Notizie.it logo

Gravidanza: 10 cibi da evitare

Gravidanza: 10 cibi da evitare

Per una donna incinta i rischi provenienti da una cattiva alimentazione possono essere molti. Vediamo cosa si deve assolutamente evitare di mangiare.

La gravidanza provoca molti cambiamenti nel corpo di una donna. Quando si è incinta si deve considerare la possibilità di adattare le proprie abitudini alimentari ai cambiamenti del nostro corpo. La dieta è uno dei fattori più importanti che può influenzare la nostra salute e quella del nostro bambino. Vi sono però alcuni alimenti che vanno assolutamente eliminati ed altri che invece vanno consumati con prudenza. Vediamoli insieme nelle prossime righe.

1.Formaggi con muffe

I formaggi erborinati, come il gorgonzola e il roquefor, e tutti i formaggi bianchi che presentano muffe, come il brie o il camembert dovrebbero essere evitati duranti la gravidanza. Questo tipo di formaggio è meno acido e umido dei formaggi a pasta dura, il che lo rende un terreno di coltura ideale per batteri nocivi come la listeria. La listeriosi è rara, ma le donne incinte sono 20 volte più vulnerabili di altre persone.

2.Carne cruda

La carne cruda o poco cotta è pericolosa in gravidanza a causa del potenziale rischio di toxoplasmosi, un’infezione causata da un parassita presente nella carne che può causare ritardo mentale, cecità ed epilessia nel bambino.

Tutta la carne deve essere cotta bene, in modo che non sanguini e non presenti zone rosate. Dopo la cottura, tutte le superfici con cui la carne è stata a contatto devono essere accuratamente pulite.

3. Caffeina

La caffeina viene assorbita rapidamente e raggiunge la placenta e il feto, che non ha gli enzimi necessari per metabolizzarla. Troppa caffeina aumenta il rischio che il bambino nasca sottopeso, il che aumenta la probabilità di futuri problemi di salute, tra cui diabete e malattie cardiache. Bisogna ricordarsi anche che oltre che nel caffè, la caffeina si trova naturalmente in altri alimenti, come il tè e il cioccolato, ed è aggiunta ad alcune bibite analcoliche e bevande energetiche.

4. Alcool

Durante la gravidanza non si dovrebbe consumare nemmeno una goccia di alcol. Una dose molto piccola può già influire negativamente sullo sviluppo cerebrale e sulla salute del bambino. L’alcol può causare la sindrome fetale da alcol, che porta a malformazioni facciali, difetti cardiaci e ritardo mentale.

5.

Latte e succhi non pastorizzati

Il latte non pastorizzato può contenere E. coli, listeria o salmonella. Questi batteri possono causare gravi infezioni nelle donne in gravidanza, soprattutto se il loro sistema immunitario è già stressato. È sempre bene bere solo latte pastorizzato e controllare le etichette di tutti gli alimenti contenenti latte per confermarlo. Bisogna inoltre evitare anche i succhi non pastorizzati, anche questi possono essere una fonte di E.coli. Per essere sicuri che non siano presenti batteri si possono bollire e poi lasciare raffreddare.

6.Alimenti trasformati

I piatti preparati che si trovano nei supermercati possono essere molto convenienti, ma spesso forniscono pochi micronutrienti e troppe calorie, sale, grassi e zuccheri. Poiché le donne in gravidanza hanno un maggiore fabbisogno di micronutrienti, è particolarmente importante evitare gli alimenti trasformati ad alto contenuto calorico e preferire alimenti naturali integrali ricchi di micronutrienti, come verdure, noci, semi, legumi e frutta.

7.Pesce crudo e crostacei

I pesci crudi, specialmente i crostacei, possono causare diverse infezioni.

Queste possono essere virali, batteriche o parassitarie, come la salmonella e la listeria. Alcune di queste infezioni colpiscono solo la madre, lasciandola disidratata e debole. Altre infezioni possono essere trasmesse al feto con conseguenze gravi o addirittura fatali.

8. Uova

Una donna incinta non può mangiare uova crude o leggermente cotte perché possono essere contaminate dalla salmonella. Sebbene sia improbabile che un’infezione da salmonella danneggi il bambino, può lasciare la madre molto debole e disidratata durante giorni.

9.Pesce azzurro

Il tonno rosso, il pesce spada, il luccio e lo sgombro sono specie di pesci grassi che possono contenere una dose pericolosa di mercurio, un metallo pesante tossico per i neuroni. I pesci grassi sono ricchi di acidi grassi omega-3, ma le donne in gravidanza possono ottenere la quantità di cui hanno bisogno da fonti vegetali come l’olio di lino e semi schiacciati, noci e semi di chia.

10.Verdure e germogli crudi o poco cotti

Le verdure e i germogli sono generalmente ottimi alimenti da aggiungere alla dieta in quanto contengono grandi quantità di fibre e sostanze nutritive.

Tuttavia, alcuni verdure o germogli possono contenere batteri, come la salmonella o l’E. coli, che possono causare infezioni. Lavate sempre molto bene le verdure e se possibile bollitele o cucinatele sempre.

© Riproduzione riservata
Leggi anche