Come prepararsi alla prima cacca dopo il parto

La prima cacca dopo il parto è molto fastidiosa. Ecco alcune strategie per facilitare questo processo in modo sicuro ed efficace.

La prima cacca dopo il parto è molto fastidiosa. La defecazione, o cacca, richiede l’apertura dei muscoli del pavimento pelvico e degli sfinteri anali. I muscoli del pavimento pelvico sono normalmente chiusi per impedire la fuoriuscita di urina o feci.

Questi potenti muscoli sostengono anche la vescica, l’utero e l’intestino e aiutano a mantenere la posizione eretta. I muscoli addominali aggiungono un’altra componente necessaria alla cacca, creando una leggera pressione verso il basso per favorire l’eliminazione delle feci.

Ecco come prepararvi al meglio in modo da prevenire i vari disagi.

Perché la prima cacca dopo il parto è così fastidiosa?

Ci sono diversi motivi per cui la prima cacca dopo il parto è difficile.

Se avete partorito per via vaginale, i muscoli del pavimento pelvico si sono dovuti allungare molto più del normale: 326% in più rispetto al riposo. C’è il 90% di possibilità che abbiate avuto una lacerazione durante il vostro primo parto vaginale. L’area più comune di lacerazione è quella tra l’apertura vaginale e l’ano, chiamata perineo. Si tratta di una struttura cruciale che aiuta a tenere tutto sollevato.

Durante il parto, quindi, i muscoli pelvici hanno subito un forte stiramento, con possibile lacerazione.

Avete usato i muscoli addominali per spingere fuori il vostro bambino. Per fare la prima cacca, state cercando di aprire i muscoli esausti e doloranti. Ma il perineo, che aiuta a sostenere tutto, è stato stirato e sta appena iniziando a guarire.

Suggerimenti per facilitare il processo

Prendete un ammorbidente per le feci

Se non avete preso un ammorbidente per qualche giorno o settimana prima del parto, iniziate a prenderne uno il giorno del travaglio e qualche giorno dopo. Molto probabilmente l’ospedale o il centro per il parto offriranno un ammorbidente per le feci. Assicuratevi di controllare il dosaggio corretto se portate con voi il vostro. L’ammorbidente non funziona come un lassativo. Al contrario, ammorbidisce le feci aggiungendo umidità e rendendole più facili da espellere. Oltre a un ammorbidente, assicuratevi di rimanere idratate e di mangiare cibi ricchi di fibre.

come fare la prima cacca dopo il parto

Sollevare i piedi su uno sgabello

Avete mai sentito parlare dello sgabello? La scienza dimostra che se le ginocchia sono sollevate sopra il livello dei fianchi, i muscoli del pavimento pelvico che si stringono intorno al passaggio della schiena si liberano e tutto si apre. Sì, avete fatto la cacca in modo sbagliato per tutta la vita!

Sostenete il perineo

Dopo l’enorme stiramento dei muscoli del pavimento pelvico che si verifica con un parto vaginale, un leggero sostegno verso l’alto vi aiuterà a contrastare la pressione e vi permetterà di aprire i muscoli senza che si abbassino. A tale scopo, prendete una salvietta calda e premete delicatamente verso l’alto sull’area centrale tra la parte anteriore e quella posteriore mentre vi muovete.

Respiri profondi

Fate alcuni respiri profondi nella gabbia toracica e nella pancia. La respirazione permette al diaframma di muoversi verso il basso e di massaggiare il colon dall’interno, aiutandolo a muoversi.

Praticate il rilassamento del pavimento pelvico

Prendetevi del tempo per imparare ad aprire correttamente i muscoli del pavimento pelvico. Essi devono aprirsi durante la defecazione e per far nascere il bambino.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Le erbe possono aumentare la produzione di latte materno?

Si deve continuare ad allattare mentre si è malati?

Leggi anche
  • zuppa di polloZuppa di pollo con farro e funghi shiitake

    Una saziante e deliziosa zuppa ricca di nutrienti essenziali.

  • ginger sickness 125104224 resizedZenzero contro la nausea
  • Loading...
  • Zanzare bambini rimediZanzare: i rimedi per difendere i bambini

    Le zanzare in estate, ma spesso si presentano anche in inverno, rappresentano un fastidio continuo, ma per i bambini possono essere anche dannose. Ecco dei consigli per proteggere e prevenire i vostri figli dalle punture di questi insetti.

  • 174Yogurt magro, fa bene e ha meno calorie
  • untitled 119Yoghurt senza zucchero
Contents.media