Cosa dire quando qualcuno presume che tu sia ancora incinta

Le migliori risposte per ogni occasione.

Può capitare quel fatidico momento in cui qualcuno presume che tu sia ancora incinta. In un mondo perfetto, le persone potrebbero dare per scontato che tu sia postpartum piuttosto che incinta. Tuttavia, la gente che non l’ha vissuto non ha idea che una donna può ancora sembrare incinta molto tempo dopo il parto.

La nuda verità è che i vestiti premaman tornano utili molto tempo dopo il parto.

Per le nuove mamme, questi momenti possono essere imbarazzanti. “Maschio o femmina?” chiede l’opeario. “C’è un bambino lì dentro!” urla un bambino di 4 anni in banca. Ebbene, può essere difficile sapere come rispondere. Dovresti essere diretta o scusarti? Gentile o tagliente? Dipende da te, ma ecco alcuni suggerimenti per iniziare.

La risposta diretta

Usando una voce calma ed equilibrata, di’ semplicemente: “Non sono incinta”, “Non sono in attesa” o “Il bambino è già nato”.

Una mamma di due bambini ci mette una pietra sopra rispondendo allegramente: “No, non sono incinta. Sono solo grassa”. La risposta diretta può mettere l’altra persona a disagio, ma è una tua responsabilità? No!

La risposta caritatevole

Se il commentatore sembra gentile – e se sei in uno stato d’animo comprensivo – potresti rispondere: “In realtà ho appena partorito… ma il mio corpo non se ne rende ancora conto”.

La risposta caritatevole è sicuramente la strada da percorrere se il colpevole è un bambino.

Una mamma ha ricordato di essere stata in piscina con il suo bambino di 4 mesi, quando una bambina ha esclamato: “Hai un bambino in braccio e un altro nella pancia!”.

“Non ho un bambino nella pancia. Sembra solo che ce l’abbia”, ha risposto lei con gentilezza. La madre della bambina continuò a spiegare alla figlia che la pancia di una mamma si allunga molto quando c’è un bambino al suo interno.

La risposta educativa

Forse è il momento di mettere le cose in chiaro sulla realtà delle pance post-bambino e sull’incredibile restringimento dell’utero. Prova: “Ho già partorito, ma sembro ancora incinta perché il corpo di una donna ha bisogno di tempo per adattarsi dopo nove mesi”.

Potresti anche voler entrare più nel dettaglio: “Vedi, l’utero è un organo incredibile. Normalmente delle dimensioni di una pera o di un pugno, può crescere fino alle dimensioni di un’anguria in gravidanza. Per tornare alle sue dimensioni originali ha bisogno di contrarsi, ed è un processo che richiede settimane“. Vedi quanto tempo ci vuole perché gli occhi del tuo commentatore si spengano.

cosa fare quando pensano che tu sia ancora incinta

La risposta evitante

Quando non sei dell’umore giusto per spiegare, evita. Questo richiede un pensiero veloce e una comoda via di fuga. Una mamma e un papà nuovi di zecca stavano camminando sul loro vialetto quando un vicino li ha notati e ha esordito con un: “Quando avrete il bambino?”

“Sabato”, ha risposto il padre, lasciando che la porta della zanzariera si chiudesse delicatamente dietro di lui. Il bambino era arrivato il sabato precedente – quindi non era tecnicamente una bugia, vero?

La vaghezza è un’altra buona strategia. Per esempio, in risposta alla domanda sul parto, guarda distratta e rispondi: “Da un giorno all’altro!” Poi affrettati verso l’uscita più vicina. Infine, puoi giocare la carta della superstizione e dire: “Preferisco non parlarne. Porta male”. Sussurra l’ultima parte e potresti scoprire che non c’è bisogno di una ritirata precipitosa: l’altra persona si allontanerà con vergogna.

La risposta sprezzante

Forse chi ti fa questa domanda è molto fastidioso, o forse sei in piena fase ormonale e non hai dormito. Un modo per essere sarcastica è quello di dire semplicemente la verità – la risposta diretta con un po’ di mordente. Per esempio, quando qualcuno ti chiede la data del parto, fissalo e digli: “Sette settimane fa, in realtà”.

Vuoi qualcosa di più tagliente? Ecco un suggerimento di una mamma di tre figli: “Il mio ginecologo una volta ha detto che non presume mai che una donna sia incinta finché non vede una testa che esce. Forse dovresti fare lo stesso”.

In un momento così delicato, potresti anche voler gestire i tuoi amici e parenti con tranquillità. Ciò influirà molto sui primi giorni a casa col bambino.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come ridurre lo stress della nuova maternità?

Come prevenire la depressione post-partum: preziosi consigli

Leggi anche
  • zara abbigliamento bambina vestitiniZara abbigliamento bambina: 5 vestitini da non perdere

    Le bambine amano fare shopping e scegliere i propri capi: scopriamo i migliori vestitini per bambina di Zara abbigliamento.

  • migliori zaini per la scuola 2020Zaini per la scuola 2020: quale acquistare?

    Il nuovo anno scolastico è ormai alle porte: quali sono i migliori zaini per la scuola 2020 da acquistare online?

  • Loading...
  • Yoga neo-mamme e bimbiYoga, neo-mamme e bimbi: tutti i vantaggi

    Ecco quali sono i benefici fisici e psicologici dello yoga nelle neo-mamme e nei bimbi dopo il parto.

  • Vestiti pre-gravidanzaVestiti pre-gravidanza: potrai indossarli di nuovo?

    Ogni volta che ti senti frustrata dal tuo aspetto, prendi il tuo bambino e vai allo specchio più vicino.

  • ScatolaUnboxing: cos’è e quali rischi comporta per i bambini

    Il fenomeno dell’unboxing riscuote un successo sempre maggiore ma, pur essendo perlopiù innocuo, può rappresentare dei rischi per i più piccoli.

Contents.media