Come abituare il bambino al biberon: i consigli

Quando la mamma preferisce non allattare al seno, è opportuno abituare il bambino al biberon: ecco come fare.

Il latte materno è l’alimento più completo che un neonato possa ricevere durante i suoi primi mesi di vita. Tuttavia, per diversi motivi, spesso la mamma deve optare per l’uso del biberon. Per iniziare lo svezzamento o anche solamente abituare il neonato al biberon, è necessario che la mamma raccolga le necessarie informazioni al fine di rendere il passaggio alla nuova alimentazione il meno traumatico possibile.

Come abituare il bambino al biberon? Scopriamolo insieme.

Come abituare il bambino al biberon

Crescere un bambino non è mai semplice, in quanto ogni scelta operata potrebbe influire sulla futura personalità del piccolo. Quindi, è opportuno capire quando è il momento di fare certe cose e quando no, ed educarlo quindi nel migliore dei modi. Alcune mamme non possono o non vogliono allattare il proprio figlio, per cui la soluzione è ovviamente abituare il bambino al biberon: come fare? La cosa fondamentale è farlo in modo graduale e senza traumi, nonostante durante i primi tempi ci possano essere delle difficoltà.

Advertisements

Inoltre, è opportuno pianificare ogni passaggio con largo anticipo, soprattutto se il proprio ritmo di vita richiede l’alternanza dell’allattamento al seno e biberon.

Regolarizzare l’allattamento

La cosa più consigliata è quella di regolarizzare l’allattamento. Questo evento si produce a tre o quattro settimane dalla nascita. Quando l’allattamento naturale si sarà regolarizzato, sarà necessario un periodo di prova di due settimane prima di inserire l’alimentazione con il biberon.

L’obiettivo è quello di risolvere qualunque complicazione che potrebbe derivare dalle nuove abitudini alimentari.

Il momento migliore

Stabilire una routine che alterni biberon e allattamento al seno è fondamentale, ma non bisogna rendere questo processo una sofferenza per il piccolo. Invece di dare al bambino il biberon quando piange perché affamato, risulterebbe utile provare a darglielo quando è contento e rilassato. Bisogna provare a dare il biberon durante le poppate intermedie, non durante la prima o l’ultima della giornata, i due momenti in cui il neonato avverte di più il legame con la madre.

Scegliere il biberon e la tettarella giusti

Per interferire il meno possibile con le nuove abitudini alimentari del neonato, si consiglia di porre particolare attenzione alla scelta del biberon. Tale scelta è così importante perché il biberon deve discostarsi il meno possibile dall’allattamento materno, in modo che il neonato impari ad attaccarsi in modo autonomo.

Scritto da Francesca Belcastro
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Esame delle tube: come funziona e perché è importante

Farmaci che falsano i test di gravidanza: quali sono le cause?

Leggi anche
  • vista neonatiVista neonati: quando si sviluppa

    Cosa vedono i bambini nella pancia e subito dopo la nascita? Scopriamolo

  • Viaggio neonato RyanairViaggio neonato Ryanair
  • Viaggio neonato AlitaliaViaggio neonato Alitalia
  • Viaggio neonato Air DolomitiViaggio neonato Air Dolomiti
  • Loading...
  • Vestiti neonata battesimo estateVestiti neonata battesimo estate
Contents.media