Notizie.it logo

Quali sono le attività migliori per un bambino iperattivo

bambino iperattivo

L'iperattività è una condizione sempre più diffusa tra i più piccoli. Vediamo quali sono gli sport e le attività consigliate per un bambino iperattivo.

L’iperattività è una condizione sempre più diffusa tra i più piccoli, la vivacità travolgente del bambino iperattivo lo fa spiccare negli sport. Gli sport migliori sono sicuramente quelli di squadra: scopriamoli insieme!

La fase iniziale di riconoscimento e diagnosi del disturbo può essere molto delicata per i genitori di bambini iperattivi che potrebbero avere la sensazione di non essere in grado di gestire la situazione in maniera ottimale per garantire un buon stato di salute psico-fisica al proprio bambino.

Un fattore fondamentale per il benessere dei più piccoli è l’organizzare del tempo libero. Quali sono gli sport più adatti a bambini affetti da ADHD? Come è possibile incanalare tutta la loro energia per far sì che si sfoghino e riescano poi a dormire la notte?

Iperattività e tempo libero

Il bambino iperattivo ha bisogno di sfogare la propria energia in maniera libera e spontanea, senza costrizioni da parte di genitori ed educatori. A questo proposito, è indispensabile dedicare parte del tempo libero ad attività ludiche o sportive: tenere un bambino iperattivo costretto a restare fermo è una tortura sia per lui, sia per chi lo deve tenere.

Le attività migliori per le bambine e i bambini iperattivi sono quelle che garantiscono una buona dose di movimento fisico.

Gli sport, che siano individuali o di squadra, sembrano rispondere perfettamente a questa esigenza. Nei momenti in cui non pratica sport, è ideale portare i bambini fuori.

Attività all’aria aperta

Per quanto riguarda invece il tempo libero trascorso al di fuori della palestra, prediligete i luoghi all’aria aperta. In spazi ampi, i piccoli avranno maggiore possibilità di sfogarsi e la mancanza di barriere architettoniche importanti costituisce sicuramente una diminuzione del rischio di infortuni.

Nel quotidiano, non esiste nulla di meglio del classico parco giochi. Qui i bambini possono correre in un ambiente piuttosto protetto, andare su altalene e scivoli e muoversi molto. Inoltre, il parco rappresenta uno dei luoghi migliori in cui approcciarsi ai propri coetanei in maniera libera, non mediata dal contesto scolastico.

Se avete un bambino o bambina iperattiva, fate attenzione anche a come decidete di organizzare le attività da svolgere con loro nel weekend. Se volete partire, prediligete una vacanza al mare o lunghe camminate in montagna, che sono attività migliori e sicuramente meno impegnative rispetto alla visita di una città d’arte o di musei.

In questi ultimi casi, infatti, il bambino avrebbe molte più probabilità di annoiarsi e di mostrare segni di insofferenza.

Attività culturali

Cinema e teatro vanno bene, anche se sono al chiuso, chiaramente a patto che il tema dello spettacolo susciti l’interesse del vostro bambino. Al contrario, potrebbe essere provvidenziale il luna park: seppur possa parere un’attività piuttosto statica o al contrario eccessivamente adrenalinica, in realtà è un ottimo diversivo, nonché un’avventura al di là del confine del tanto odiato banco di scuola. In generale, bisogna assicurare a questi bambini il contatto con i propri coetanei, in quanto gli adulti difficilmente dispongono dell’energia necessaria per seguire i loro giochi, quindi i piccoli rischiano di annoiarsi.

Sport per bambini iperattivi

Lo sport è il canale di sfogo più consigliato in caso di iperattività, in particolar modo nei bambini. E’ meglio scegliere sport stancanti e che richiedono una grande quantità di movimento. Ve ne sono diversi, sia per bambini, che per bambine, che rispondono a questa richiesta.

Vediamo insieme i principali.

Sport di squadra

La pallanuoto è forse il miglior sport da far praticare a un bambino iperattivo. Questo è uno sport acquatico altamente dinamico, che richiede un movimento intenso e costante. Inoltre bisogna svolgere un doppio sforzo contemporaneo: focalizzare l’attenzione e coordinare i movimenti in acqua.

Anche gli altri sport di squadra in generale sono molto buoni, in quanto sono in grado di tenere impegnati i bambini iperattivi e, allo stesso tempo, li educano a quello spirito di cooperazione che sarà loro sempre utile. Oltre alla pallanuoto, uno dei migliori sport di squadra è probabilmente il calcio. Questo, infatti, richiede più movimento e più corsa rispetto alla pallavolo, dunque un maggior dispendio di energie.

A corpo libero

Altri ottimi sport da proporre a un bambino iperattivo sono l’atletica leggera e, per le ragazze, la ginnastica artistica o ritmica. Tutti questi sport richiedono tecnica, agilità e fantasia e permettono al bambino di esprimersi con il proprio corpo.

Con la ginnastica artistica o la ginnastica ritmica, inoltre, si acquisisce una maggiore elasticità dei muscoli stessi e un migliore equilibrio.

Sport di combattimento

Potete provare a proporre ai vostri bambini alcuni sport da combattimento, come il judo o il karate. Essi richiedono molta energia, ma allo stesso tempo una buona dose di concentrazione e disciplina. Questa combinazione potrebbe aiutare i piccoli di sfruttare la propria per incanalarla in qualcosa di costruttivo. Un discorso simile vale anche per i tipi di danza energici, che e richiedono la concentrazione necessaria a non sbagliare i passi e seguire il ritmo.

Nuoto e basket

I due sport per eccellenza che uniscono movimento, coordinazione ed equilibrio sono il nuoto e il basket. Il nuoto è per definizione lo sport più completo, poiché coinvolge svariati muscoli del corpo. Nuotare apporta benefici a tutto l’organismo. Inoltre, farlo per una o due ore può risultare molto stancante e per questo è ottimo in caso si abbia a che fare con un bambino iperattivo.

Si tratta di un modo divertente per spendere energie e conoscere nuove persone, dato che è lo sport più praticato da bambine e bambini.

Il basket è un’ottima alternativa. Esso, infatti, agisce in maniera simile al calcio: è uno sport di squadra che combina la necessità di muoversi e correre molto con quella di rimanere concentrati su un obiettivo. Inoltre, i bambini possono così imparare a collaborare, fare squadra e capire i punti forti e deboli propri e degli altri.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche