Mancanza di respiro: si tratta di attacchi di panico?

Ricorda di parlarne con il tuo partner e le altre persone care: il loro aiuto può essere prezioso.

La mancanza di respiro può essere associata agli attacchi di panico? È comune per le neomamme sentirsi sopraffatte durante le prime settimane e persino mesi dopo il parto. Tuttavia se questi sentimenti persistono – e sono accompagnati da mancanza di respiro, palpitazioni, vertigini, nausea o sudorazione – si può avere l’ansia post-partum, una forma di depressione post-partum.

Quando questi sintomi arrivano a ondate, sono chiamati attacchi di panico.

Se stai sperimentando ansia o attacchi di panico, parlane con il tuo medico. Potresti beneficiare della terapia e/o dei farmaci. Con l’aiuto, sarai in grado di ottenere sollievo.

Attacchi di panico: cosa fare

Puoi anche provare queste tecniche di auto-aiuto per tenere a bada gli attacchi di panico:

Eliminare la caffeina. Anche le piccole quantità di caffè decaffeinato, cola e cioccolato possono aggravare l’ansia.

Evitare l’alcol. Può calmarti all’inizio, ma può interferire con il sonno. È anche un depressore, quindi potresti finire per sentirti peggio. Inoltre, se stai prendendo degli antidepressivi, potrebbero non funzionare in modo efficiente se hai dell’alcol nel tuo sistema.

Esercitati delicatamente. Fai attenzione alle attività faticose: un rapido aumento della frequenza cardiaca può provocare un attacco.

Mangia in modo nutriente ed evita di stare per lunghi periodi di tempo senza mangiare.

I cambiamenti di zucchero nel sangue a volte scatenano sintomi fisici – come la sensazione di testa leggera – che imitano gli attacchi di panico e possono farti preoccupare di starne avendo uno.

Pratica una profonda e lenta respirazione addominale: il respiro può placare il tuo sistema nervoso e farti sentire subito meglio.

Prova gli esercizi di rilassamento. Tieni presente, tuttavia, che alcune persone diventano più ansiose se si concentrano sul loro corpo o se cercano troppo di rilassarsi. Se non ti piace il modo in cui gli esercizi di rilassamento ti fanno sentire, prova un altro modo per ridurre l’ansia.

Parla con il tuo partner e le altre persone care, e fai sapere loro come possono aiutarti a calmarti prima che si verifichi un attacco – e cosa possono fare se ne stai avendo uno.

Distraiti. Quando senti i sintomi dell’ansia, cerca di non concentrarti su di essi: questo dà loro più potere. Piuttosto, fai qualcosa: chiama un amico, fai una passeggiata o guarda un programma televisivo stupido per far sì che la tua mente pensi ad altro.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Preservativi femminili: cosa sono e come funzionano

Come prenderti cura di te stessa dopo il parto

Leggi anche
  • zuppa di polloZuppa di pollo con farro e funghi shiitake

    Una saziante e deliziosa zuppa ricca di nutrienti essenziali.

  • ginger sickness 125104224 resizedZenzero contro la nausea
  • Loading...
  • Zanzare bambini rimediZanzare: i rimedi per difendere i bambini

    Le zanzare in estate, ma spesso si presentano anche in inverno, rappresentano un fastidio continuo, ma per i bambini possono essere anche dannose. Ecco dei consigli per proteggere e prevenire i vostri figli dalle punture di questi insetti.

  • 174Yogurt magro, fa bene e ha meno calorie
  • untitled 119Yoghurt senza zucchero
Contents.media