Adozione: cosa avrebbero voluto sapere i genitori prima di iniziare

Innumerevoli domande e dubbi prima di realizzare un sogno.

“Quanto tempo ci vorrà?” è spesso la prima domanda che le famiglie si pongono prima di procedere con l’adozione. La risposta è che nessuno lo sa; le agenzie possono darvi delle stime, ma un’adozione può richiedere più tempo (o meno tempo) del previsto.

Continuate a leggere per scoprire come altri genitori hanno affrontato questo e altri ostacoli inaspettati dell’adozione, e cosa avrebbero voluto sapere sul processo fin dall’inizio. In questo articolo troverete tutte le opzioni disponibili per adottare.

Adozione: quanto tempo ci vorrà?

“L’adozione può richiedere molto, molto tempo. Nel nostro caso, abbiamo iniziato le pratiche un’estate e abbiamo avuto il nostro bambino due estati dopo. Molte cose possono cambiare in questo tempo.

Siate pronti a continuare a valutare se ciò è qualcosa che volete”.

– Linda

“Sembrava che ci volesse un’eternità per arrivare al punto di abbinamento con la madre naturale di nostro figlio. Poi le cose sono successe molto più velocemente di quanto non avvenga con una nascita tipica. Le cose non sembravano reali fino a circa un mese prima che i bambini nascessero, poi siamo diventati genitori istantanei. Il risultato finale è stato che ci è sembrato di non aver avuto i nove mesi di preparazione che i genitori di solito hanno.

Tuttavia il tempo dalla nostra decisione di adottare, al giorno in cui i nostri bambini sono arrivati, è stato circa un anno”.

– Patrick

“Ognuna delle nostre tre adozioni ha richiesto un tempo diverso. Le nostre prime due sono avvenute molto più rapidamente di quanto le agenzie si aspettassero. Siamo riusciti a portare a casa James in quattro mesi e David in meno di sei mesi. Abbiamo iniziato la nostra terza adozione con l’aspettativa che avremmo atteso 10 mesi, invece ci sono voluti due anni. Ogni caso e ogni paese da cui si adotta è diverso. Non esiste un’adozione tipica”.

– Lynn

Adozione: è un viaggio difficile ma gratificante

“L’adozione non è per i deboli di cuore. Il direttore della nostra agenzia lo disse in un piccolo seminario per le famiglie in attesa, ma avrei voluto sapere esattamente cosa significasse. Non l’ho capito fino a circa tre settimane prima che la madre naturale di nostro figlio partorisse. Abbiamo avuto i nostri dolori di travaglio mentre elaboravamo tutte le emozioni, e la madre naturale di nostro figlio aveva il suo lutto da fare e ha preso decisioni che erano diverse da quelle che avevamo discusso. Abbiamo fatto un giro sulle montagne russe, ma alcuni attraversano una casa stregata. Ogni adozione è diversa, e non lo capirete finché non sarete voi stessi ad affrontare la situazione!”

– Deborah

“Il processo di adozione ha avuto molti alti e bassi, e molte cose sono sfuggite al mio controllo. I documenti sono stati trattenuti all’ufficio dell’immigrazione, le regole dell’adozione sono cambiate (e cambiate ancora), i problemi del computer hanno ritardato alcune delle mie pratiche, e così via. Chiunque entri nel processo d’adozione – nazionale o internazionale – deve essere preparato ad essere scrupoloso e diligente nel fare ciò che gli viene chiesto (che a volte può sembrare ridondante ed eccessivo). Deve anche essere pronto a lasciare che il processo si svolga secondo i suoi tempi. In altre parole, ci sono alcune cose che semplicemente non si possono controllare. Aiuta a provare a rilassarsi e ad avere fede che le cose alla fine si risolveranno, in un modo o nell’altro”.

– Laura

Ottenere sostegno da altri che stanno adottando o hanno adottato

“Anche se qualsiasi genitore adottivo vi dirà che ogni dosso o curva che incontrate nel vostro percorso sono normali, l’attesa può essere scoraggiante ed estenuante. Se una coppia in attesa può costruire un gruppo di sostegno attraverso l’agenzia che sta usando, vale la pena di andarci. È bello parlare con persone che sono sulla stessa barca. È anche bello festeggiare l’arrivo del tuo bambino con quel gruppo, perché sanno quanto sia magico. Credo che chiunque si preoccupi per te sarà felice per te e vedrà la magia, ma le persone tendono ad esprimere anche le loro paure. Abbiate un posto sicuro per parlare delle vostre e condividere la vostra felicità”.

– Janice

“Cercate nei gruppi online per genitori adottivi. Hanno una tale ricchezza di informazioni”.

– Sharyl

adozione cosa sapere

Non abbiate paura di dichiarare le preferenze della vostra famiglia in modo forte e chiaro

“Non pensate che solo perché state adottando non potete dichiarare le vostre esigenze. Sono nel consiglio di un gruppo di sostegno locale, e molte coppie adottive sembrano sentirsi in colpa quando spuntano una casella che dichiara che non vogliono avere a che fare con bisogni speciali. Prendetevi del tempo, decidete cosa è importante per voi, e poi perseguitelo senza vergogna! È l’unico elemento di controllo che avete. Scegliete la corsa che funziona per voi, il paese che funziona per voi, l’età e il programma che funzionano per voi. Le persone possono sentirsi in diritto di criticare le vostre decisioni, ma la realtà è che non devono vivere la vostra vita”.

– Janice

Fate tutte le domande che avete

“Capire quale tipo di adozione è giusta per te è un altro passo del tuo viaggio. Il mio miglior consiglio è di non avere mai paura di fare domande. I professionisti dell’adozione con esperienza sanno quanto è difficile ordinare tra tutte le informazioni sull’adozione. I buoni professionisti sono lì per aiutarvi e alla fine vogliono vedere le famiglie formate. Se le persone non sono aperte alle vostre domande o non rispondono in un tempo ragionevole, passate oltre”.

– Melissa

“Avrei voluto che fossero disponibili più informazioni sull’adozione transrazziale. Le agenzie e altri genitori online hanno spiegato molto bene il processo in sé. Tuttavia, le sfide di crescere un bambino di una razza diversa non sono state realmente discusse da genitori esperti o assistenti sociali. Voglio crescere le nostre figlie in modo che siano fiduciose e sicure e che apprezzino la loro cultura di nascita. Voglio prepararle alle sfide che le attendono, come i pregiudizi sull’adozione, le prese in giro a scuola, il razzismo e l’affrontare la perdita dei loro genitori naturali”.

– Sandi

Aspettarsi l’inaspettato

“Quando abbiamo adottato nostro figlio David, ci aspettavamo un bambino di 4 anni. Tuttavia, sembrava molto più piccolo di 4. Abbiamo fatto un test di densità ossea e il radiologo ha stabilito che era più vicino ai 2 anni e mezzo. Avevamo fatto tutte queste letture sullo sviluppo e avevamo riempito la nostra casa di giocattoli appropriati per un bambino di 4 anni! Inutile dire che abbiamo dovuto aggiornarci su cosa aspettarci da un bambino più giovane. Alcuni paesi contano l’età dei bambini in modo diverso dal nostro. Poiché molti bambini sono trovatelli, a volte la loro data di nascita non può essere conosciuta. Se devi indovinare l’età di tuo figlio, meglio preferire che sia più giovane, perché questi bambini sono spesso in ritardo nello sviluppo. E non bisogna mai fissare una data di nascita”.

– Lynn

Considerate l’adozione internazionale

“Abbiamo scelto l’adozione internazionale perché quando ero pronta a rinunciare alla gravidanza, volevo solo un bambino nella mia casa il più presto possibile. Sapevo che mentre l’adozione internazionale può essere un giro sulle montagne russe, il 99% delle volte si finisce con un bambino. Avevo paura che lo stesso non fosse vero per le adozioni nazionali. Cinque anni dopo aver iniziato il nostro viaggio di adozione, ho avuto due bellissimi bambini. Il primo aveva 9 mesi quando l’abbiamo preso e il secondo 14 mesi. Con il primo abbiamo accettato il rinvio di un bambino appena nato. Il nostro secondo aveva già 5 mesi quando abbiamo iniziato il processo. Entrambi i processi hanno avuto la loro parte di alti e bassi e momenti strazianti quando desideravamo tenere il bambino nella foto, ma non ci siamo mai preoccupati una volta che i ragazzi non sarebbero stati nostri alla fine”.

– Darcy

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Adozione nazionale: miti e realtà

Quali domande fare a un’agenzia d’adozione?

Leggi anche
  • Zoomarine orari 2020Zoomarine: tutti gli orari dell’estate 2020

    Zoomarine è uno dei parchi acquatici più amati d’Italia ed è finalmente pronto per riaprire i battenti dopo la quarantena: quali sono gli orari del 2020?

  • Zoomarine biglietti prezzi orariZoomarine: biglietti, prezzi e orari del parco

    Zoomarine è la scelta perfetta per tutte le famiglie che vogliono divertirsi insieme: ma come e dove informarsi in merito a biglietti, prezzi e orari?

  • Zoomarine Orari NavetteZoomarine Orari Navette
  • Loading...
  • Zoomarine Orari AttrazioneZoomarine Orari Attrazione
  • zone erogene femminiliZone erogene femminili
Contents.media