Notizie.it logo

Adenoidi in gravidanza: diagnosi e cure possibili

gravidanza

Le adenoidi possono manifestarsi anche in gravidanza, ecco che cosa è bene fare

Le adenoidi sono formazioni a grappolo situate sul retro del naso, sopra al palato. Sono parte del sistema immunitario e contribuiscono quindi a combattere le infezioni proteggendo il corpo da batteri e virus. Ma possono essere anche causa di infezioni. Normalmente sono un problema che si manifesta nei più piccoli, ma possono manifestarsi anche in età adulta. Vediamo che cosa fare in caso di insorgenza di problemi a carico delle adenoidi proprio durante i nove mesi di gestazione.

Adenoidi ingrossate

Come accennato, le adenoidi, si trovano nella parte superiore della bocca, dietro al naso. Normalmente non danno nessun fastidio e, anzi, possono coadiuvare il sistema immunitario, ma, talvolta, possono essere loro la causa di infezioni. E’ il caso di quando si ingrossano: dal punto di vista medico, si parla di adenoiditi. Quando si ingrossano, il vero problema è che sono molto fastidiose: possono essere dolorose e possono rendere difficoltoso il respiro. Nella maggior parte dei casi, come si diceva, l’infezione a carico delle adenoidi compare nei bambini di età compresa tra i 3 e i 6 anni, ed è molto rara in età adulta.

Ma ci sono delle eccezioni. Se pur rari, si riscontrano infatti dei casi anche negli adulti. Non si tratta di una malattia grave, ma solo molto fastidiosa. Se l’infezione persiste, le adenoidi devono essere tolte tramite intervento chirurgico, ma non si può decidere a priori. Il consulto con un otorino-laringoiatra è d’obbligo per capire l’entità del problema.

Adenoidi sintomi

Mal di gola; naso che cola; dolore alle orecchie; ghiandole ingrossate nella zona del collo; difficoltà a dormire ed eventuali apnee durante il sonno, con relativa difficoltà a riposare correttamente e, anche, a respirare. Sono i tipici sintomi delle adenoidi. Non è detto che si manifestino tutti e che si manifestino tutti insieme; in ogni caso si tratta di disturbi che, nella maggior parte dei casi, possono essere in qualche modo alleviati con l’aiuto di una terapia farmacologica. Ed è proprio questo il problema di quando le adenoidi si manifestano in gravidanza.

Come è noto, infatti, le future mamme devono assolutamente evitare di prendere dei farmaci, in modo da non mettere a rischio il feto. Nei casi più gravi, comunque, è bene contattare un medico – meglio se otorino – e farsi consigliare. Certamente qualche farmaco che possa alleviare il problema potrà essere prescritto, ma è meglio valutare caso per caso, con l’aiuto di un medico specializzato.

Intervento adenoidi

Nei casi più gravi, chi soffre di adenoidi deve essere sottoposto a un intervento chirurgico. Nulla di particolarmente invasivo, si tratta di un intervento di routine, che può essere fatto anche senza degenza ospedaliera. Durante la gravidanza, però, a meno che non si è in pericolo di vita, è sempre bene evitare di sottoporsi a interventi. Poiché, tutto sommato, le adenoidi sono un problema con cui si può convivere, meglio rinviare l’intervento – sempre che sia necessario – dopo il parto.

© Riproduzione riservata
Leggi anche
Chicco Telefonino Vibra & Scatta - Chicco
12.9 €
Compra ora
Prozis Isoflavoni di Soia 750 mg 90 capsule
17.99 €
Compra ora
Nuby Set da pesca per il bagnetto - Nuby
14.5 €
Compra ora