Come capire quanto manca al parto: una guida utile

Conoscere la data di scadenza aiuterà il medico a monitorare la crescita del bambino in modo più accurato. Ecco ciò che dovreste sapere.

Come capire quanto manca al parto? Se conoscete il primo giorno dell’ultima mestruazione, potreste aver già stimato la data di nascita del vostro bambino. Durante la prima visita prenatale, il medico vi farà delle domande per cercare di prevedere la data del parto nel modo più preciso possibile.

Conoscere la data di scadenza aiuterà il medico a monitorare la crescita del bambino in modo più accurato. Poiché alcuni esami di laboratorio cambiano nel corso della gravidanza, conoscere una data di scadenza accurata consentirà al medico di monitorare meglio questi esami e, se si verifica, di gestire il travaglio pretermine.

Come capire quanto manca al parto: una guida utile

Normalmente, la data di scadenza è di 280 giorni (40 settimane o circa 10 mesi, noti anche come 10 mesi lunari) dal primo giorno dell’ultima mestruazione.

Tuttavia, se le mestruazioni non sono regolari o non distano 28 giorni l’una dall’altra, la data del parto può essere diversa dalla “regola dei 280 giorni”. Il medico curante può ordinare un’ecografia per determinare con maggiore precisione la data del parto.

Se siete certe della vostra data di concepimento (la data in cui siete rimaste incinte), comunicatela al vostro medico curante. Questa informazione può essere utile per determinare la data presunta del parto (EDD).

Una gravidanza a termine varia da 37 settimane a 40 settimane e 6 giorni, quindi la data effettiva del parto può essere diversa dalla data stimata del parto, che a volte viene chiamata data stimata del parto, o EDC. Un numero molto ridotto di bambini nasce effettivamente alla data prevista. In genere, solo il 5% delle donne partorisce alla data prevista.

LEGGI ANCHE:

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come funziona l’induzione al parto? Tutto ciò che si deve sapere

Dove comprare un girello per bambini: guida all’acquisto

Leggi anche
  • zinco durante la gravidanzaZinco durante la gravidanza: cosa sapere

    Tutti i dettagli per integrare lo zinco nella tua dieta.

  • Yogurt adatti ai neonatiYogurt adatti ai neonati: quali sono e come scegliere i migliori

    In base a cosa scegliere gli yogurt per i neonati e a cosa evitare di questo alimento.

  • Loading...
  • Yoga prenataleYoga prenatale: cos’è e a cosa serve

    Un dolce e rilassante modo per avere innumerevoli benefici.

  • yoga 1Yoga o meditazione zen in gravidanza

    Praticare Yoga in gravidanza può essere di grande aiuto per i periodi che precedono il parto. Scopriamo insieme tutti i benefici.

  • yoga in gravidanzaYoga in gravidanza: i migliori esercizi per mamme e bambino

    Lo yoga è una disciplina orientale che apporta benefici anche in gravidanza. Conosciamolo meglio anche attraverso alcuni libri.