Come fare a rimanere incinta dopo 40 anni

Rimanere incinta dopo i 40 anni d’età può essere semplice per alcune donne e molto frustrante per altre. Nonostante quello che vediamo in televisione e nei film, è possibile che una donna rimanga incinta anche in “età avanzata” senza trattamenti o stimolatori artificiali della fertilità.

Tuttavia, se i trattamenti per la fertilità sono necessari o suggeriti da uno specialista, molte donne li hanno accolti ritenendoli soddisfacenti e sono riuscite ad avere un figlio. Nonostante l’invecchiamento biologico degli ovuli femminili dovuto all’avanzare dell’età anagrafica, ci sono alcuni benefici nel decidere di avere un figlio in età più adulta: tra questi una maggior pazienza rispetto alle ragazze giovani, una sicurezza e stabilità finanziaria superiore e infine la possibilità di godersi maggiormente la scelta di essere genitore.

Ecco alcuni suggerimenti per preparare il tuo corpo ad accogliere una nuova vita dopo i 40 anni:

  1. Cessa di assumere pillole o altri metodi contraccettivi a base ormonale. Se sei pronta a rimanere incinta, questo suggerimento ti sembrerà ovvio e scontato, ma alcune donne continuano a prendere la pillola anche se stanno pensando di avere un figlio. Se non sei pronta ad averlo subito ma desideri comunque preparare il tuo corpo, cessa di usare i contraccettivi ormonali e usa quelli a barriera. Il tuo corpo infatti potrebbe aver bisogno di tempo prima di cominciare a ovulare regolarmente.
  2. Prendi l’acido folico e le vitamine prenatali. Le donne che decidono di avere un figlio possono preparare il proprio corpo ottimizzando l’assunzione di vitamine. In particolare l’acido folico può aiutare a prevenire i difetti neurologici nello sviluppo del feto (ad esempio la spina bifida) fin dalle prime fasi della gravidanza.
  3. Smetti di fumare e di assumere alcolici. Quando decidi di rimanere incinta vuoi che il tuo corpo sia al massimo della salute. Fumare non solo può diminuire le tue possibilità di rimanere incinta ma può anche essere la causa di aborti spontanei, parti prematuri e basso peso del bambino alla nascita. Se stai prendendo particolari farmaci consulta il tuo medico per capire se siano compatibili con una gravidanza.
  4. Tieni il tuo peso sotto controllo. A prescindere da quale sia il tuo peso di partenza, certamente vorrai essere sicura di rimanere nei parametri suggeriti per evitare rischi. Un eccessivo aumento di peso potrebbe causare diabete gestazionale, aumento della pressione sanguigna; allo stesso modo essere sottopeso potrebbe causare parti prematuri, pressione sanguigna troppo elevata e basso peso del bambino alla nascita.
Scritto da Francesca Nidola
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Consigli su come rafforzare legame tra madre e figlio

Cayenne Loves Rocco , streaming film porno Rocco Siffredi

Leggi anche
  • Yoga o meditazione zen in gravidanzaYoga o meditazione zen in gravidanza

    Praticare Yoga in gravidanza può essere di grande aiuto per i periodi che precedono il parto. Scopriamo insieme tutti i benefici.

  • yoga in gravidanzaYoga in gravidanza: i migliori esercizi per mamme e bambino

    Lo yoga è una disciplina orientale che apporta benefici anche in gravidanza. Conosciamolo meglio anche attraverso alcuni libri.

  • yoga gravidanza terzo trimestreYoga in gravidanza nel terzo trimestre: gli esercizi

    Il terzo trimestre di gravidanza è il più pesante. La posizione della farfalla e la posizione propizia sono adatte per prepararsi al momento del parto

  • Loading...
  • Yoga in gravidanza secondo trimestreYoga in gravidanza nel secondo trimestre: i consigli

    Nel secondo trimestre di gravidanza lo yoga è utile per mantenere l’elasticità del corpo in vista del parto. Quali posizioni eseguire senza rischi?

  • yoga gravidanza primo trimestreYoga in gravidanza nel primo trimestre: gli esercizi da fare

    Fa bene alla mamma e al bambino: lo yoga è un ottimo aiuto per vivere i nove mesi di gravidanza serenamente. Quali esercizi nel primo trimestre?

Contents.media