Come organizzare il congedo di maternità in modo sicuro

Con alcuni preparativi strategici, è possibile creare un piano che protegga l'importante momento di legame con il bambino prima di rientrare in ufficio.

Organizzare il congedo di maternità è un processo molto importante. Con alcuni preparativi strategici prima del congedo, è possibile creare un piano che protegga l’importante momento di legame con il bambino prima di rientrare in ufficio.

Come organizzare il congedo di maternità

Negoziare il congedo

Quando si è in attesa, sembra che non si faccia altro che pianificare. Dal piano del parto ai nomi, alla cameretta, sono molte le cose a cui pensate. Ma una delle cose più importanti da considerare è il piano di lavoro. Iniziate a porvi alcune domande sulla vita dopo l’arrivo del bambino:

  • Devo/voglio tornare al lavoro?
  • Lavorerò a tempo pieno o parziale?
  • Se posso scegliere, voglio prendere in considerazione la possibilità di lavorare a distanza?
  • Quanto tempo devo stare a casa prima di tornare al lavoro?

Una volta individuata la vostra situazione ideale, informatevi sulle politiche di congedo della vostra azienda contattando l’ufficio risorse umane (se ce l’hanno).

Prepararsi al congedo

L’ultima cosa che vorrete fare con un neonato al seguito è montare il passeggino che avete ricevuto alla festa o scrivere biglietti di ringraziamento tra una poppata e l’altra. Assicuratevi che il nuovo membro della famiglia sia la vostra unica e sola attenzione occupandovi di tutte queste possibili distrazioni prima dell’arrivo del bambino:

  • Individuare i luoghi adatti ai bambini nella vostra zona (ristoranti, parchi, ecc.).
  • Montate, installate e provate tutte le attrezzature per neonati: non è sempre così intuitivo come i neogenitori potrebbero aspettarsi! Questo vale anche per la fascia o il marsupio.
  • Dare una bella ripulita alla casa (e a tutto ciò che contiene) e fare il bucato (consiglio: le lenzuola pulite danno una bella sensazione dopo aver passato qualche notte in un letto d’ospedale. Regalatevi biancheria fresca che vi aspetta a casa).
  • Confermate le disposizioni per l’assistenza all’infanzia dopo il congedo di maternità.
  • Cucinate e congelate diversi pasti per ridurre al minimo il tempo trascorso in cucina.
  • Scegliere gli annunci di nascita da inviare.
  • Prenotate una sessione fotografica, se volete delle foto professionali del neonato.
  • Creare un programma di visite, in modo che tutti sappiano qual è il loro calendario provvisorio per incontrare il bambino prima della nascita. (Non abbiate paura di aggiungere una nota a piè di pagina sul fatto che la disponibilità è soggetta a cambiamenti: dovete fare ciò che vi fa sentire a vostro agio).

come organizzare il congedo di maternità

Godetevi il vostro congedo

Ibernazione: Nelle prime settimane di vita del bambino, la cosa migliore che possiate fare è escludere il resto del mondo e concentrarvi esclusivamente sulla conoscenza del vostro piccolo. Durante questo periodo, sia voi che il vostro bambino imparerete come funzionerà la vostra nuova vita insieme. Il vostro compito è quello di capire come soddisfare al meglio le esigenze del neonato, anche se questo significa lasciare temporaneamente da parte altre responsabilità (come scaricare la lavastoviglie e fare il bucato). E quando vi viene offerto, accettate l’aiuto!

Prepararsi alla vita dopo il congedo

Verso la fine del congedo di maternità, è il momento di iniziare a prepararsi per il ritorno al lavoro. Se state allattando al seno, dovrete iniziare a pompare e introdurre il biberon al vostro bambino per garantire una transizione senza problemi. Sia che optiate per l’assistenza a casa vostra o che lasciate il vostro bambino all’asilo nido, prendete in considerazione l’idea di fare una prova. In questo modo, potrete trascorrere il primo giorno di rientro al lavoro a fare due chiacchiere con i colleghi, invece di preoccuparvi (troppo) di come si sta adattando il vostro piccolino mentre siete via. Dovrete anche parlare con il vostro partner di come vi dividerete i compiti in futuro.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Il ritorno al lavoro dopo il parto: una guida per le mamme

Tirare il latte è un’espressione d’amore: ecco come procedere

Leggi anche
  • corso cannabinologiaUniversità: è nato un corso di laurea in Cannabinologia anche in Italia

    Sono ormai molti anni che la cannabis è tornata al centro dell’attenzione dell’opinione pubblica e dei governi di tutto il mondo e ora si studia all’Università.

  • lavoro onlineUn’opportunità di lavoro online sempre più in voga

    Molte madri desiderano arrotondare il proprio stipendio oppure generare delle entrate secondarie. Il Web viene in soccorso di chiunque abbia voglia di provare un business nuovo e in continua crescita, ovvero la vendita di intimo usato.

  • Loading...
  • Tornare al lavoro dopo il partoTornare al lavoro dopo il parto: cosa aspettarsi davvero?

    Il rientro dal congedo di maternità è un grande adattamento. Ecco come prepararsi al meglio…

  • Tirare il latteTirare il latte è un’espressione d’amore: ecco come procedere

    Come regola generale, dovreste tirare il latte una volta al lavoro per ogni poppata saltata. Ecco tutto ciò che dovreste sapere.

  • Tirare il latte al lavoroTirare il latte al lavoro: i migliori consigli per organizzarsi

    Sto per tornare al lavoro e ho intenzione di tirare il latte lì. Come posso prepararmi in modo efficace?

Contents.media