Notizie.it logo

Curare la depressione infantile: cosa fare e gli errori da evitare

Come curare la depressione infantile?

Come curare la depressione infantile: spesso etichettati come violenti e capricciosi, i bambini che soffrono di depressione nascondono dietro questi comportamenti una richiesta di aiuto.

Come curare la depressione infantile? La depressione infantile è un disturbo spesso trascurato in quanto non si pensa che un bambino possa soffrire di tale stato d’animo. Si tratta di un problema che si presenta con sintomatologia tipica tra cui la sensazione di inadeguatezza, tristezza e incapacità a trovare soddisfazione in qualsiasi cosa si faccia o nell’ambiente circostante. I bambini che soffrono di depressione hanno spesso un pessimo umore e pensieri negativi verso se stessi o la propria vita.

Le possibili cause nei bambini

Le cause che portano alla depressione infantile sono poco chiare. Si pensa a motivazioni ambientali e psicologiche, ma anche biologiche oppure genetiche. I dati statistici e scientifici hanno rivelato una combinazione di fattori che possono provocare stati d’animo depressivi fin dai primi anni di vita.

Le cause biologiche vengono talvolta trascurate in quanto non si riesce a collegare in modo diretto l’umore e un neurotrasmettitore.

In realtà si è visto come eventi particolarmente stressanti e a lunga durata, riducono il tasso di concentrazione della serotonina e noradrenalina oltre a rendere iperattivo l’asse ipotalamo-ipofisi-surrene provocando l’aumento del cortisolo nel sangue.

I fattori che possono creare stati depressivi inoltre, sono quelli legati all’ambiente in cui il bambino vive. Tra questi bisogna considerare l’educazione a cui è sottoposto, gli eventi che vive nel corso della sua vita familiare e tutto ciò che invece avviene quando si trova fuori dalla famiglia quindi a scuola o con gli amici.

In particolar modo, vi sono alcune esperienze negative vissute in età infantile che portano a depressione come la perdita di una persona importante, l’assenza di relazioni sociali adeguate, un’insoddisfazione generale che riguarda la propria vita e una sensazione di non avere nessuno sbocco per il futuro.

Come curare la depressione infantile

Aiutare i bambini a superare questi momenti di tristezza è molto importante per permettere al bambino di crescere in modo corretto e con una visione della vita positiva e più ampia. Osservare i disegni che i bambini realizzano aiuta a capire i messaggi che questi cercano di trasmettere inconsapevolmente. Partendo da queste indicazioni si può comprende gli eventuali disagi e si può cercare di comprendere quale sia la causa della depressione del bambino.

Tra le soluzioni vi sono anche trattamenti farmacologici adeguati all’età che devono essere abbinati ad una psicoterapia cognitivo-comportamentale. I farmaci sono una scelta che deve essere valutata con molta attenzione trattandosi di bambini e solo un professionista può stabilire se vi sia davvero la necessità di utilizzare dei stimolatori di serotonina.

La terapia cognitivo-comportamentale è la soluzione migliore per riuscire a riportare i bambini in un equilibrio ideale eliminando le problematiche legate ad uno stato emotivo depressivo.

L’obiettivo dell’approccio cognitivista è proprio cambiare il pensiero e la convinzione negativa su se stessi, su ciò che circonda la persona e sul futuro trasformando tale visione in positivo.

L’attività sportiva è un altro metodo per fornire ai bambini un modo per socializzare, condividere una passione con altre persone, costruire la propria autostima e concentrarsi su obiettivi precisi da raggiungere. La disciplina che insegna lo sport e lo sfogo di energie fisiche unite alla concentrazione mentale, aiutano a focalizzarsi su pensieri positivi e sulla crescita personale oltre alla collaborazione costruttiva con la squadra.

Tutti ottimi propositi che, automaticamente, vengono applicati alla vita quotidiana in modo positivo allontanando la tristezza e la depressione. L’affetto, gli abbracci e il riconoscimento dell’impegno e delle capacità dei bambini anche con le parole o piccoli premi è l’aiuto concreto che la famiglia può dare ai bimbi in crescita.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.