Notizie.it logo

Coppie in attesa di un bimbo: comunicano tra loro

Coppie in attesa di un bimbo: comunicano tra loro

Dopo il messaggio : ” Caro, aspettiamo un bambino ” ne devono venire molti altri.

La gravidanza non è un evento che coinvolge solo la donna, non dovrebbe; entrambi i genitori sono in attesa che arrivi qualcuno a sconvolgere gli orari, i ritmi, le prospettive, la vita.

La mamma è sommersa da paure e domande, un po’ per colpa degli ormoni, un po’ per il salto in un mondo sconosciuto:

riuscirò a essere una buona madre?

Riuscirò a dargli tutto quanto di cui ha bisogno?

Quanto cambierà la nostra vita?

Riusciremo a fare quello che amavamo fare prima?

Riuscirò ancora a realizzare i miei sogni?

Riusciremo a resistere?

La futura mamma è fragile, ha bisogno di essere accolta e rassicurata.

Il papà? Spesso non parla, sembra fuggire, altre volte rimane muto a sostegno della compagna.

Le paure sono proprie di entrambi e la cosa migliore sarebbe condividerle per vedere che non si è soli, per ridimensionare le angosce e cominciare a trovare soluzioni pratiche.

La differenza è che nei primi mesi è solo lei a intuire la presenza fisica della “minaccia“. Dopo l’ecografia in cui si vede il piccolo nella sua interezza, dopo che anche lui è riuscito a sentirne i movimenti, dopo che il piccolo diventa una presenza per via di questa ingombrante pancia che cresce, allora è possibile una condivisione di sensazioni, aspettative, pensieri.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche
  • I figli unici possono davvero sentirsi soli?I figli unici si sentono davvero soli?

    I figli unici possono sentirsi soli? Avere un unico figlio significa dedicarsi a lui a tutti gli effetti ma ciò non significa che tutti i luoghi comuni riguardo ai figli unici siano veri.