La congiuntivite nei bambini: cos’è

Un fenomeno piuttosto diffuso da non sottovalutare.

La congiuntivite è un’infiammazione molto comune e curabile della congiuntiva, una membrana che riveste l’interno delle palpebre e il bianco degli occhi. I vasi sanguigni diventano più visibili quando sono infiammati, dando all’occhio il caratteristico rosa o rossore della condizione.

L’infiammazione può essere causata da un’infezione, un allergene o qualche altro irritante. Le infezioni batteriche e virali della congiuntivite sono molto contagiose.

Sintomi nei bambini

  • Arrossamento del bianco dell’occhio e del bordo inferiore della palpebra
  • Scarico appiccicoso
  • Palpebre o ciglia incrostate

Chiama il medico del tuo bambino non appena noti i sintomi della congiuntivite. È importante trattarla prontamente, per evitare di diffondere i germi e per prevenire la rara complicazione di un’infezione della palpebra e del tessuto molle intorno all’occhio.

Gli occhi leggermente rossi e qualche gonfiore palpebrale in un neonato possono essere un tipo di congiuntivite di breve durata. Quest’ultima si sviluppa in reazione al collirio dato ai bambini alla nascita.

Le cause della congiuntivite

Ecco alcune possibili cause della congiuntivite nei bambini.

Un virus: se il tuo bambino ha sia la congiuntivite che i sintomi del raffreddore, l’infezione è molto probabilmente virale. I virus sono la causa più comune di congiuntivite.

Batteri: se gli occhi del tuo bambino producono uno scarico giallo denso che fa gonfiare le palpebre o le fa aderire tra loro, probabilmente la colpa è di batteri come lo stafilococco, lo streptococco o l’hemophilus. C’è anche una forma grave di congiuntivite batterica chiamata oftalmia neonatorum che si verifica nei neonati esposti a clamidia o gonorrea durante il parto.

Un allergene: le reazioni allergiche sono rare nei bambini al di sotto di 1 anno. Tuttavia, se gli occhi sembrano pruriginosi e gonfi e ha il naso che cola, potrebbe avere una reazione allergica a un irritante come polvere, polline o fumo.

Collirio per neonati: il collirio dato alla nascita per prevenire le infezioni batteriche può irritare gli occhi del neonato. Questo è talvolta chiamato congiuntivite chimica.

Condotti lacrimali bloccati: almeno il 20% dei bambini nasce con uno o entrambi i condotti lacrimali bloccati o parzialmente bloccati. Il blocco può portare a sintomi simili alla congiuntivite, come uno scarico bianco o giallo, o una congiuntivite completa.

Un altro irritante di qualche tipo: tutto ciò che può irritare l’occhio e il rivestimento della palpebra, dallo smog al cloro di una piscina.

Come si cura?

Se il tuo neonato ha la congiuntivite, chiama subito il tuo medico; può trattarsi di un’infezione seria essendo così piccolo. Il medico esaminerà gli occhi del tuo bambino e ti chiederà dei suoi sintomi. Il trattamento dipenderà dal tipo di congiuntivite.

Congiuntivite virale

La congiuntivite virale è causata da un virus. Di solito guarisce da sola in una settimana. Il tuo medico ti consiglierà di tenere pulita l’area lavando delicatamente gli occhi del tuo bambino con acqua calda e strofinando via lo scarico secco. Se gli occhi non sono migliorati dopo due settimane, fallo sapere al medico.

Un impacco caldo può essere confortante. Basta immergere un panno pulito in acqua tiepida e metterlo sugli occhi del tuo piccolo, per esempio mentre sta mangiando.

Congiuntivite batterica

Se i batteri sono i colpevoli, il medico ti prescriverà una pomata antibiotica o delle gocce da usare sugli occhi del tuo bambino per circa sette giorni. Potresti trovare l’unguento più facile da applicare rispetto alle gocce: lavati le mani, poi tira delicatamente la palpebra inferiore del tuo bambino verso il basso e fai scorrere una linea di pomata lungo di essa. L’unguento cade dal tubetto mentre lo schiacci, quindi hai solo bisogno di una buona mira. Quando il tuo bambino sbatte le palpebre, l’unguento entrerà nel suo occhio.

Se stai usando delle gocce, mira all’angolo interno dell’occhio. Questo può essere più facile da fare quando il suo occhio è chiuso. Quando apre l’occhio, la medicina ci finirà dentro. Lavati le mani prima e dopo aver trattato i suoi occhi, e non condividere mai le medicine o usare vecchie gocce o unguenti. I vecchi farmaci non sono probabilmente sterili e potrebbero peggiorare l’infezione.

Assicurati di usare l’intero ciclo di antibiotici prescritto, anche dopo che i sintomi sono spariti. Altrimenti, l’infezione potrebbe tornare. Il tuo medico ti raccomanderà probabilmente di lavare gli occhi del tuo bambino con acqua calda e di strofinare delicatamente lo scarico secco, perché un accumulo di liquido infetto può rendere gli antibiotici meno efficaci.

Un impacco caldo può essere confortante. Immergi un panno pulito in acqua tiepida e mettilo sugli occhi del tuo bambino.

Congiuntivite allergica

Il trucco è identificare l’allergene e tenere il tuo bambino lontano da esso. Se gli occhi mettono a disagio tuo figlio, un impacco fresco potrebbe dare un po’ di sollievo dalla congiuntivite allergica.

Congiuntivite chimica

Questa reazione al collirio per neonati, dato per prevenire l’infezione, è probabile che duri solo 24-36 ore.

congiuntivite bambini

Tutti i tipi di congiuntivite

Molti medici raccomandano di mettere alcune gocce di latte materno spremuto (se stai allattando) negli occhi interessati. Andrebbe fatto più volte al giorno per aiutare a pulire qualsiasi scarico, trattare un’infezione precoce, o anche prevenire un’infezione.

Quanto è contagiosa?

Le congiuntiviti batteriche e virali sono entrambe estremamente contagiose. Per evitare che l’infezione si diffonda, lavati le mani ogni volta che finisci di prenderti cura degli occhi del tuo bambino. Tieni i suoi asciugamani, i vestiti e le lenzuola separati da quelli di tutti gli altri e lavali regolarmente.

Il mio bambino può andare all’asilo con la congiuntivite?

Dovrai controllare la politica del tuo asilo nido per scoprire se il tuo bambino può frequentarlo mentre ha i sintomi. L’American Academy of Pediatrics suggerisce che non è sempre necessario escludere un bambino dall’asilo a causa della congiuntivite, ma le strutture hanno le loro regole.

Alcune permettono ai bambini di tornare dopo 24 ore di trattamento, per esempio. Altri non li lasciano tornare fino a quando non hanno più scariche oculari.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Cellulite periorbitale nei bambini: cos’è

Calazio nei bambini: sintomi, trattamento, prevenzione

Leggi anche
  • ZainoZaino scuola per bambini: modelli e marche migliori

    Le vacanze estive stanno finendo ed è tempo di pensare al rietro a scuola; Zaino scuola per bambini: modelli e marche migliori.

  • zaini scuolaZaini scuola: quale scegliere per i propri figli

    La scelta degli zaini scuola per i figli è fondamentale per affrontare l’anno scolastico in arrivo. Sicuramente alla moda, ma comodi e di qualità.

  • Loading...
  • zaini per bambiniZaini per bambini: il meglio per la scuola

    Gli zaini per bambini per il ritorno tra i banchi sono in vario tipo, con fantasie e stili diversi: dai personaggi Disney ai super eroi sino a Batman.

  • zaino elementare bambina 2Zaini elementari bimba: le tendenze del momento

    Con l’inizio delle scuole elementari è importante scegliere,per la propria bambina, uno zaino comodo e capiente ma al passo con le tendenze del momento.

  • zaini elementari bambinoZaini elementari bambino: quale acquistare

    Lo zaino è l’accessorio fondamentale per la scuola elementare: in esso verranno riposti tutti gli oggetti necessari per affrontare la quotidianità scolastica. Quali caratteristiche deve avere uno zaino adatto ad un bambino? Di seguito i modelli migliori.

Contents.media