Zaino ‘My Little Pony’ vietato al ragazzo vittima di bullismo

Matematica

Un provvedimento scolastico in seguito ad un atto di bullismo che ha suscitato molte polemiche tra i genitori dei bambini, coinvolti e non.

Un ragazzo del Nord Carolina di 9 anni che ha portato il pranzo a scuola in uno zaino di “My Little Pony” è stato vittima di bullismo; è per questo motivo che gli è stato vietato di portare il suo zaino preferito a scuola, definendolo un “grilletto per il bullismo”. La mossa ha infuriato la madre del ragazzo e altri genitori, che hanno definito la scuola “dalla parte del bullismo” e considerato troppo restrittiva la decisione di punire il ragazzo per delle sue preferenze di stile personale.
WLOS.com segnala il caso: Grayson Bruce, fan di My Little Pony, ha raccontato, “Iniziano a seguirmi da lontano, mi attaccano con pugni e spinte, chiamandomi con nomi orribili, roba che davvero non dovrebbe accadere.”
Grayson aveva scelto uno zaino di Rainbow Dash quest’anno, che dice ha intensificato gli attacchi contro di lui.

Grayson, “la maggior parte dei personaggi dello spettacolo sono ragazze e molti associano questo mondo alle ragazze, la maggior parte dei giocattoli sono “femminili” e sorprendentemente ho trovato cose come questa.”

Leggi anche Come sistemare i giocattoli dei bambini

Grayson ha sviluppato un seguito su Facebook dopo che un amico ha creato una pagina di supporto per lui.
Grayson si distingue dagli altri per il suo cartone animato preferito e lo esprime chiaramente con le sue scelte.
Sua madre dice, perché no?

Noreen Bruce, mamma di Grayson, “si tratta di promuovere il senso dell’amicizia, non c’è nessuna parola sbagliata, non c’è nessuna violenza, è difficile non trovarla nei cartoni animati di oggi.” Ma Noreen aggiunge che giovedì la scuola gli ha chiesto di lasciare la borsa a casa perché era diventata una distrazione ed era un “grilletto per il bullismo”. Noreen continua, “definire uno zaino un grilletto per il bullismo è come dire che una gonna corta rappresenta un grilletto per lo stupro.

Si tratta di logica viziata, non ha alcun senso”. Noreen chiede una punizione per gli studenti coinvolti nell’atto di bullismo.

Leggi anche I cartoni animati migliori per i bambini

La scuola della Contea di Buncombe ha rifiutato un’intervista, ma ci ha inviato questa affermazione, “un primo passo è stato fatto immediatamente al fine di affrontare una situazione che aveva creato una perturbazione in aula. La scuola della Contea di Buncombe prende molto sul serio il bullismo, e continueremo a prendere provvedimenti per risolvere il problema.”

Leggi anche Zaini con personaggi famosi

Loading...

Leave a comment

Your email address will not be published.


*