Notizie.it logo

Come utilizzare cuscino per l’allattamento

Come utilizzare cuscino per l’allattamento

0

La pratica dell’allattamento è un momento unico per la madre, un attimo di condivisione unico che crea le basi per un legame che rimarrà solido per sempre. Nonostante si tratti di un gesto naturale e magico, ad esso sono legati molti fastidi e dolori che possono però essere curati attraverso dei facili espedienti. Uno dei primi problemi che si presentano, ad esempio, è quello della postura, sopratutto nei primi giorni di vita del neonato, quando il piccolo mangia quasi per tutto il giorno.

Durante queste lunghe e faticose giornate può capitare che la mamma si senta piuttosto indolenzita e stanca, sopratutto a livello del collo e della schiena. Per rendere più comodo questo momento, allora, può essere utile acquistare uno dei cosidetti “Cuscini da allattamento”.

Sono gli stesi ginecologi e pediatri a consigliare l’uso di questi cuscini, in quanto aiutano non solo la mamma, ma anche il bambino, che viene sostenuto meglio.

Il cuscino, è disponibile in commercio in varie misure e modelli in quanto può essere usato in diversi modi, normalmente ha una forma di tubo. Variano anche le imbottiture, per delle mamem che sono attente anche all’ambiente. Durante la gravidanza, ad esempio, può essere utile per poggiare le gambe e avvertire meno il gonfiore, o anche per dormire sul fianco. Durante l’allattamento invece, può essere utilizzato da sedute sotto il bambino, fasciando il busto della mamma, o sotto il braccio, appoggiandosi per bilanciare meglio il piccolo. Un ulteriore utilizzo può essere fatto da distese, a letto, poggiando direttamente sopra il bambino.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche