Anello anticoncezionale: cos’è e come funziona

La dose di estrogeni è inferiore a quella della pillola, quindi è meno probabile che tu abbia effetti collaterali.

L’anello anticoncezionale è un tipo di contraccezione ormonale. È un anello trasparente, morbido e flessibile che misura circa 2 pollici di diametro ed è spesso meno di un quarto di pollice. Si inserisce nella vagina all’inizio del ciclo e lo si lascia lì per tre settimane.

Una volta dentro, l’anello rilascia una bassa dose continua di estrogeni sintetici e progesterone (progestinico). Questi sono gli stessi due ormoni che otterresti prendendo la pillola combinata (la pillola classica).

Dopo tre settimane, togli l’anello per esattamente una settimana, durante la quale avrai il tuo ciclo. Quando hai completato il ciclo di 28 giorni (21 giorni consecutivi con l’anello dentro, seguiti da sette giorni senza), inserisci un nuovo anello il giorno successivo.

Come fa l’anello anticoncezionale a prevenire la gravidanza?

L’anello rilascia continuamente bassi livelli di estrogeni e progestinici, che entrano nel tuo sistema quando vengono assorbiti attraverso le pareti vaginali. Proprio come nelle pillole combinate, questi ormoni impediscono alle tue ovaie di rilasciare ovuli. Il progestinico ha anche altri effetti contraccettivi. Ispessisce il tuo muco cervicale, rendendo più difficile per gli spermatozoi entrare nell’utero e nelle tube di Falloppio.

I cambiamenti nel tuo muco possono anche inibire il processo che uno spermatozoo deve subire per essere in grado di penetrare il duro rivestimento esterno di un ovulo.

Infine, il progestinico assottiglia il rivestimento del tuo utero, rendendo teoricamente meno probabile che un ovulo possa impiantarsi lì se venisse fecondato.

Posso usare l’anello se sto allattando?

Se l’allattamento al seno procede bene dopo sei settimane postpartum, puoi usare l’anello. Se però non stai producendo tutto il latte che vorresti, o se il tuo bambino ha problemi ad allattare, l’anello potrebbe non essere una buona scelta per te, perché potrebbe ridurre la quantità di latte che produci.

Quanto è efficace l’anello?

Se usato correttamente e costantemente, l’anello è efficace al 99% circa. Questo significa che solo una donna su cento che usa l’anello correttamente rimarrà incinta nel primo anno. Se non lo usi come prescritto, la probabilità che tu rimanga incinta è molto più alta.

Anche se l’anello è un eccellente metodo contraccettivo, non offre alcuna protezione contro le infezioni sessualmente trasmissibili. Quindi, se sei a rischio di MST, dovrai usare anche i preservativi.

Cosa devo fare se decido di voler rimanere incinta?

Tutto quello che devi fare per invertire gli effetti dell’anello è smettere di usarlo. Non devi tenerlo dentro per il resto del tuo ciclo, a meno che tu non lo voglia. In ogni caso, molto probabilmente avrai il tuo ciclo entro pochi giorni dopo aver tolto l’anello. Per la maggior parte delle donne, la fertilità ritorna subito dopo aver smesso di usare l’anello, in genere entro due o quattro settimane.

Alcuni medici raccomandano di usare un metodo contraccettivo di barriera (come i preservativi) dopo aver smesso di usare l’anello, e di aspettare di avere un paio di cicli normali prima di provare a concepire. Questo può aiutarti a stabilire una data di scadenza più precisa; altri, invece, ti daranno il via libera per iniziare a provare subito, se lo desideri. Se rimani incinta prima che le tue mestruazioni diventino di nuovo regolari, non preoccuparti – puoi fare un’ecografia precoce per datare la tua gravidanza.

A proposito, devi assicurarti di aver preso 400 milligrammi di acido folico al giorno per almeno un mese prima di iniziare a provare a concepire. In effetti, gli esperti di salute raccomandano che tutte le donne in età fertile prendano acido folico ogni giorno, da solo o in un multivitaminico.

È anche una buona idea vedere il tuo ginecologo per un controllo preconcezionale alcuni mesi prima di iniziare a provare.

Quando posso iniziare a usare l’anello anticoncezionale?

Puoi iniziare a usare l’anello anticoncezionale sei settimane dopo il parto. Questo perché le neomamme hanno un rischio particolarmente alto di coaguli di sangue durante le prime settimane post-partum, e gli estrogeni contenuti nell’anello aumentano ulteriormente questo rischio. Poiché le neomamme che non stanno allattando esclusivamente al seno possono ovulare entro un mese dal parto, dovrai astenerti dal sesso o usare un altro metodo contraccettivo durante questo periodo, come la mini-pillola a base di progestinici o i preservativi.

Dovrai assicurarti di non essere già incinta quando inizierai a usare l’anello. Un modo per saperlo con certezza è iniziare a usare l’anello quando hai le mestruazioni, che di solito riprendono entro otto settimane dal parto se non stai allattando. Non devi aspettare le mestruazioni se sei stata in astinenza o hai usato costantemente un’altra forma di contraccezione da quando hai partorito. Tuttavia, dovrai astenerti o usare una contraccezione di riserva (come i preservativi) per i primi sette giorni dell’anello.

Non usare un cappuccio cervicale come metodo di riserva, perché un anello può interferire con il corretto posizionamento e la posizione di questi contraccettivi di barriera. Se hai già le mestruazioni, puoi essere sicura di non essere incinta se inserisci il primo anello entro cinque giorni dall’inizio delle mestruazioni. Se inizi l’anello per la prima volta e lo inserisci il primo giorno del tuo ciclo – cioè il giorno in cui hai le mestruazioni – sarai protetta immediatamente e non avrai bisogno di usare alcun contraccettivo di riserva.

Tuttavia, se inserisci l’anello durante il secondo e il quinto giorno del tuo ciclo, dovrai astenerti o usare il preservativo per i primi sette giorni del ciclo per assicurarti di non rimanere incinta.

Anello anticoncezionale dettagli

Come si usa esattamente l’anello anticoncezionale?

Preparazione alluso dell’anello

Per prima cosa, leggi le istruzioni fornite con l’anello. Se non le hai a portata di mano, puoi trovarle sul sito web. Inoltre, assicurati di avere sempre un anello in più a casa, in modo da non avere problemi se la farmacia è chiusa quando devi inserirne uno nuovo. Conserva la confezione integra lontano da fonti di calore elevato e dalla luce solare diretta. Temperature alte e la luce diretta del sole possono rendere l’anello inefficace.

Avrai anche bisogno di tenere in giro dei preservativi da usare come contraccezione di riserva, di cui potresti aver bisogno quando inserisci il primo anello e di cui avrai sicuramente bisogno se inserisci un nuovo anello in ritardo. Dovresti anche usare i preservativi se sei a rischio di infezioni sessualmente trasmissibili.

Infine, considera l’acquisto di una confezione di pillole per la contraccezione d’emergenza in modo da averle in caso di bisogno.

Inserimento e utilizzo dell’anello

Prima di inserire un nuovo anello, controlla due volte la data di scadenza sulla confezione. Lavati le mani con acqua e sapone. Premi i lati dell’anello tra il pollice e l’indice, poi spingi delicatamente l’anello fino in fondo alla vagina dove si aprirà da solo quando lo lascerai andare.

Se riesci a sentire l’anello nella vagina, usa il tuo dito per spingerlo delicatamente più dentro. L’anello sarà ugualmente efficace in qualsiasi punto della vagina. Una volta che è in posizione, lascialo lì per tre settimane consecutive. Se per qualsiasi motivo l’anello è fuori dalla vagina per più di 3 ore alla volta durante queste tre settimane, non sei protetta e dovrai usare una contraccezione di riserva come il preservativo per i sette giorni successivi al reinserimento dell’anello.

Rimozione dell’anello

Dopo aver tenuto l’anello per 21 giorni di fila, rimuovilo e inizia una pausa di sette giorni senza anello. Durante questa settimana, è probabile che tu abbia le mestruazioni (possibilmente solo scarse perdite di sangue), che in genere iniziano due o tre giorni dopo aver tolto l’anello. Sarai ancora protetta contro la gravidanza durante questa settimana senza ormoni, e non avrai bisogno di usare un metodo di riserva.

Per rimuovere l’anello, inserisci il tuo dito indice nella vagina, aggancialo sotto l’anello e tiralo fuori. Smaltisci l’anello mettendolo nel sacchetto in cui è arrivato o in un sacchetto sigillato prima di gettarlo nella spazzatura. Non gettarlo nel water.

Iniziare l’anello successivo

È molto importante inserire un nuovo anello non più di una settimana dopo aver rimosso l’ultimo. Se l’intervallo senza anello dura più di sette giorni, non sarai più protetta dalla gravidanza. Inserisci il nuovo anello in questo periodo anche se hai ancora delle perdite mestruali. Se inserisci il nuovo anello in tempo, avrai una protezione continua e non avrai bisogno di usare una contraccezione di riserva.

Se sono passati più di sette giorni da quando hai rimosso l’anello e non ne hai ancora inserito uno nuovo, dovrai usare un altro metodo contraccettivo se fai sesso. Una volta inserito un nuovo anello, dovrai usare un metodo contraccettivo di riserva (come il preservativo) per i primi sette giorni dopo l’inserimento dell’anello.

È una buona idea segnare sul calendario quando inserisci l’anello, quando dovresti toglierlo e quando devi inserirne uno nuovo.

Anello anticoncezionale cosa sapere

Proteggersi dalle MST

L’anello non ti proteggerà da HIV, gonorrea, clamidia o altre infezioni sessualmente trasmissibili. Quindi, se tu o il tuo partner fate sesso con qualcun altro o usate droghe illecite per via endovenosa, dovrai assicurarti che il tuo partner usi un preservativo in lattice (o in poliuretano se uno dei due è allergico al lattice) ogni volta che fate sesso.

Cosa succede se l’anello anticoncezionale scivola fuori dalla mia vagina?

Anche se non succede spesso, un anello anticoncezionale può scivolare fuori dalla vagina mentre stai rimuovendo un tampone o mentre ti sforzi durante un movimento intestinale. È più probabile che un anello scivoli fuori se hai una condizione che influenza la struttura della vagina, come un utero prolassato o un tono muscolare vaginale molto rilassato. Se l’anello esce dalla vagina, sciacqualo con acqua fresca o tiepida (non calda) e reinseriscilo il prima possibile. Continuerai ad essere protetta contro la gravidanza se lo reinserisci entro tre ore.

Se l’anello è rimasto fuori dalla vagina per più di tre ore continue durante la prima o la seconda settimana di utilizzo, dovresti comunque sciacquarlo e reinserirlo, ma dovrai usare un metodo di controllo delle nascite di riserva per i sette giorni successivi. Se l’anello rimane fuori dalla vagina per più di tre ore continue durante la terza settimana di utilizzo, gettalo. A questo punto puoi inserire subito un nuovo anello e iniziare un nuovo ciclo di 28 giorni, o aspettare sette giorni in modo da avere il ciclo prima di inserire un nuovo anello. Se scegli di aspettare una settimana, dovrai usare una contraccezione di riserva finché il nuovo anello non sia stato inserito per almeno sette giorni.

Se perdi un anello quando esce, basta inserirne uno nuovo e iniziare un nuovo ciclo.

Cosa succede se dimentico di togliere l’anello secondo il programma?

Se dimentichi di togliere l’anello dopo tre settimane, ma è rimasto dentro per non più di 28 giorni, sei ancora protetta contro la gravidanza. In questo caso, togli l’anello e inseriscine uno nuovo dopo sette giorni. Tuttavia, se l’anello è stato inserito per più di quattro settimane, non sei più protetta contro la gravidanza. Se non hai fatto sesso o hai usato un metodo di riserva durante questo periodo, puoi inserire un nuovo anello nel modo giusto. Quando inserisci il nuovo anello, dovrai continuare ad astenerti o a usare una contraccezione di riserva per i prossimi sette giorni.

Nel caso tu abbia fatto sesso senza contraccezione di riserva dopo che l’anello è stato inserito per quattro settimane, considera di usare immediatamente la contraccezione di emergenza.

Quali effetti collaterali ha l’anello?

La dose di estrogeni che ricevi dall’anello è inferiore a quella della pillola, quindi è meno probabile che tu abbia effetti collaterali. In generale, se si verificano effetti collaterali, è più probabile che si verifichino durante i primi due o tre mesi di utilizzo. Alcune donne possono avere:

  • Piccoli cambiamenti di peso
  • Indolenzimento o allargamento del seno
  • Nausea o, più raramente, vomito
  • Cambiamenti d’umore
  • Mal di testa
  • Difficoltà nel portare le lenti a contatto

Si può anche avere spotting o sanguinamento tra le mestruazioni, che è noto come sanguinamento di rottura. Questo si verifica solo in una minoranza di donne che usano l’anello e spesso va via dopo alcuni cicli. Una piccola percentuale di donne si lamenta di irritazione vaginale quando si usa l’anello, e alcune utilizzatrici dell’anello riportano una maggiore lubrificazione vaginale.

Infine, alcune donne che usano la contraccezione ormonale combinata sviluppano cloasma, o aree di pelle scura, di solito sul viso, anche se questo è meno probabile che si verifichi con basse dosi di estrogeni. L’oscuramento della pelle è più probabile che sia un problema per te se hai avuto il cloasma durante la gravidanza. Puoi abbassare le possibilità proteggendo la tua pelle dal sole con la protezione solare e l’abbigliamento. Lo scurimento della pelle può peggiorare se continui a usare l’anello.

rimanere incinta con gli anticoncezionali

Quali sintomi possono indicare un problema medico causato dall’anello?

Chiama immediatamente il tuo medico se noti uno di questi sintomi:

  • Dolore acuto al petto
  • Respiro corto
  • Tossire sangue
  • Forte dolore addominale, tenerezza o gonfiore
  • Gonfiore in una gamba, o grave dolore al polpaccio o alla coscia
  • Emicrania, forti mal di testa di qualsiasi tipo, o mal di testa che sono più intensi di quelli che erano prima di iniziare l’anello
  • Qualsiasi sintomo neurologico, inclusi disturbi visivi (come visione offuscata o doppia, perdita temporanea della vista, luci lampeggianti o macchie davanti agli occhi), difficoltà di parola e formicolio o debolezza su un lato del corpo
  • Un’improvvisa febbre alta accompagnata da vomito, diarrea, vertigini, debolezza, mal di gola, dolori, arrossamento degli occhi o un’eruzione cutanea simile a una scottatura. Questi sono segni di sindrome da shock tossico, una condizione rara ma seria che è associata all’uso di tamponi e alcuni contraccettivi di barriera. Pochissimi casi sono stati riportati in utilizzatrici di anelli, alcune delle quali usavano anche tamponi, quindi causa ed effetto non sono noti.

Chiama senza indugio se sviluppi una grave eruzione cutanea, diventi itterica (ingiallimento della pelle o degli occhi), senti prurito dappertutto, noti un nodulo al seno, ti senti depressa o hai forti sbalzi d’umore. Infine, naturalmente, contatta il tuo medico se pensi di poter essere incinta.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Legatura delle tube: sterilizzazione femminile

La rabbia è un segno di depressione post-partum?

Leggi anche
  • zuppa di polloZuppa di pollo con farro e funghi shiitake

    Una saziante e deliziosa zuppa ricca di nutrienti essenziali.

  • ginger sickness 125104224 resizedZenzero contro la nausea
  • Loading...
  • Zanzare bambini rimediZanzare: i rimedi per difendere i bambini

    Le zanzare in estate, ma spesso si presentano anche in inverno, rappresentano un fastidio continuo, ma per i bambini possono essere anche dannose. Ecco dei consigli per proteggere e prevenire i vostri figli dalle punture di questi insetti.

  • 174Yogurt magro, fa bene e ha meno calorie
  • untitled 119Yoghurt senza zucchero
Contents.media