Cosa non fare o dire a una donna in travaglio

Alcuni atteggiamenti potrebbero amplificare la paura della partoriente. Ecco alcune cose da evitare!

Sapete cosa non dovreste assolutamente dire a una donna in travaglio? Anche alcuni atteggiamenti potrebbero essere controproducenti. Ecco tutto ciò che dovreste sapere.

Cosa non dovreste assolutamente dire (o fare) a una donna in travaglio

Condivisione eccessiva/ Condivisione con il mondo

So che siete così eccitati per tutto quello che sta succedendo. Volete raccontare a tutti i presenti in sala d’attesa e probabilmente a tutto il mondo (o su Facebook) cosa sta succedendo alla mamma e al bambino. Dovete però ricordare che questa è la sua esperienza e che potrebbe non voler condividere dettagli specifici con altre persone (anche con i familiari) in quel momento. Potrebbe anche non voler condividere alcun dettaglio.

Rispettate il fatto che si tratta del suo travaglio e della sua nascita. Potrebbe voler essere lei a condividere la notizia. Chi lo sa!

Mangiare davanti a lei

Se a lei non è permesso mangiare durante il travaglio, allora (secondo lei) non dovrebbe essere permesso neanche a voi! È una pessima idea non fare pause per mangiare, perché avete bisogno di energie per sostenerla. L’ultima cosa di cui ha bisogno è che vi sentiate male.

Tuttavia, quando si tratta di mangiare, l’ultima cosa che vorrà fare è guardarvi mangiare o sentire il vostro odore. Molto probabilmente sta morendo di fame, soprattutto se il travaglio è lungo. Non è carino mangiare davanti a lei. Se volete mangiare, vi consiglio di andare in sala d’attesa o di uscire dalla stanza per farlo.

Guardare il monitor per tutto il tempo

Può essere utile vedere sul monitor quando sta arrivando una contrazione, in modo da prepararsi a sostenerla. È anche utile sapere quando arrivano le contrazioni per poter determinare l’andamento del travaglio della mamma. Ma non è utile se non le si presta attenzione perché si guarda solo lo schermo. Questo disumanizza la sua esperienza di nascita e la fa sentire poco importante. Lei vuole il vostro aiuto e la vostra attenzione, quindi non guardate continuamente i monitor.

Chiacchierare

Bisogna essere consapevoli di dove ci si trova e rispettare le esigenze della partoriente. Di solito vogliono una stanza tranquilla, rilassante e calma perché sono già nervose/ansiose per la nascita del loro bambino. Cercate di non chiacchierare troppo con le persone intorno a voi. Questo può distrarre e irritare la mamma in travaglio, facendole perdere la concentrazione. Sarà lei a dirvi se vuole parlare o se vuole che voi parliate.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

I vantaggi del taglio tardivo del cordone ombelicale

Suggerimenti per un parto cesareo positivo: cosa fare

Leggi anche
  • zinco durante la gravidanzaZinco durante la gravidanza: cosa sapere

    Tutti i dettagli per integrare lo zinco nella tua dieta.

  • Yogurt adatti ai neonatiYogurt adatti ai neonati: quali sono e come scegliere i migliori

    In base a cosa scegliere gli yogurt per i neonati e a cosa evitare di questo alimento.

  • Loading...
  • Yoga prenataleYoga prenatale: cos’è e a cosa serve

    Un dolce e rilassante modo per avere innumerevoli benefici.

  • yoga 1Yoga o meditazione zen in gravidanza

    Praticare Yoga in gravidanza può essere di grande aiuto per i periodi che precedono il parto. Scopriamo insieme tutti i benefici.

  • yoga in gravidanzaYoga in gravidanza: i migliori esercizi per mamme e bambino

    Lo yoga è una disciplina orientale che apporta benefici anche in gravidanza. Conosciamolo meglio anche attraverso alcuni libri.

Contents.media