Adozione LGBTQ: tutti i consigli per i genitori

Tutte le opzioni da valutare con attenzione prima di realizzare un meraviglioso sogno.

Se siete LGBTQ e siete genitori o state pensando di creare una famiglia, c’è una buona probabilità che l’adozione faccia parte della vostra vita.

Come membri di una comunità LGBTQ, potreste essere discriminati dal sistema legale. Anche se non è così, dovrete fare dei passi in più per proteggere la vostra famiglia.

Per esempio, se un partner di una coppia lesbica porta in grembo un bambino, l’altro partner dovrà adottarlo. Dovreste sapere il più possibile sui vostri diritti legali e su cosa aspettarvi.

Adozione LGBTQ di secondo genitore

L’adozione da parte del secondo genitore è una procedura legale che permette a un genitore dello stesso sesso di adottare il figlio biologico o adottivo del suo partner. In questo modo non pone fine allo status legale del primo genitore come genitore, secondo il National Center for Lesbian Rights.

Anche se siete legalmente sposati e il nome della madre non biologica è sul certificato di nascita del vostro bambino, il NCLR consiglia alle coppie lesbiche di completare formalmente un’adozione di secondo genitore. Se doveste separarvi o divorziare, il secondo genitore legalmente riconosciuto continua ad avere gli stessi diritti del genitore biologico.

“Non c’è modo di garantire che i diritti genitoriali di un genitore non biologico saranno rispettati da un tribunale, a meno che la persona abbia un’adozione o una sentenza del tribunale”, dice Erik Olvera.

Che cosa comporta: avrete bisogno di un avvocato per presentare i documenti al vostro tribunale di contea e una visita da un assistente sociale autorizzato. Un’adozione da parte di un secondo genitore costa tra i 2.000 e i 3.000 dollari, comprese le spese legali e lo studio domestico, e può essere completata in soli tre mesi.

Le leggi federali stabiliscono i principi generali dell’adozione, ma l’adozione è principalmente regolata dalle leggi statali. Quest’ultime possono essere molto diverse, ed è quindi molto importante che il vostro avvocato conosca bene le leggi del vostro stato.

Se vivete in uno stato dove le adozioni di secondo genitore non sono permesse, potete fare un’adozione matrigna. Si tratta di una procedura simile a un’adozione di secondo genitore, ma per questa classificazione voi e il vostro partner dovete essere sposati. Tuttavia, può essere fastidioso essere chiamato “genitore adottivo” quando per il vostro bambino siete genitori tanto quanto il vostro partner.

Adozione LGBTQ domestica con un’agenzia o in modo indipendente

Non tutti gli stati permettono a una coppia LGBTQ o a una persona singola di adottare.

A seconda del vostro stato, un tipico pacchetto di adozione può richiedere:

  • Certificato/i di nascita
  • Controllo dei precedenti penali
  • Uno o due studi domestici (visite di un assistente sociale per intervistarvi e vedere la vostra casa)
  • Esami medici o moduli dei vostri medici
  • Informazioni finanziarie dettagliate
  • Lettere formali di amici che sostengono la vostra domanda di adozione
  • Foto personali
  • Una lettera personale alla madre naturale che descriva il vostro desiderio di diventare genitori e chi siete come persona, compresi i vostri valori, interessi e relazioni.

Adozione LGBTQ internazionale

Le adozioni da altri paesi sono soggette a bruschi cambiamenti di politica che possono far deragliare il processo. Dieci anni fa, Kipp Jarecke-Cheng e il suo compagno, Mark Jarecke-Cheng, hanno adottato il loro figlio dal Vietnam. Kipp dice che hanno scelto il Vietnam perché, a quel tempo, il paese aveva una sorta di politica “don’t ask, don’t tell” verso i genitori LGBTQ. Kipp, che è asiatico, ha gestito le interazioni con il governo, presentandosi come un uomo single.

Il processo di adozione stava procedendo bene quando il governo vietnamita ha improvvisamente iniziato a richiedere ai candidati di firmare un documento che dichiarava che non fossero gay. Cinque delle sette famiglie che avevano viaggiato in Vietnam per l’adozione con i Jarecke-Chengs erano lesbiche o gay, e alcuni sono stati sottoposti a un esame più attento perché “sembravano” lesbiche o uomini gay.

Kipp non ha firmato, e i funzionari non hanno mai chiesto direttamente se fosse gay. L’unica domanda personale che ha ricevuto è stata: “Perché non sei sposato? “. Una volta tornati negli Stati Uniti, Mark ha adottato il loro bambino, e ora hanno una figlia tramite adozione nazionale.

Le adozioni internazionali avvengono ancora, ma attualmente ce ne sono circa due terzi in meno rispetto al 2004. Questo è in parte perché alcuni sostenitori del benessere dei bambini internazionali credono che i bambini dovrebbero rimanere nel loro paese d’origine, indipendentemente dalle condizioni in cui saranno cresciuti.

Punti da considerare sull’adozione internazionale

Se volete ancora perseguire l’adozione internazionale, ecco alcuni punti da considerare:

  • Se siete in una relazione LGBTQ, le vostre possibilità di adottare da un altro paese come coppia sono vicine allo zero. Meglio avere un partner “single” come genitore adottivo.
  • È difficile adottare un neonato a livello internazionale. È più probabile che i bambini disponibili per l’adozione siano leggermente più grandi, da due a cinque anni.
  • Dovrete scegliere un’agenzia che abbia esperienza di lavoro con la sua controparte nel paese che avete scelto.
  • Avrete bisogno di un visto per il bambino prima di poterlo portare a casa.

Questi blocchi stradali possono essere scoraggianti, e ci possono essere giorni in cui sentirete che non sarete mai un genitore. Essere informati, trovare gli esperti giusti e costruire una rete di sostegno vi aiuterà. Fatevi coraggio: migliaia di persone vi hanno preceduto e hanno delle bellissime famiglie da mostrare. Buona fortuna!

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Adozione nazionale o internazionale? Ecco cosa ne pensano i genitori

Adozione nazionale: miti e realtà

Leggi anche
  • Zoomarine orari 2020Zoomarine: tutti gli orari dell’estate 2020

    Zoomarine è uno dei parchi acquatici più amati d’Italia ed è finalmente pronto per riaprire i battenti dopo la quarantena: quali sono gli orari del 2020?

  • Zoomarine biglietti prezzi orariZoomarine: biglietti, prezzi e orari del parco

    Zoomarine è la scelta perfetta per tutte le famiglie che vogliono divertirsi insieme: ma come e dove informarsi in merito a biglietti, prezzi e orari?

  • Zoomarine Orari NavetteZoomarine Orari Navette
  • Loading...
  • Zoomarine Orari AttrazioneZoomarine Orari Attrazione
  • zone erogene femminiliZone erogene femminili
Contents.media