Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Notizie.it logo

Aria condizionata e bambini: cosa sapere

aria condizionata bambini cosa sapere

L'aria condizionata fa bene o fa male ai bambini? Tutte le informazioni e i consigli utili per affrontare il caldo nel modo più sicuro

Insieme all’estate, arriva il caldo. In questo periodo il nostro migliore amico è senza dubbio il condizionatore, ma cosa fare in presenza di un bambino?

Aria condizionata: il parere dei dottori

Da quando i condizionatori si sonno diffusi in tutte le auto e in molte abitazioni, sembra che i genitori si siano divisi in due fazioni opposte. C’è chi pensa che possa essere uno strumento utilissimo per aiutare i figli a sopportare l’afa estiva e chi sostiene che sia assolutamente un mezzo dannoso per la salute e quindi da evitare. I medici invece non hanno dubbi: assolutamente sì. Non è da demonizzare, ma invece sarebbe utile dare alcuni consigli per il benessere di tutti. I bambini soffrono il caldo come gli adulti, anzi più di loro. Non avendo ancora un sistema di termoregolazione corporea maturo, questo vuol dire che i loro corpi si raffreddano con più lentezza, rendendoli più soggetti a colpi di calore, disidratazione, debolezza e vomito.

Come i genitori, anzi più di loro, hanno bisogno che siano prese alcune precauzioni.

Cosa fare in presenza di un bambino

Il primo consiglio riguarda la manutenzione. È sempre necessario curare il filtro del condizionatore, per questo è consigliabile pulirlo regolarmente, almeno una volta al mese, meglio ogni due settimane: è un’operazione semplice, ma necessaria per mantenere l’aria pulita, vi basterà leggere il libretto delle istruzioni per capire come fare. Necessario è anche aprire spesso le finestre per cambiare aria, onde evitare che si accumulino sostanze nocive nella stanza. Attenzione: fatelo con il condizionatore spento, quando è in funzione è invece necessario che le finestre siano chiuse per rinfrescare l’ambiente in modo efficace.

Per quanto riguarda il suo funzionamento, l’ideale sarebbe impostarlo a 5° o 6° in meno rispetto a quelli presenti all’esterno, ciò eviterà uno sbalzo di temperatura eccessivo, sicuramente non salutare per il bambino, che potrebbe essere irritante in particolare per le vie respiratorie, ma sarà comunque sufficiente ad aiutarlo a sopportare il caldo.

Capita a volte, andando in giro, che in luoghi o mezzi pubblici l’aria condizionata sia troppo forte, in questo caso è meglio coprire il bambino con un golf.

Nel caso in cui, come nella maggior parte dei condizionatori casalinghi, vi sia l’opzione “deumidificatore”, è fortemente consigliato impostarla, in particolare di notte: spesso il vero nemico dell’estate, non è (solamente) il caldo, ma l’umidità! Impostando il vostro condizionatore in questa maniera, diminuirà la quantità di vapore acqueo nell’aria, senza abbassare ulteriormente la temperatura, in questo modo il caldo percepito sarà decisamente inferiore, senza però arrivare a temperature polari. Infine, da ricordare, non dirigere il soffio direttamente sul bambino, ma indirizzatelo verso l’alto: il freddo tende a scendere verso il basso, l’aria in questo modo girerà nella stanza rinfrescandola, senza alcun problema per voi o per vostro figlio.

E in auto?

È particolarmente importante proprio in auto non indirizzare l’aria direttamente verso il bambino, anche se è proprio dove la tentazione è più forte per tutti.

D’estate basta lasciare la macchina parcheggiata al sole per poche ore per raggiungere temperature da deserto e rendere il vostro abitacolo un forno ma la migliore soluzione non è sicuramente accendere l’aria condizionata al massimo e puntarsela in faccia. Molto più salutare e consigliato è armarsi di pazienza, aprire le portiere per far cambiare aria, eventualmente accendere motore e aria condizionata e aspettare qualche minuto fino a che gran parte del calore non sarà uscito.

Inoltre, prima di far sedere il bambino, assicurarsi che anche il seggiolino non sia troppo caldo. Può essere utile comprare delle tendine parasole a ventosa e applicarle sui finestrini posteriori dell’automobile in modo da lasciare i sedili all’ombra, proteggendo il bambino dal sole e, almeno in parte, dal caldo. In ultimo, ovviamente, mai lasciare il bambino da solo in macchina, neanche con il finestrino leggermente o completamente abbassato e nemmeno per poco tempo.

Il miglior mini condizionatore portatile

Per quanto riguarda la scelta del condizionatore per i propri bambini, si segnala artic air cube, un nuovo modello di condizionatore portatile sicuro che sta facendo molto parlare di se

Rispetto ad uno fisso, il condizionatore portatile, dunque, è un modello comodo e facile da usare, visto che non richiede installazione.

Sebbene in commercio ne esistano tanti modelli, gli esperti e i consumatori che lo stanno usando per affrontare il caldo estivo raccomandano di utilizzare Artic Air Cube, considerandolo il miglior condizionatore portatile presente, al momento, in commercio, anche considerando l’ottimo rapporto qualità prezzo di cui dispone.

Contrariamente ai numerosi modelli simili, presenti da tempo in commercio che, seppur portatili, risultano essere ingombranti e rumorosi, Artic Air Cube si presenta come un modello innovativo e rivoluzionario, grazie anche alla tecnologia di cui dispone: il sistema di raffreddamento ad acqua rinfresca e raffredda gli ambienti, catturando, attraverso l’apposito filtro bagnato, l’aria calda, facendo evaporare l’acqua, in modo che venga rilasciata aria fresca.Può funzionare fino ad un massimo di otto ore con una sola carica, consentendo al cliente un risparmio energetico non indifferente!

Artic Air Cube non necessita l’intervento di un professionista per la sua installazione, dal momento che tutto ciò che vi occorre per metterlo in funzione è una presa della corrente elettrica per caricare la batteria.

Utilizzarlo è semplice: è sufficiente riempire di acqua il serbatoio e accendere l’unità. Inoltre, presenta tre modalità di velocità disponibili, così da regolare la potenza di raffreddamento in base ad esigenze e temperature. Questo prodotto offre il meglio della tecnologia in dimensioni contenute, in modo da essere disposto ovunque si voglia in qualsiasi momento. Inoltre, è progettato e sviluppato per non produrre alcun suono e favorire il riposo notturno.

Dispone di diverse funzioni: non solo rinfresca l’ambiente, ma deumidifica e purifica l’aria, condizione essenziale per fronteggiare l’afa estiva. È considerato il modello migliore dell’anno per la potenza del suo motore, il design innovativo, le dimensioni contenute e l’ottimo rapporto qualità – prezzo,. La confezione include:

  • un Artic Cube con filtro incluso
  • un cavo di alimentazione con relativa prolunga
  • un manuale di istruzioni d’uso

Per chi volesse approfondire il tema, sono disponibili ulteriori informazioni cliccando qui o sulla seguente immagine.

ARTIC AIR CUBE.

Artic Air Cube non richiede sistemi di installazione e, quindi, consente di fare a meno dell’intervento di personale specializzato per l’avvio. Tuttavia, trattandosi di un prodotto esclusivo, Artic Air Cube non può essere acquistato dai negozi fisici, come supermercati o rivendite specializzate, siano questi fisici o virtuali, e nemmeno presso i siti di e-commerce online. L’unico per acquistarlo è attraverso il sito internet ufficiale della casa di produzione. È possibile potrete prenotare il prodotto compilando il modulo di acquisto e aspettando la telefonata di un operatore per la conferma dell’ordine. I dati forniti verranno trattati nel rispetto della privacy e il prodotto perverrà all’indirizzo pattuito entro un paio di giorni lavorativi.

Al momento, il prodotto è in vendita al prezzo di 59 €, con spedizione gratuita. Per quanto riguarda il pagamento, infine, potrete scegliere il contrassegno e pagare così direttamente al corriere, al momento della consegna dell’ordine, oppure si possono usare carta di credito o Paypal.

© Riproduzione riservata
Leggi anche