Consigli su cosa fare durante il travaglio di transizione

La transizione è l'ultima fase e la più difficile del travaglio. Ecco alcuni consigli per mantenere la concentrazione.

Avete superato il primo travaglio e il travaglio attivo e ora non sapete cosa fare durante il travaglio di transizione. Se non avete ancora fatto l’epidurale, probabilmente questo è il momento in cui iniziate a desiderarla. E se volete avere un parto naturale, so che potete farlo.

Potete superare il travaglio di transizione!

Che cos’è il travaglio di transizione?

La transizione è l’ultima fase e la più difficile del travaglio. Fortunatamente, è anche la fase più breve del travaglio. In questa fase, la cervice si dilaterà da 7 a 10 centimetri (completa) e sarà sottile al 100%. Le contrazioni saranno a distanza di circa 2-3 minuti l’una dall’altra, ogni contrazione durerà 60-90 secondi e sarà di forte intensità.

A causa della velocità e dell’intensità, questo è il momento in cui la concentrazione potrebbe vacillare.

Cosa si può sentire

  • Contrazioni più lunghe e più intense
  • Nausea – vomito o conati di vomito
  • Rutti e/o singhiozzo
  • Distorsione del tempo
  • Vampate di calore/freddo – sudorazione e passaggio dal caldo al freddo
  • Tremori e scosse incontrollabili
  • Intensa pressione perineale/rettale – si può avere la sensazione di dover andare di corpo
  • Rottura delle membrane e aumento della produzione di sangue
  • Perdita di pudore
  • Perdita di appetito
    Irritabilità – sentirsi sopraffatte dopo aver affrontato bene il travaglio attivo; annunciare di non farcela più, di voler andare a casa o di volere dei farmaci
  • Perdita di determinazione
  • Bisogno di sostegno fisico ed emotivo
  • Aumento della sensibilità al tatto
  • Sensazione di perdere il controllo
  • Nebbia
  • Avversione alle distrazioni
  • Disorientamento
  • Dubbi su se stessi

Consigli su cosa fare durante il travaglio di transizione

Entrate in acqua!

L’acqua è l’epidurale della natura. Le nascite nei centri per il parto e le nascite a domicilio non hanno questo problema, poiché le loro assistenti sono ostetriche. Tuttavia, sfortunatamente, la maggior parte dei medici degli ospedali non permette di avere un parto in acqua perché non hanno questo tipo di formazione su come prendere un bambino in acqua.

cosa fare durante il travaglio di transizione consigli

Concentrarsi sulla respirazione

Probabilmente vi siete sempre concentrate sulla respirazione, il che è positivo, ma durante la transizione è necessaria tutta la vostra attenzione. Può sembrare un compito semplice quello di concentrarsi sull’inspirazione e l’espirazione, ma in realtà ci vuole uno sforzo e un impegno enormi per mantenere l’attenzione quando le cose si fanno difficili.

Emettere suoni durante le contrazioni

Alcune donne possono pensare di dover fare silenzio durante il travaglio, altrimenti fanno una scenata. Cancellatelo dalla vostra mente, perché emettere suoni durante le contrazioni è normale e utile. Durante il travaglio, i suoni che emettete devono essere sempre bassi e lamentosi. Questi suoni bassi aiutano a rilassare la bocca e la gola, il che aiuta a rilassare la cervice e la vagina.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Consigli su cosa fare durante il travaglio attivo

Come spingere durante il parto: posizioni e consigli

Leggi anche
  • zinco durante la gravidanzaZinco durante la gravidanza: cosa sapere

    Tutti i dettagli per integrare lo zinco nella tua dieta.

  • Yogurt adatti ai neonatiYogurt adatti ai neonati: quali sono e come scegliere i migliori

    In base a cosa scegliere gli yogurt per i neonati e a cosa evitare di questo alimento.

  • Loading...
  • Yoga prenataleYoga prenatale: cos’è e a cosa serve

    Un dolce e rilassante modo per avere innumerevoli benefici.

  • yoga 1Yoga o meditazione zen in gravidanza

    Praticare Yoga in gravidanza può essere di grande aiuto per i periodi che precedono il parto. Scopriamo insieme tutti i benefici.

  • yoga in gravidanzaYoga in gravidanza: i migliori esercizi per mamme e bambino

    Lo yoga è una disciplina orientale che apporta benefici anche in gravidanza. Conosciamolo meglio anche attraverso alcuni libri.

Contents.media