Notizie.it logo

Come superare il senso di colpa per un aborto spontaneo

ritrovare la serenità dopo aborto naturale

Un aborto spontaneo può essere per un donna un evento davvero molto traumatico, viene vissuto come un vero e proprio lutto e può diventare un dramma che si protrae per diverso tempo.

Nel momento in cui una mamma perde un figlio la sua mente è pervasa da mille domande e sensi colpi, insorge il timore di aver fatto qualcosa di sbagliato, di essersi sottoposta a qualche sforzo eccessivo, addirittura di aver mangiato qualcosa che possa aver in qualche modo danneggiato il piccolo, c’è la tendenza a non sentirsi una buona madre e a provare un lacerante rimorso. Se ti trovi in questa spiacevole situazione, per superare il dolore è necessario che tu ti convinca che non c’è colpa in un aborto spontaneo, che quando sono presenti delle anomalie genetiche o di altro tipo, s’innesca un meccanismo naturale che rimuove tutto ciò che è incompatibile con la vita.

Spesso a nulla valgono gli sforzi per far proseguire una gravidanza che è partita male, per cui bisogna considerare il tutto come un evento casuale, un incidente di percorso che può capitare a chiunque.

E non temere che l’aborto abbia potuto danneggiare la tua fertilità, anche se sfortunatamente ti è successo più di una volta, sei assolutamente in grado di portare a termine altre gestazioni senza problemi, tante donne vivono questa drammatica esperienza, ma poi riescono subito a realizzare il sogno di diventare mamme. Se senti di non essere in grado di farcela da sola, non esitare a parlarne con uno psicologo, che sicuramente saprà aiutarti a ritrovare la serenità e ad affrontare al meglio una futura gravidanza.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche