Come trascorrere il Giorno della Memoria con i bambini

Il Giorno della Memoria è la giornata dedicata al ricordo delle vittime dell’Olocausto, ovvero dello sterminio di massa degli ebrei d’Europa eseguito dalla Germania Nazista, che viene indicato anche con il termine Shoa. Il genocidio coinvolse circa 6 milioni di ebrei e altre categorie di persone considerate inferiori dal punto di vista razziale o nemiche del governo e della cultura tedesca, tra cui: rom, testimoni di Geova, omosessuali e comunisti.

Il 27 Gennaio di ogni anno, in tutti i paesi d’Europa e del mondo, si torna a riflettere su questa grande tragedia storica attraverso la proiezione di film, di documentari o l’organizzazione di eventi che ricostruiscono le fasi dello sterminio e la storia di chi ha vissuto sulla propria pelle la Shoa.

Anche nelle scuole si svolgono attività dedicate al ricordo delle vittime dell’Olocausto, perché è importante sensibilizzare le nuove generazioni al problema del razzismo che, purtroppo, si manifesta ancora nelle società moderne.

Per trascorrere un Giorno della Memoria insieme ai propri alunni o ai propri figli, all’insegna della rievocazione e della comprensione delle vicende storiche della Shoa, ci si potrebbe dedicare alla lettura di alcune pagine del Diario di Anna Frank, famosa opera scritta da una bambina ebrea che con la sua famiglia fu deportata in un campo di concentramento dove morì tragicamente. L’ideale sarebbe promuovere una lettura attiva, ovvero lasciare che i bambini commentino le pagine del libro, per riflettere e discutere insieme, in una sorta di attività di gruppo in cui ognuno può esprimere ciò che lo ha più colpito, per ricavare qualcosa di interessante da ogni riflessione.

Un altro metodo per far comprendere ai ragazzi il significato dell’Olocausto è proiettare dei film che hanno per protagonisti dei bambini che sono state vittime del genocidio: rivedendo la storia dal punto di vista dei più piccoli, i bimbi si sentirebbero più coinvolti e interessati all’argomento. Vi sono vari film, come Il bambino con il pigiama a righe, tratto dall’omonino romanzo, che narra dell’amicizia segreta tra il figlioletto di un ufficiale nazista e un bimbo ebreo che vive in un lager, oppure Jona che visse nella balena, in cui il protagonista, che è proprio l’autore del libro che ha ispirato il film, ricostruisce la sua dolorosa esperienza di deportazione vissuta durante l’infanzia. Un altro film che merita particolare attenzione è La vita è bella di Roberto Benigni che racconta, alternando toni comici e drammatici, lo stratagemma di un padre che cerca di far vivere al proprio figlio la realtà quotidiana all’interno di un campo concentramento come se fosse un gioco, per non fargli sentire il peso della tragedia, fino a sacrificare la sua vita per lui.

Scritto da Antonietta Zazzara
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come scegliere materasso matrimoniale in lattice naturale

Eventi per bambini a Roma gennaio 2015

Leggi anche
  • ZainoZaino scuola per bambini: modelli e marche migliori

    Le vacanze estive stanno finendo ed è tempo di pensare al rietro a scuola; Zaino scuola per bambini: modelli e marche migliori.

  • zaini scuolaZaini scuola: quale scegliere per i propri figli

    La scelta degli zaini scuola per i figli è fondamentale per affrontare l’anno scolastico in arrivo. Sicuramente alla moda, ma comodi e di qualità.

  • zaini scuola superiore ragazzoZaini scuola superiore ragazzo: quale acquistare

    Zaini per ragazzo alla scuola superiore: i requisiti di comfort e i modelli più acquistati. Una guida alla scelta dell’accessorio scolastico fondamentale.

  • Loading...
  • zaini scuola superiore ragazzaZaini scuola superiore ragazza: i migliori modelli

    Lo zaino è l’accessorio must have per tutte le ragazze alle scuole superiori: questo deve saper coniugare la comodità alle esigenze di stile personale. Le marche tra le quali scegliere sono molteplici, per assecondare ogni personalità. Vediamone alcune.

  • zaini per bambiniZaini per bambini: il meglio per la scuola

    Gli zaini per bambini per il ritorno tra i banchi sono in vario tipo, con fantasie e stili diversi: dai personaggi Disney ai super eroi sino a Batman.

Contents.media