Notizie.it logo

Come spiegare le opere di misericordia ai bambini

spiegare cos è la misericordia ai bimi

Per vivere le festività con un autentico spirito natalizio è fondamentale spiegare ai bimbi il significato profondo del Natale, per far sì che essi comprendano alcuni valori che sono importanti per migliorare la nostra vita. Il 25 Dicembre si celebra la nascita di Gesù Bambino che rappresenta per ogni cristiano la rinascita e il rinnovamento della propria fede in Dio, Gesù viene nel mondo per annunciare il Vangelo, per esortare gli uomini a vivere seguendo la strada dell’amore per il prossimo, dell’altruismo, del perdono e della pace. Questi principi sono essenziali non solo per i cristiani, ma anche per coloro che non sono credenti e ci aiutano a gettare la basi di una società pacifica, fatta di persone che si rispettano e che sono solidali tra loro.

Per far comprendere ai bambini come mettere in pratica tali valori potreste parlare loro delle opere di misericordia. Innanzitutto dovete chiarire il significato della parola misericordia e potete dire che è un sentimento di compassione e di generosità verso coloro che sono meno fortunati e che vivono in un momento di difficoltà.

Poi proseguite il discorso indicando quali possono essere le azioni di bontà e fate alcuni esempi come aiutare i poveri, donando loro del cibo o dei soldi affinchè essi provvedano ai loro bisogni, vi sono varie associazioni che danno sostegno alle persone povere e un modo per compiere delle opere di misericordia è entrare a far parte di qualcuna di esse.

Si può essere d’aiuto al prossimo non solo in senso materiale, ma anche spirituale, se per esempio c’è una persona che soffre, che è triste, anziana, sola o malata, la si può consolare e farle compagnia affinché si senta più felice e riesca a sopportare più serenamente la sua situazione. Anche soccorrere gli animali abbandonati è un modo per praticare la misericordia, tantissime possono essere le opere di altruismo, basta essere sempre pronti a dare una mano a coloro che ne hanno bisogno e a regalare un po’ del proprio tempo agli altri.

© Riproduzione riservata
Leggi anche