Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Notizie.it logo

Ansia: consigli per gestirla nei bambini

Ansia nei bambini

Come combattere l'ansia nei bambini? Vi proponiamo alcune utili strategie e qualche valido consiglio.

Il problema dell’ansia nei più piccoli è un problema assai frequente è diffuso. I bambini sono piccoli umani che ogni giorno devono imparare tante regole e strategie per stare al mondo e questo può generare in loro ansia e frustrazione. Il ruolo del genitore, in questo caso è fondamentale: è un faro in mezzo al mare, un riferimento che non deve mai mancare o offuscarsi.

Affrontare insieme le paure

Ogni bambino è un caso a sè e quindi non esistono linee guida precise e adattabili ad ogni bambino, ma esistono dei principi generale che è bene che ogni genitore conosca e faccia suoi.

Sono molte le ansie che possono assillare i nostri bambini: dalla paura del buio, a quella dell’acqua, a quella che impedisce la socializzazione e molto altro.

Per superare l’ostacolo dell’ansia e vincere la paura ogni bambino ha necessità di avere accanto a sé una figura rassicurante e comprensiva. Non sminuite o deridete mai le ansie dei vostri bambini, ridicolizzando le loro reazioni.

Anche l’approccio della logica a tutti i costi è inutile e spesso deleterio: “la logica della paura” viaggia su un altro piano.

Siate empatici ed ascoltate i vostri bambini. Trovate un modo sereno di parlare e giocare con loro per affrontare l’ostacolo un po’ alla volta. La fretta non fa altro cha aumentare lo stato di ansia e disagio che il bambino prova di fronte al suo “mostro”. Insieme, invece, è possibile condividere le paure e ridimensionarle poco alla volta. Ogni bambino, insomma, ha bisogno di sapere di non essere solo, essere compreso, mai deriso o ridicolizzato.

Un piccolo esempio pratico

Che il tuo bambino abbia paura dell’acqua o degli insetti, puoi usare questi consigli per aiutarlo ad affrontare le sue paure.

Impara come trattare l’ansia che può essere stressante, soprattutto se sei un bambino. La battaglia inizia e finisce con l’acqua.

“Dopo un incidente la scorsa estate in piscina, il nostro bimbo di 6 anni rifiuta di entrare in acqua.

Siccome siamo ormai in estate, abbiamo pensato di portarlo in piscina, ma lui non demorde”.

Non pressarlo: lasciagli i suoi spazi e il suo tempo. Pensa a quando ti costringevano di fare qualcosa.

Fai piccoli passi: se nuotare o mettere la testa sott’acqua è troppo per lui puoi trasformare ogni passo in un gioco i modo che si diverta e viva il tutto come un gioco.

Non minimizzare le sue paure: il fatto che un adulto non abbia paura on significa che non debba averla il bambino.
Ascoltalo: permettigli di esprimere quello che sente, senza interromperlo. A volte, la paura non è come pensiamo che sia.

Quando riesce a combattere le sue paure, a sconfiggerle, premialo e celebra con lui questo passo importante.

Ascolto

L’ascolto è la prima buona pratica da attuare nei confronti di un bambino con l’ansia. Aiutarlo ad esternare le sue paure, lo aiuta a controllarle. Allo stesso modo, sentirsi preso seriamente in considerazione, lo aiuta a non sentirsi a disagio e diverso nei confronti dei suoi pari.

Mostrare attenzione ed empatia significa offrire sostegno con i mattoni dell’amore al proprio bambino che pian piano imparerà a costruire il suo percorso di sicurezza personale.

L’importanza del gioco

Giocate insieme! Il gioco è la strategia senza dubbio più adatta e si rivela vincente nella maggior parte dei casi.

Nel gioco, i bambini simulano le proprie paure e imparano ad affrontarle divertendosi. Avendo al loro fianco un genitore sereno, sorridente e rassicurante, introietteranno questa carica positiva che ritroveranno al momento giusto.

Siate attenti

Il nostro consiglio è quello di essere attenti e mai assillanti. Prestate interesse ai comportamenti dei vostri bambini e siate pronti ad intervenire con dolcezza e serenità. Spronarli con frasi di sfida o rimprovero porta sempre al risultato opposto e peggiore.

Per saperne di più

Ovviamente, i nostri consigli sono generici e vogliono solo offrire uno spunto di riflessione. Per chi volesse approfondire l’argomento, infatti, proponiamo un’interessante lettura. Vi suggeriamo il libro dello psicologo statunitense Lawrence Cohen: “Le paure segrete dei bambini“, edito da Feltrinelli. Il libro è comodamente acquistabile su amazon

In questo testo, lo studioso propone una serie di strategie da applicare per aiutare il vostro bambino ad affrontare con sicurezza il suo percorso di crescita.

“Ho conosciuto quasi tutte le fonti di ansia che un bambino può incontrare. Questo è il libro che avrei voluto che i miei genitori avessero letto quando ero un ragazzino.”

Si tratta di una lettura semplice e gradevole che vi aiuterà a comprendere meglio i vostri bambini e utilizzare gli strumenti giusti per vincere le piccole battaglie.

Insegnare ai bambini a vincere l’ansia si può.

Le strategie di Cohen sono efficaci e valgono per affrontare ogni tipo di ansia dei bimbi e dei ragazzini. Vi consigliamo anche di leggere anche: “Gioca con me. L’Educazione Giocosa: un nuovo, entusiasmante modo di essere genitori (2013)”, sempre edito da Feltrinelli.

© Riproduzione riservata
Leggi anche