5 modi per eliminare efficacemente cattivi odori lavatrice

DSC03065

Tutto deve essere pulito di tanto in tanto, e una lavatrice non fa eccezione.

Dopo una serie di lavaggi di biancheria sporca, l’interno della macchina può macchiarsi, e gli odori possono aggrapparsi alle pareti e trasferirsi sui vestiti. Continua a leggere per imparare a pulire la macchina. Fortunatamente, non avrete bisogno di qualcosa che già non abbiate in casa.

Metodo 1: pulire la macchina con acqua calda. I modelli più recenti di lavatrici a caricamento frontale spesso hanno cicli auto-pulenti, quindi se questo è il caso vostro, riempire con acqua calda dalle impostazioni del prodotto.

Se non si dispone di un ciclo di auto-pulizia, basta riempire con acqua calda. Aggiungere un litro di candeggina per la rimozione delle macchie. Se l’interno della lavatrice è macchiato, la candeggina risolverà’ il tutto. Aggiungere attraverso il distributore, in modo che si mescoli con l’acqua calda, poi lasciare che la lavatrice abbia terminato il ciclo di lavaggio. Pulire la guarnizione in gomma della porta. Questa zona è incline alla formazione di muffe, in quanto l’acqua può rimanere intrappolata tra la guarnizione e la macchina.

Utilizzare un detergente universale e un asciugamano di spugna o di carta per pulire sotto e intorno al sigillo. Pulire i distributori. Assicurarsi che la polvere e distributori del detersivo liquido non siano intasati da capelli o da altri detriti. Utilizzare un detergente universale o una soluzione di aceto e acqua e una spugna per rimuovere le tracce di detergente, sporcizia e quant’altro possa intasare il vostro distributore.

Metodo 2: pulire con acqua calda. Il modo più semplice per farlo è quello di modificare il ciclo di lavaggio a caldo e interromperlo dopo che sia stato riempito con acqua. Si potrebbe anche riscaldare l’acqua in cucina e trasferirlo alla macchina. Aggiungere un litro di candeggina. Lasciare attivo il ciclo di lavaggio per alcuni secondi in modo che la funzione agitazione mescoli la candeggina e l’acqua, poi farlo ripartire e lasciare che la miscela di cloro riposarsi per almeno un’ora. In questo modo si solleveranno la sporcizia, la muffa e altre sostanze all’interno del vostra lavatrice. Se preferisci non usare la candeggina, è possibile utilizzare invece un prodotto apposito per lavatrici. Li puoi trovare facilmente all’interno dei supermercati nel reparto “detersivi”.
Per un’alternativa naturale, aggiungere, invece, un litro di aceto bianco, al posto della candeggina o altri detergenti. Termina il ciclo di lavaggio. Dopo un’ora, lascia che la macchina completi il ciclo di lavaggio. A questo punto l’interno della lavatrice sara’ sterilizzato.
Se la macchina rilascia odore di candeggina, una volta che il ciclo è completo, riempirlo con acqua calda e versare un litro di aceto. Lasciate riposare per un’ora, e ripetere il ciclo di lavaggio più di una volta. Pulire i distributori. Utilizzare nuovamente una soluzione di acqua e aceto per pulire gli scomparti in cui si inserisce il detersivo in polvere o liquido. I residui, i capelli e gli altri detriti tendono ad accumularsi lì, quindi, pulire accuratamente queste aree è una parte importante per mantenere l’interno sempre pulito.

Metodo 3: togliere immediatamente il bucato dall’interno quando termina il lavaggio. Lasciando i vestiti bagnati nella macchina, anche per poche ore, può provocare la formazione di muffe e funghi. Trasferire i vestiti bagnati nell’asciugatrice subito dopo che il ciclo di lavaggio è completo. Lasciare aperta la lavatrice dopo il lavaggio. Chiudendo la porta della lavatrice dopo un ciclo, l’umidità rimane intrappolata creando l’ambiente ideale per la crescita muffe e funghi. Per evitare che ciò accada, è sufficiente lasciare la porta aperta affinché’ l’acqua rimanente possa evaporare. Assicurarsi che le pareti della macchina siano asciutte. Se la macchina dispone di un cassetto per il sapone e per l’ammorbidente, ricordarsi di asciugare bene anche quello. Chiudere l’oblò’ e il cassetto solo dopo che si è sicuri di averli asciugati completamente. Ripetere questa operazione almeno una volta al mese.Inoltre, la manutenzione quotidiana aiuta a prevenire le incrostazioni difficili da rimuovere.

Metodo 4: Se si dispone di un caricatore frontale, aggiungere 2 cucchiai di bicarbonato di sodio nel cassetto del detersivo e 1/2 bicchiere di aceto di vino ed eseguire un lavaggio normale (a caldo). Basta tenere d’occhio la macchina mentre il lavaggio e’ in corso. Quanto più’ si ripete l’operazione nel corso del mese, meno spesso troverete residui all’interno nel corso del tempo.
Metodo 5: Versare un bicchiere di aceto nella macchina e spremere il succo di due limoni . Si può mettere nella zona sapone o semplicemente versarlo direttamente nella macchina, non importa. Avviare la macchina sull’opzione piccolo carico e mettere in funzione la lavatrice fino alla fine del ciclo di lavaggio. Questo è tutto, l’odore sarà completamente andato!
Se alcuni dei vostri vestiti hanno già catturato l’odore di muffa prima di aver effettuato la pulizia della lavatrice con questa mistura di aceto e limone puoi provare a metterli nella lavatrice anche solo con l’aceto, senza usare il limone questa volta ed effettuare un lavaggio.

Scritto da Alessia Gelsomini
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come realizzare album dei ricordi fai da te con carta riciclata

Costume carnevale fai da te Teletubbies bimbo 4 anni

Leggi anche
  • platiVivere senza plastica: la sfida di una famiglia di Varese

    Una famiglia di Varese ha deciso di intraprendere un viaggio ecologico. Riusciranno a vivere senza plastica?

  • 95Vestito babbo natale fai da te
  • 8AEA633C 2E68 4B72 9968 1E5F4444969EVernice spray
  • Loading...
  • Giardinaggio e tipi di rose 1728x800 cVantaggi del fare giardinaggio sulla salute di famiglia
  • 630una località
Contents.media