Rimedi naturali contro il mal di testa in gravidanza

mal di testa

Non bastavano le nausee mattutine, il mal di schiena, le notti insonni in gravidanza, la donna deve sopportare anche il mal di testa ma ci sono dei rimedi tutti al naturale per far fronte a questo problema.

Ebbene sì, mamme, la gravidanza è uno dei momenti più belli e magici per tutte le donne ma, sfortunatamente, è anche il periodo in cui può capitare di dover affrontare dei piccoli fastidi causati dalla tempesta ormonale a cui siete soggette dalla prima alla quarantesima settimana di gestazione. Uno di questi, per esempio, è il mal di testa e come ben sapete, durante la gravidanza, dovete fare a meno dei medicinali perché non fanno assolutamente bene al vostro bambino.

Quindi che fare? Il primo consiglio utile che vi possiamo dare è, se potete, di prendervi un po’ di risposo e fare qualche ora di sonno: è vero che la gravidanza non è una malattia, ma sono tanti i cambiamenti che il vostro corpo sta subendo quindi, fermarsi un po’, non vi farà certo male.

Se gli impegni di lavoro e casa sono tanti e il mal di testa vi sta proprio debilitando, ci sono alcuni rimedi naturali utili a scacciare via la fastidiosissima emicrania.

Vediamo insieme in questo articolo di carattere puramente informativo ( e che non vuole sostituire un parare medico) quali strategie casalinghe si possono mettere in pratica per attenuare quel tremendo cerchio alla testa che da ore – o giorni – ci sta mettendo ko!

Rimedi naturali al mal di testa

Se avete sempre fatto affidamento ai magici poteri dello zenzero, ora che siete in dolce attesa dovrete archiviare radici e tisane perché non fanno per niente bene al vostro bambino. Al contrario, fatevi una bella scorpacciata di vitamina B, come l’acido folico, perché è un elemento fondamentale per la vostra gravidanza. E se vi parlassimo, invece, di speciali braccialetti che vi faranno sentire subito meglio perché agiscono sul vostro corpo come una seduta di agopuntura? In questo articolo vi daremo tutte le informazioni necessarie per vivere al meglio la vostra gravidanza scacciando il più possibile i classici malesseri delle donne incinta.

Farmaci pericolosi in gravidanza

Come ben sapete, in gravidanza è assolutamente sconsigliata l’assunzione di farmaci perché potrebbero essere potenzialmente pericolosi per il vostro bambino.

L’unico farmaco concesso è il paracetamolo, ossia la comune tachipirina, che può essere assunta (ovviamente con moderazione e sotto stretto consiglio medico) anche durante i nove mesi di gestazione e che può darvi una mano a farvi passare in breve tempo il doloroso mal di testa. Ma se volete essere sicure al 100% di non causare alcun fastidio al feto assumendo pastiglie e compresse, potete affidarvi al classico “metodo della nonna”, cioè ai rimedi naturali e casalinghi che sono meno invasivi dei medicinali e vi possono comunque aiutare a sentirvi meglio facendo scomparire l’emicrania.

Massaggi e riposo

Contro il mal di testa, per esempio, ci sono diverse soluzioni: dallo zenzero, alla vitamina B (come l’acido folico) fino all’agopressione. Non dimenticatevi, comunque, che in questo lungo percorso emozionale che si chiama gravidanza, al vostro fianco c’è anche il futuro papà che deve, anche lui, cominciare a capire il suo ruolo: se avete mal di testa, può essere per esempio causato dalla postura scorretta causata dal pancione e quindi, in questo caso, un bel massaggio rilassante fatto dal vostro partner potrebbe essere la soluzione più adatta per darvi un pochino di sollievo.

Se il mal di testa, poi, vi procura anche stanchezza allora concedetevi un risposino o una bella passeggiata all’aria aperta: due toccasana completamente naturali che vi faranno subito star bene.

Ma ora, consigli a parte, andiamo un pochino più nel dettaglio: quali sono i rimedi naturali più efficaci contro il mal di testa? Quali possono essere usati nelle donne incinta e quali no? Lo zenzero, per esempio, va assolutamente evitato mentre ben venga l’assunzione di vitamina B. E se il vostro mal di testa è causato dalle continue nausee, tipiche della gravidanza, allora potreste comprare in farmacia un braccialetto davvero speciale. Qui sotto tutte le informazioni necessarie.

Zenzero

Usare lo zenzero contro il mal di testa è sicuramente uno dei rimedi naturali più utili e facile da reperire: è in grado di bloccare la sintesi delle prostaglandine, sostanze che stimolano la contrazione muscolare che genera il dolore in caso di infiammazione. La sua funzione, quindi, è molto simile a quella di antinfiammatorio.

Ma l’efficacia dello zenzero per l’emicrania è legata anche alla capacità di questa radice di stimolare la digestione e prevenire alcuni disturbi legati ad un cattivo funzionamento dell’apparato gastrointestinale, come la nausea ed il vomito, sintomi spesso correlati al mal di testa. Attenzione però: per le donne in gravidanza è assolutamente sconsigliato l’uso di zenzero perché potrebbe provocare problemi sia alla futura mamma che al bambino (esempio nausea o vomito). Quindi, consultate sempre il vostro medico o il vostro ginecologo di fiducia prima di assumere questa spezia durante la gestazione. Dunque, fatevene una ragione, per tutti e i nove mesi di gravidanza ( e anche dopo, perché bisogna far passare anche il periodo di allattamento) è meglio che archiviate radici e tisane.

Vitamina B

Alcuni studi hanno dimostrato che la carenza di vitamina B è uno dei fattori che possono causare l’insorgere di patologie come il mal di testa e l’emicrania ecco perché è importante che i livelli di questa vitamina nel nostro organismo siano sempre buoni, in particolare in un momento delicato come quello della gravidanza.

Molte donne in dolce attesa, per esempio, assumono acido folico (vitamina B9) : nel periodo dell’attesa infatti, il fabbisogno di questa vitamina aumenta notevolmente per tutelare la salute del bimbo e per questo motivo è consigliata una sua assimilazione costante e in misura sufficiente per il benessere di mamma e bebè. Dunque se si soffre di frequenti episodi di mal di testa è bene instaurare delle buone abitudini alimentari: arricchiamo la nostra alimentazione di verdure fresche, legumi, cereali e frutta secca in grado di fornirci vitamine del gruppo B che miglioreranno la nostra salute generale. Il sistema nervoso e immunitario risulteranno rafforzati e, dato che non bisogna tralasciare nulla, anche la nostra pelle e i nostri capelli assumeranno nuova bellezza. Ovviamente, dato che questo si tratta di un articolo puramente informativo, e non di carattere medico, vi consigliamo di contattare sempre un medico o un ginecologo prima di iniziare l’assunzione di acido folico.

Intanto, ecco una piccola lista degli alimenti più ricchi di vitamina B e che potreste aggiungere alla vostra dieta:

  • lievito di birra;
  • fegato e carne di maiale;
  • riso integrale;
  • grano integrale;
  • legumi e soia;
  • frutta a guscio: nocciole, mandorle, noci;
  • tuorlo d’uovo;
  • tonno;
  • ortaggi verdi freschi;
  • banane e prugne;
  • patate.

Farmaci sì o farmaci no?

Dunque, ve lo abbiamo già detto ma il concetto è di tale importanza che ripetersi, in questo caso, non è mai troppo: durante tutto il periodo della gravidanza è bene evitare l’assunzione di medicinali perché questi potrebbero essere dannosi per la naturale crescita del feto. In caso di influenza, malessere o mal di testa bisogna farsi forza e cercare di sopportare nel limite del possibile oppure trovare un rimedio alternativo che possa farci sentire meglio senza arrecare alcun tipo di problema al nostro bebè. La gravidanza non è certo una malattia ma è comunque un periodo molto delicato per la donna – soprattutto nei primi tre mesi di gestazione – dunque non fatevi alcun problema a fare una domandina in più al vostro ginecologo anche se vi scoccia: timori e paure sono all’ordine del giorno durante le quaranta settimane di gravidanza, e non sapere alcune cose non è certo una vostra mancanza. Detto questo, c’è un solo farmaco che è consigliato durante il periodo di gestazione ed è il paracetamolo, meglio conosciuto come tachipirina. In gravidanza si può assumere ovviamente senza abusarne e sotto stretto consiglio medico. Quindi, in caso di febbre alta o di un mal di testa davvero terribile che vi sta mettendo ko, sappiate che oltre ai rimedi naturali, potete prendere anche una compressa di paracetamolo.

Bracciali agopressione

Il mal di testa, in gravidanza, è una normale conseguenza a tutti quei piccoli malesseri che la gestazione porta con sé: cattiva digestione, mancanza di adeguate ore di sonno, nausea, postura scorretta, mal di schiena. Sono tutti i cambiamenti che il nostro corpo “subisce” quando una nuova vita comincia a crescere dentro di noi e come risposta ci dà questo terribile cerchio alla testa difficile da mandare via. Come fare quindi? Come abbiamo visto, in gravidanza è sconsigliato l’uso di farmaci (a parte la tachipirina che può essere tranquillamente assunta) e quindi è meglio trovare qualche rimedio naturale che ci possa far sentire meglio senza intaccare la normale crescita del feto. Fermo restato che uno stile di vita sano ed equilibrato è sempre la soluzione migliore ( fate attività sportiva, mangiate sano, passate del tempo all’aria aperta e dormite il giusto), in commercio ci sono dei prodotti che ci possono aiutare a “scavalcare” i classici malesseri delle donne incinta (mal di testa, nausea, giramenti di testa): sono i braccialetti agopressione.

Come funzionano? I braccialetti sono un valido aiuto e si possono trovare tranquillamente in vendita in farmacia: sono delle fascette di tessuto ipoallergenico con una pallina in plastica all’interno, che applicano lo stesso principio dell’agopuntura, sollecitando il Punto 6 di pericardio: il punto che si trova a tre dita dalla piega del polso, nella parte interna dell’avambraccio. Ormai la loro efficacia è comprovata da decine di studi scientifici e non hanno alcun tipo di effetto collaterale, le donne incinte infatti, lo possono indossare anche per 8-10 ore consecutive e chi l’ha provato ha riscontrato effetti positivi e una decisa diminuzione delle nausee tipiche della gravidanza.

Leggi anche
Metodo Montessori a casa
5 ottobre 2017 0
Una guida utile e pratica su come utilizzare in metodo Montessori anche a casa. Consigli ed informazioni ...