Utero retroverso: posizioni sessuali migliori

Utero retroverso e sesso

Utero retroverso è spesso associato ad infertilità e rapporti sessuali dolorosi, niente di più sbagliato. Avere l’utero retroverso vuol dire avere un utero posizionato in maniera diversa, che non provoca infertilità e che a causa del quale, si potrebbe provare dolore durante alcune posizioni sessuali.

Quindi non c’è niente di scientificamente fondato nell’affermare queste tesi. Le donne con l’utero retroverso possono infatti, possono e non provano, più dolore se durante un rapporto sessuale assumono posizioni che coinvolgono i legamenti che dall’utero vanno verso l’osso sacro. Dolorosa può essere ad esempio la posizione nella quale la donna è sotto con le ginocchia piegate all’indietro o nella quale si trova sopra. Ma scopriamo insieme che cos’è l’utero retroverso e quali sono le posizioni sessuali migliori da tenere per evitare dolore.

Che cos’è l’utero retroverso

L’utero di una donna si trova tra il retto e la vescica ed ha la forma molto simile a quella di una pera rovesciata.

Se la donna non è incinta, l’utero è una sorta di pera vuota ed in effetti, in queste condizioni è un organo vuoto, ed è leggermente piegato in avanti e tende ad appoggiarsi alla vescica. Alcune donne, e sono il 20-25%, invece di avere l’utero piegato in avanti, ce l’hanno piegato all’indietro, appoggiato leggermente sull’intestino invece che sulla vescica, ecco allora che si parla di utero retroverso.

Di norma ci si accorge di avere l’utero in questa posizione durante una visita ginecologica o quando si è già incinta, alle normali visite di controllo. A livello di salute femminile, avere l’utero in un modo o nell’altro non comporta alcuna differenza né particolari problemi di fertilità. L’unica cosa da valutare è se l’utero retroverso è congenito e quindi si nasce così o se è invece la conseguenza di qualche problema che ostacola l’utero ad assumere la sua normale posizione. I fattori più comuni che influenzano la posizione dell’utero sono la presenza di fibromi, che essendo masse piuttosto dure, se si trovano esattamente dove l’utero si flette, costringono l’utero a piegarsi dall’altra parte.

Ma in presenza di fibromi ci sono anche altri sintomi, ma questa non è la sede adatta per approfondire il discorso.

Utero retroverso e sesso: complicazioni

Sebbene nella maggior parte dei casi l’utero retroverso ed il sesso sono un binomio perfetto, può capitare che alcune donne, durante i rapporti sessuali, specialmente se assumono certe posizioni, provino un dolore più o meno intenso. Perché con l’utero retroverso certe posizioni sessuali provocano dolore? In alcuni casi oltre all’utero retrverso, anche ovaie e tube di Faloppio tendono ad andare all’indietro.

La tendenza di questi organi ad andare indietro, significa che possono essere urtate, durante il rapporto sessuale, dalla testa del pene, questo fenomeno è noto come collisione dispareunia e provova un vero e proprio dolore. Tuttavia, fortunatamente i casi in cui, le donne con utero retroverso provano dolore sono veramente rare. In caso di dolore basta evitare di assumere certe posioni durante il sesso come la posizione nella quale la donna è sotto con le ginocchia piegate all’indietro o nella quale si trova sopra.

In caso di dolore in certe posioni, soprattutto se il sesso è sostenuto, si rischia di strappare i legamenti che circondano l’utero. Quindi, meglio cambiare pozione.

Posizioni migliori per chi ha l’utero retroverso

In caso di utero retroverso e soprattutto in presenza di dolore durante i rapporti, è meglio cambiare strategia, ecco allora le posizioni migliori per fare sesso per chi ha l’utero retroverso. Sicuramente come abbiamo visto sopra sono da evitare le posizioni che coinvolgono i legamenti che dall’utero vanno verso l’osso sacro. Ma sono invece da preferire, anche in virtù di una eventuale gravidanza, la posizione del missionario, la posizione delle forbici, la posizione di lato e quella da dietro, meglio conosciuta come pecorina.

Queste posizioni sono utili anche per un eventuale concepimento, sia per le donne con utero retroverso che in quelle con l’utero in posizione normale perché permettono una maggior penetrazione e lo sperma vine depositato meglio nei pressi del collo dell’utero, pronto a risalire fino alla fecondazione dell’ovulo rilasciato dalla donna.

Sfatiamo anche il mito che vuole la donna con utero retroverso incapace di avere un figlio. Purtroppo fino a qualche decennio fa si riteneva che la donna con utero retroverso non fosse fertile, fortunatamente la medicina si è evoluta, affermando esattamente il contrario e cioè che la donna con utero retroverso può rimanere incinta e portare a termine una felice e serena gravidanza, proprio come tutte le donne con utero in posizione classica.

Concludiamo questa mini guida al rapporto tra utero retroverso e sesso, dicendo che non esistono conseguenze importanti per la restroversione dell’utero. Una donna deve vivere tranquillamente la propria sessualità ed eventualmente gravidanza, in assoluta tranquillità.