti

Scrivi un commento

1000

Come proteggere e prevenire i bambini dalle punture d’insetto

Come tagliare le unghie al neonato: consigli utili

Leggi anche
  • ZainoZaino scuola per bambini: modelli e marche migliori

    Le vacanze estive stanno finendo ed è tempo di pensare al rietro a scuola; Zaino scuola per bambini: modelli e marche migliori.

  • Zaini Trolley con personaggi famosiZaini Trolley con personaggi famosi
  • zaini scuolaZaini scuola: quale scegliere per i propri figli

    La scelta degli zaini scuola per i figli è fondamentale per affrontare l’anno scolastico in arrivo. Sicuramente alla moda, ma comodi e di qualità.

  • Zaini elementari bimba: le tendenze del momentoZaini elementari bimba: le tendenze del momento

    Con l’inizio delle scuole elementari è importante scegliere,per la propria bambina, uno zaino comodo e capiente ma al passo con le tendenze del momento.

  • 
    Loading...
  • zaini elementari bambinoZaini elementari bambino: quale acquistare

    Lo zaino è l’accessorio fondamentale per la scuola elementare: in esso verranno riposti tutti gli oggetti necessari per affrontare la quotidianità scolastica. Quali caratteristiche deve avere uno zaino adatto ad un bambino? Di seguito i modelli migliori.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.