Adolescenza e rapporto conflittuale con i genitori: i consigli

Adolescenza e rapporto conflittuale con i genitori: perché nasce la lotta e quali sono gli errori che gli adulti non devono commettere.

L’adolescenza è connotata da innumerevoli cambiamenti fisici, psicologici, emotivi e sociali. Frequentemente, gli adulti non sono preparati emotivamente ad affrontare queste metamorfosi, vivendole come “stravaganze” o “capricci”. Per questa ragione, talvolta, non utilizzano le strategie adatte a consentire ai propri figli di transitare agevolmente verso l’età adulta.

Adolescenza e rapporto conflittuale con i genitori: cosa fare, come migliorarsi, quali consigli seguire? Scopriamolo insieme.

Adolescenza e rapporto conflittuale con i genitori

L’ingresso nella fase adolescenziale porta con sé tutta una serie di cambiamenti nei figli, che da bambini docili diventano più grandi, iniziano a ribellarsi e a mettere in discussione l’autorità dei genitori. Di fronte a questa situazione, come è normale che sia, i genitori si trovano spesso disorientati, dal momento che sentono di non avere più il controllo di un figlio che non riconoscono.

Risulta importante comprendere che la ribellione fa parte del percorso di crescita dei figli e spesso non è riferita al rapporto specifico con mamma e papà, di cui i ragazzi hanno ancora tanto bisogno. Non sempre tutto ciò risulta semplice però, perché i genitori fanno fatica ad accettare il fatto che il figlio voglia trasformare il bisogno di autonomia in opposizione e non accettazione delle regole.

I problemi nascono soprattutto quando il genitore si sente sfidato e risponde alle lotte di potere, in un continuo braccio di ferro con l’adolescente, cercando di imporsi per farsi ubbidire.

Advertisements

In questo modo, però, si perde di vista l’autorevolezza e si alimenta il circolo vizioso del conflitto, delle incomprensioni e dei litigi. Di solito, si tratta di un problema di comunicazione e, se non si fa un passo indietro, si rischia di rimanere in una posizione rigida, in cui si arriva alle urla, ai ricatti, ai divieti, rischiando di provocare nel giovane una reazione opposta.

Come gestire un figlio ribelle

Gestire un figlio adolescente e ribelle non è per niente semplice. L’adolescenza è proprio quella fase in cui si entra in conflitto con i genitori, magari trasgredendo delle semplici regole che fino all’altro ieri erano valide. Per gestire questo inevitabile rapporto conflittuale, è importante lavorare duramente durante l’infanzia e poi in pre-adolescenza. Una gestione educativa basata su regole e organizzazione andrebbe impostata in precedenza perché durante la fase adolescenziale il conflitto sarà all’ordine del giorno.

Adolescenza e rapporto conflittuale con i genitori: quali sono gli errori che gli adulti non devono fare?

Non essere rigidi

Risulta importante non porsi come se il ragazzo abbia sempre torto e gli adulti sempre ragione. In questa fase, infatti, è importante mettersi in discussione, per capire come comunicare in maniera efficace. Per questo motivo, è importante evitare di assumere un controllo oppressivo, di partire prevenuti e di essere soffocanti.

No alle urla e agli attacchi

Alzare la voce, urlare, avere reazioni forti non serve assolutamente a nulla. Infatti, in pochi lo sanno ma si riesce a essere più credibili con la calma, la fermezza e la determinazione.

Non esistono solo i ricatti e le punizioni

Utilizzare solo l’elenco dei divieti, delle minacce e delle punizioni non porta a nessun insegnamento, neanche quando l’adolescente asseconda il genitore. Il fatto che segua quello che dicono mamma e papà non significa infatti che abbia compreso.

Nessun paragone con il figlio

Uno degli errori più comuni è quello di paragonare la propria adolescenza a quella dei figli. In questo modo, però, ci si pone in una posizione di distanza che non permette realmente di conoscere il mondo del ragazzo.

Scritto da Francesca Belcastro
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Adolescenza: quali sono i cambiamenti fisici e psicologici

Come scegliere la scuola superiore più adatta: consigli e orientamento

Leggi anche
  • zaini scuola superiore ragazzoZaini scuola superiore ragazzo: quale acquistare

    Zaini per ragazzo alla scuola superiore: i requisiti di comfort e i modelli più acquistati. Una guida alla scelta dell’accessorio scolastico fondamentale.

  • zaini scuola superiore ragazzaZaini scuola superiore ragazza: i migliori modelli

    Lo zaino è l’accessorio must have per tutte le ragazze alle scuole superiori: questo deve saper coniugare la comodità alle esigenze di stile personale. Le marche tra le quali scegliere sono molteplici, per assecondare ogni personalità. Vediamone alcune.

  • Vita indipendente passo dopo passoVita indipendente passo dopo passo
  • Vista e percezione nei teenagerVista e percezione nei teenager
  • Loading...
  • Visite dal dentista per adolescentiVisite dal dentista per adolescenti
Contents.media