Come introdurre il biberon al bambino: la guida

Ecco alcuni consigli utili per introdurre il biberon a un bambino allattato al seno, per una transizione senza problemi per genitori e bambini.

Ci sono diversi motivi per cui le neomamme possono decidere di introdurre il biberon al bambino. Per esempio, per tornare al lavoro, per permettere ad altri membri della famiglia di allattare il bambino (soprattutto durante le poppate notturne), per l’asilo nido e altro ancora.

Una volta che l’allattamento al seno è ben consolidato, ecco alcuni consigli utili per introdurre il biberon a un bambino allattato al seno, per una transizione senza problemi per genitori e bambini.

Come introdurre il biberon al bambino

Trovare il biberon giusto

Provate alcuni biberon adatti al vostro bambino. Devono essere progettati per favorire la transizione tra il seno e il biberon e dotati di una buona tettarella a flusso lento per dare il ritmo e mantenere un’ottima chiusura.

Scegliete il momento giusto

Se pensate di introdurre il biberon, non aspettate troppo. Se si aspetta troppo, il bambino potrebbe rifiutare il biberon perché preferisce il seno. Si consiglia di introdurlo a circa 4 settimane di vita.

Il latte materno o artificiale deve essere a temperatura corporea (37°C)

Il latte materno o la formula non devono essere troppo caldi o troppo freddi per il bambino. La temperatura corporea è la temperatura perfetta per introdurre il biberon in un bambino allattato al seno.

Non aspettate che il bambino abbia fame

Si consiglia di aspettare che il bambino sia calmo e vigile e quasi pronto per la poppata. Se è stanco, ha molta fame e piange, non sarà disposto a provare qualcosa di nuovo.

come introdurre il biberon al bambino

Mettete il latte materno sul capezzolo del biberon

Immergete il capezzolo del biberon nel latte materno espresso prima di offrirlo al bambino. Stimolate poi delicatamente il labbro superiore del bambino con il capezzolo per incoraggiarlo ad aprire la bocca. L’odore del latte materno e la stimolazione della tettarella del biberon sulle sue labbra incoraggeranno il bambino ad aprire la bocca e a prendere la tettarella.

Provate posizioni e luoghi diversi

Tenere il bambino in una posizione diversa e sedersi in un luogo diverso dalla postazione di allattamento può essere utile.

Chiedete a qualcun altro di dargli il biberon

Se il bambino si sente frustrato quando gli offrite il biberon perché vuole allattare al seno, chiedete a qualcun altro di darglielo. Può essere il vostro partner, un nonno o un’altra persona che si prende cura del bambino. Dovreste anche stare in un’altra stanza, in modo che il bambino non possa vedervi o sentire il vostro odore. Ricordate che anche il partner può rivelarsi molto utile e rafforzare il legame con il proprio piccolo.

Non abbiate fretta. Siate pazienti

Non c’è problema se il bambino non accetta subito il biberon. Potrebbero essere necessari alcuni tentativi. Per questo è importante introdurre il biberon almeno qualche settimana prima del rientro al lavoro o di una serata importante come un matrimonio, un addio al nubilato o una festa di compleanno. Siate pazienti. Potete provare un altro giorno.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come affrontare la fase neonatale senza il supporto della famiglia

Cosa succede se non mi innamoro subito del mio bambino?

Leggi anche
  • Yogurt adatti ai neonatiYogurt adatti ai neonati: quali sono e come scegliere i migliori

    In base a cosa scegliere gli yogurt per i neonati e a cosa evitare di questo alimento.

  • vista neonatiVista neonati: quando si sviluppa

    Cosa vedono i bambini nella pancia e subito dopo la nascita? Scopriamolo

  • Loading...
  • 183Viaggio neonato Ryanair
  • 173Viaggio neonato Alitalia
  • 183Viaggio neonato Air Dolomiti
Contents.media