Notizie.it logo

Come lavare i bambini con la varicella: i consigli

come lavare i bambini con la varicella

Quando un bambino presenta i sintomi della varicella, è molto importante fare attenzione ad ogni piccola cosa, come quella di fargli il bagnetto.

La Varicella è una malattia esantematica, cioè caratterizzata da un’eruzione cutanea diffusa. Si manifesta con delle vescicole ed è più o meno prurigionosa (la sensazione di doversi grattare). Spesso, ma non sempre, presenta un grado febbrile, solitamente poco elevata che si esaurisce nell’arco di una settimana. Il virus che la causa si chiama VZV (Varicella Zoster Virus). Nel caso dei più piccoli, i genitori devono stare attenti a come lavare i bambini con la Varicella.

Sebbene i sintomi variano da individuo a individuo, va ricordato che nella fascia 1-9 anni il decorso della malattia è solitamente blando e si esaurisce normalmente nell’arco di una settimana, con le vescicolette che si seccano diventando croste e che infine cadono totalmente. Non sono necessari esami di laboratorio per effettuare la diagnosi che è clinica e si basa sulla visita pediatrica.

Varicella: come si cura?

E’ il pediatra che stabilisce se si tratta o meno di varicella e la sua cura. Le forme leggere sono caratterizzate da poche vescicolette e un grado febbrile scarso o assente. Le forme esplosive hanno invece il corpo che presenta moltissime vescicole e la febbre può raggiungere picchi elevati. La cura è sintomatica, si basa cioè sul diminuire il disagio causato dai sintomi: febbre, vescicole e prurito. Per alleviare i sintomi solitamente si usano:

  • Paracetamolo contro la febbre e la sensazione di disagio (ad esempio la Tachipirina o similari);
  • Antistaminici e Rinfrescanti topici (Borotalco) contro il prurito (ad esempio lo Zirtec o il Formistin);
  • Bagnetti Rinfrescanti.

Si possono lavare i bambini con la Varicella?

E’ importante curare molto bene la sua igiene personale. La sudorazione infatti causa un maggior disagio al bambino stesso. É possibile quindi lavare il bambino affetto da Varicella più volte al giorno. Occorre naturalmente fare un pochino di attenzione. Vediamo come lavarlo nel modo più delicato possibile:

  • Abbiate l’accortezza di riscaldare in modo adeguato il locale bagno;
  • Regolate la temperatura dell’acqua in modo che risulti gradevole al bimbo, solitamente tiepida va bene;
  • Scegliete un prodotto detergente il più delicato possibile specie se presenta delle vescicolette anche tra i capelli;
  • Procuratevi un asciugamano morbido che diventerà personale per il bimbo;
  • Assicuratevi di avere un paio di guanti sterili;
  • Abbiate pazienza.

Come fargli il bagno: i procedimenti giusti

Nel lavare i bambini con la Varicella, una temperatura calda può aumentare il disagio del bimbo in quanto aumenta la sudorazione con relativo peggioramento del prurito.

Un detergente troppo forte non va bene in quanto la pelle del bimbo, durante la varicella, è molto sensibile e gli procurerebbe un enorme fastidio. Non usate quindi detergenti per adulti.

Solitamente i genitori hanno già passato la varicella ma l’uso dei guanti, oltre che per igiene, vi aiuterà ad esser più delicati in quanto farete molta più attenzione in maniera istintiva. Dopo aver indossato i guanti, bagnare delicatamente il bimbo. L’ideale sarebbe in una vasca da bagno ma nel caso regolate il getto della doccia in modo che sia leggero, meglio ancora se è estensibile così da poter usare la minor pressione di acqua possibile sulla pelle e poter dirigere meglio il getto. Se usate una vasca allora l’avrete già in parte riempita. Se invece siete in doccia allora cominciate a bagnarlo dai piedi per poi salire, in modo che il bimbo si abitui subito alla temperatura dell’acqua, il piatto della doccia normalmente è freddo.

Applicate poi il prodotto avendo l’accortezza di non strofinare. Se il bambino presenta vescicole tra i capelli è obbligo fare attenzione a non romperle.Siate delicati.

Finito il bagnetto, usate l’asciugamano per tamponare leggermente la pelle in modo che sia lo stesso asciugamano ad assorbire l’acqua così da evitare lo strofinamento che può rompere le vescicole e peggiorare il tutto. Un ulteriore beneficio può essere usando l’amido di riso per alleviare il prurito al bambino. Non ha nessuna controindicazione e per usarlo basta scioglierlo nella vasca riempita di acqua tiepida. Poi rivestitelo con il suo pigiama e siete tranquilli.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.