Notizie.it logo

Come gestire allattamento dopo rientro al lavoro

Come gestire allattamento dopo rientro al lavoro

Molte mamme che hanno un bambino si domandano come gestire allattamento dopo rientro al lavoro. Se vivete vicino alla zona in cui lavorate, si può essere in grado di fare delle pause per nutrire il bambino. Se questo non è possibile, si hanno due scelte:

Opzione 1: è possibile mantenere la produzione di latte utilizzando un tiralatte elettrico di alta qualità per estrarre il latte durante la giornata lavorativa. Sarete ancora in grado di allattare il bambino ogni volta che non sei al lavoro.

Il responsabile della protezione degli Stati Uniti e Affordable Care Act (PPACA), ha firmato una legge nel 2010 che fornisca alle mamme di bambini che hanno meno di 12 mesi il tempo ragionevole per il pompaggio e un luogo privato per allattare i propri figli.

Opzione 2: se non puoi o non vuoi pompare sul posto di lavoro, è possibile sostituire gradualmente le poppate diurne con latte formula mentre siete ancora a casa.

Ricordate, però, che se non si fa l’infermiere o pompa durante il giorno, la produzione di latte diminuirà.

Quali sono i vantaggi di pompaggio al lavoro?

Pompaggio al lavoro stimola la produzione di latte, in modo da avere un sacco di latte disponibile. Il vostro bambino avrà i benefici per la salute e nutrizionali del latte materno, anche quando non ci sei.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche
  • bmi neonati percentiliBMI nei neonati: come si calcolano i percentili

    Il BMI è un indice di massa corporea calcolabile attraverso delle formule matematiche e delle tabelle percentuali. La massa corporea varia da bambino a bambino e quindi anche tali tabelle.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.