Notizie.it logo

Curiosità sui brufoli in gravidanza

Curiosità sui brufoli in gravidanza

Sono sempre di più le donne che devono risolvere il problema brufoli nel momento in cui inizia una gravidanza.

Sono sempre di più le donne che devono risolvere il problema brufoli nel momento in cui inizia una gravidanza.

Perché i brufoli in gravidanza?

Un aspetto che molte donne dimenticano è che i brufoli nel periodo della gravidanza sono qualcosa di normale. In particolare essi sono direttamente collegati a tutta quella serie di cambiamenti che avvengono nel corpo della donna nel momento in cui attende un bambino. Va comunque precisato che pur trattandosi di una situazione nella norma, non è detto che tutte le gestanti debbano avere i brufoli. Questi si manifestano generalmente nel primo trimestre della gravidanza per poi successivamente regredire in maniera spontanea tra quarto e quinto mese. Molto dipende dai casi dato che ci sono situazioni in cui spariscono una volta nato il bambino. Altro elemento fondamentale che è bene sottolineare è che i brufoli durante la gravidanza non possono essere trattati con farmaci o terapie particolari, per cui va sempre ben valutata la situazione con l’ausilio di un medico.

I dettagli sui brufoli

I brufoli durante il periodo della gravidanza possono manifestarsi in svariati modi: si parte da quelle forme più lievi che possono essere tenute facilmente sotto controllo fino ad arrivare a condizioni simili a quelle dell’acne vera e propria.

Essi si presentano sia sotto forma di papule molto rosse e che determinano un fastidioso prurito che come ghiandole piene di pus. Ci sono poi i comedoni, altra tipologia di brufoli che può presentarsi nelle gestanti e dare non poco fastidio. In ogni caso è bene precisare che il numero e la qualità di questi tipi di brufoli dipende molto da caso a caso. La causa principale che espone alla formazione dei brufoli sono i cambiamenti ormonali. Per quel che riguarda invece le zone, il naso, la schiena e le spalle sono quelle dove è più facile si formino brufoli.

Cosa fare

Dato che quando si parla di brufoli durante i nove mesi della gravidanza si fa riferimento ad una condizione che tende a regredire spontaneamente, bisogna partire da un presupposto basilare: la pulizia della pelle è fondamentale. Il che vuol dire che bisogna usare degli appositi detergenti con cui lasciare la pelle pulita e morbida, oltre che ben idratata.

In ogni caso non bisogna utilizzare farmaci se non sotto consulenza di un medico che possa aver valutato con attenzione il caso. Ecco perché solo in casi estremi si ricorre al perossido di benzoile, farmaco normalmente utilizzato contro i brufoli. Senza dimenticare che possono essere ottimi contro questo tipo di brufoli anche prodotti naturali a base di aloe vera e amamelide che agiscono sia come antinfiammatori che come astringenti. Oltre a dover considerare che ci sono prodotti naturali dall’azione esfoliante che potrebbe dare ottimi risultati sulla pelle.

Cosa NON fare

Oltre alle cose da fare per porre rimedio alla presenza dei brufoli in gravidanza, è bene ricordare ciò che non va assolutamente fatto. In primis mai usare e soprattutto non con cadenza regolare saponi sgrassanti. Essi possono dare l’illusione di un miglioramento ma ridurre il grasso non vuol dire affatto far bene alla pelle. Inoltre è sempre bene evitare la pessima pratica dello strofinamento.

Toccare continuamente i brufoli non è cosa buona, anzi può determinare una più larga diffusione di essi anche in altre aree del corpo. Soprattutto bisogna tener presente che toccare o “spremere” i brufoli può determinare facilmente delle infezioni. E dato che le donne in gravidanza non possono usare antibiotici è meglio evitare di correre pericoli. Da bandire assolutamente dal proprio armadietto del bagno cosmetici troppo aggressivi e che potrebbero rovinare la pelle anziché determinarne un miglioramento estetico.

Amazon propone una vasta scelta di articoli per la cura del viso e della pelle a prezzi davvero vantaggiosi: potete trovare tutto quello che vi occorre per una buona beauty routine adatta alla vostra pelle per combattere le imperfezioni. Di seguito troverete una scelta dei migliori prodotti del momento e al click sulle immagini potrete scoprire altri articoli adatti a voi.

1)Sauna facciale: questa sauna facciale arriva a 40 ℃ temperatura del vapore per la dilatazione dei pori, così da pulire in profondità e idratare i pori cellule morte e cosmetici faccia.

Inoltre è ideale come umidificatore per facilitare la respirazione, migliorare il sonno e alleviare gli occhi congestionati. Steam Facial Spa è dotato di tre strumenti per la pulizia di comedoni, strumenti a punta, punte e pinze, un modo più pulito e igienico delle dita per rimuovere impurità come l’acne, punti punti neri, brufoli, comedoni e brufoli.

2)La Roche Posay gel mousse: detergente viso delicato, da usare sia la mattina che la sera prima di andare a dormire, in modo da tenere la pelle sempre pulita e prevenire la formazione di impurità e brufoli.

3) BIO siero viso con Acido Ialuronico puro 100%: applicazione dopo applicazione questo siero rinfresca la pelle secca e dall’aspetto stanco. I suoi ingredienti aiutano a stimolare la produzione naturale del collagene, trattando le linee fini di espressione del viso, ravvivando ed idratando il tuo intero viso, collo e décolleté. Contiene un’alta concentrazione di Acido Ialuronico puro e vegano e Vitamina C e la miscela di ingredienti è ricca di antiossidanti amanti della pelle che proteggono il tuo viso da radicali liberi dannosi e nutrono la tua carnagione rendendola più luminosa e giovanile.

© Riproduzione riservata
Leggi anche