Notizie.it logo

Come proteggere neonati e bambini dagli insetti notturni

Come proteggere i bambini dagli insetti notturni

I bambini devono essere protetti dagli insetti notturni, non solo per evitare loro i fastidi che le punture comportano, ma anche per prevenire eventuali allergie.

L’estate è una delle stagioni più attese, ma anche di quelle più odiate a causa degli insetti! Le zanzare sono tra gli insetti più fastidiosi e, negli ultimi tempi, vengono a farci visita ancora prima che la stagione calda arrivi. Nemmeno i bambini purtroppo sono immuni, anzi molto spesso sono i più colpiti. I bambini devono essere protetti, non solo per evitare loro i fastidi che le punture comportano, ma anche per prevenire eventuali allergie che nel loro caso possono essere fatali. I bambini, inoltre, hanno una pelle molto delicata e sono più soggetti ad infiammazioni. Quindi come proteggere i bambini e i neonati dagli insetti notturni?

Come proteggere i bambini dagli insetti notturni

Le zanzare e gli altri insetti notturni possono essere molto fastidiosi soprattutto la notte, perché possono disturbare il sonno notturno con i loro ronzii. Affinché il sonno dei bambini non venga disturbato da questi odiosi animaletti è possibile adottare alcuni piccoli accorgimenti. La prima cosa da fare è quella di installare una zanzariera alla finestra o, laddove non fosse possibile, installare una tendina dalla trama fatta a rete molto fitta, in modo tale che gli insetti non possono entrare.

Quando i bambini sono molto piccoli e dormono ancora in culla, per proteggerli è possibile coprirli con un velo leggero dalla trama sottilissima.

Se ci sono dei bambini in casa sono da preferire i repellenti naturali e non quelli chimici, in commercio ce ne sono diversi a base di citronella, geranio o menta. A tal proposito, potrebbe essere d’aiuto posizionare una pianta di geranio o menta sul davanzale della finestra per allontanarli. Nel caso in cui il neonato venga punto è necessario applicare una pomata antistaminica specifica per bambini per far in modo che non si gratti, poiché è possibile che si creino delle infezioni piuttosto fastidiose.

Soluzioni per neonati al di sotto dei tre mesi

In base all’età del bambino è possibile adottare diversi metodi per proteggerli in maniera corretta dagli insetti. Per i neonati al di sotto dei tre mesi non è possibile utilizzare degli spray anti-zanzare anche se di origine naturale poiché potrebbero irritargli la pelle che in quella fascia di età è molto delicata.

In questo caso è possibile adottare altri accorgimenti, ovvero non uscire nei momenti della giornata in cui le zanzare sono più attive come alba e tramonto. Installare delle zanzariere alle finestre, oppure utilizzare dei teli intorno al letto o alla culla. Inoltre, se non fa troppo caldo, fargli indossare vestiti di cotone molto traspirante e di colore chiaro, in modo da non lasciare troppa pelle scoperta. Un’altra soluzione potrebbe essere quella di utilizzare un ventilatore in casa, poiché il flusso d’aria rende difficoltoso il volo.

Soluzioni per bambini fino ai tre anni

Per questa fascia di età è possibile utilizzare spray repellenti. Attenzione, però, gli spray devono essere specifici per bambini e devono riportare la dicitura Presidio Medico Chirurgico. In alternativa, è possibile utilizzare spray repellenti realizzati con ingredienti naturali. In commercio se ne trovano diversi a base di cedro, citronella, ecc. La loro efficacia però è piuttosto blanda.

Proteggere i bambini dai tre ai dodici anni dagli insetti notturni

Quando i bambini sono più grandi è possibile utilizzare anche spray repellenti più strong. Quelli più efficaci sono quelli a base di dietiltoluamide (DEET) e icaridina (picaridina o KBR 3023).

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.