Consigli per i papà durante il parto: cosa dovreste fare

Ecco come sostenere al meglio la propria compagna quando ne ha più bisogno.

Esistono diversi consigli da dare ai papà che stanno per affrontare il parto della loro compagna. La maggior parte dei papà non sa come saranno il travaglio e il parto, se non per quello che hanno visto nei film e nei programmi televisivi.

E in realtà, devono dimenticarsi di tutto questo! Avere un bambino dall’inizio alla fine in 15-30 minuti (magari!) non è realistico. Il travaglio a volte (molto raramente) può avvenire rapidamente, ma nella maggior parte dei casi non è così. Soprattutto se si aspetta il primo figlio.

Quando il travaglio si verifica nella vita reale, i papà possono sentirsi sopraffatti e non sanno cosa fare e come aiutare e sostenere al meglio la propria compagna quando ne ha più bisogno.

Consigli per i papà durante il parto

Sapere cosa aspettarsi durante il travaglio

Uno dei modi migliori per sostenere la compagna in travaglio è sapere cosa aspettarsi durante il travaglio. Quando sapete cosa aspettarvi, entrambi vi sentirete più forti e consapevoli di ciò che sta accadendo. Per questo motivo vi consiglio vivamente di prepararvi alla nascita del vostro bambino frequentando un corso di preparazione al parto con il vostro partner.

Tutti gli ospedali e i centri per la nascita organizzano corsi e, nella maggior parte delle città, vengono offerti diversi corsi fuori sede in ogni comunità. Assicuratevi di esaminare tutte le opzioni. Parlate con la vostra partner di quale sia il corso migliore per entrambi.

Aiutare a cronometrare le contrazioni

Innanzitutto, non è necessario cronometrare le contrazioni quando inizia a sentirle. Quando entrambi riconoscete che le contrazioni sono costanti, sempre più ravvicinate e sempre più forti, è il momento giusto per iniziare a cronometrarle. Questo vi aiuterà a capire quanto sono lunghe e distanti tra loro.

Non andate in ospedale troppo presto

So che è molto emozionante quando la vostra compagna vi annuncia che sta avendo le contrazioni. Ma non correte in ospedale nel momento in cui vi dice che è in travaglio. Se lo fate, molto probabilmente le contrazioni non sono abbastanza frequenti e forti e la cervice non si è dilatata abbastanza per essere ammessa al travaglio e al parto. Ciò significa che vi respingeranno entrambi e dovrete tornare a casa.

Se le acque si rompono prima, ecco un elenco di domande da farle:

“Quando ti si sono rotte le acque, c’è stata una fuoriuscita di liquido o solo un rivolo?”
Questo vi permetterà di sapere se si è trattato di una lacerazione alta (un rivolo d’acqua) o bassa (un grande zampillo). Nota: l’acqua continuerà a uscire per tutto il tempo fino alla nascita del bambino. Non preoccupatevi, quindi, se continua a fuoriuscire.

consigli per i papà parto

“Il liquido è limpido o ha colore?”

Se l’acqua ha un colore giallo, marrone o verdastro, significa che c’è del meconio (la prima cacca del bambino) nell’acqua e potrebbe significare che il bambino è in difficoltà perché ha già fatto la cacca all’interno.

“Ha un odore sgradevole e distinto?”

Non che l’acqua/il liquido amniotico sia inodore, ma non dovrebbe avere un odore del tutto sgradevole. Se l’odore è molto forte, potrebbe trattarsi di un’infezione.

“Senti ancora il bambino muoversi?”

Questa è la domanda più importante. Se le acque si sono rotte e c’è stato un grande getto, il cordone ombelicale potrebbe essere scivolato attraverso la cervice (prolasso del cordone). Questo può interrompere l’ossigeno e la circolazione al bambino. Se non sente il bambino muoversi, fatele bere del succo di frutta e sdraiatevi su un fianco. Aspettate dieci minuti. Se ancora non sente il bambino muoversi, fatela inginocchiare, abbassare la testa e alzare il sedere per staccare il bambino dal cordone e chiamate il 118.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Quando fare l’epidurale durante il travaglio

I benefici del latte materno: una vera e propria panacea

Leggi anche
  • zinco durante la gravidanzaZinco durante la gravidanza: cosa sapere

    Tutti i dettagli per integrare lo zinco nella tua dieta.

  • Yogurt adatti ai neonatiYogurt adatti ai neonati: quali sono e come scegliere i migliori

    In base a cosa scegliere gli yogurt per i neonati e a cosa evitare di questo alimento.

  • Loading...
  • Yoga prenataleYoga prenatale: cos’è e a cosa serve

    Un dolce e rilassante modo per avere innumerevoli benefici.

  • yoga 1Yoga o meditazione zen in gravidanza

    Praticare Yoga in gravidanza può essere di grande aiuto per i periodi che precedono il parto. Scopriamo insieme tutti i benefici.

  • yoga in gravidanzaYoga in gravidanza: i migliori esercizi per mamme e bambino

    Lo yoga è una disciplina orientale che apporta benefici anche in gravidanza. Conosciamolo meglio anche attraverso alcuni libri.

Contents.media