Protezione solare potrebbe influire con la fertilità del vostro partner

featured-51835

Anche una semplice crema solare potrebbe influire sulla fertilità del tuo partner

Se il vostro partner sta cercando di avere un bambino, è possibile controllare l’etichetta sulla vostra crema solare. Perché secondo un nuovo studio danese, i prodotti chimici per il filtraggio dei raggi UV comunemente utilizzati per le protezioni solari possono influenzare la fertilità del tuo uomo.
Mentre i filtri UV chimici mirano a ridurre la quantità di raggi UV del sole assorbiti dalla vostra pelle, alcuni filtri vengono assorbiti attraverso la pelle quando si spalma la crema. Infatti, prodotti chimici di filtri UV come riferito sono stati trovati nel 95% dei campioni di urina negli Stati Uniti

I ricercatori hanno testato 29 su 31 filtri UV usati nelle creme solari negli Stati Uniti e in Europa su cellule umane sane di sperma da campioni di seme fresco ottenuti da diversi donatori sani. Hanno trovato che 13, o quasi la metà, dei filtri testati hanno indotto afflussi di ioni di calcio nelle cellule dello sperma, che possono bloccare gli spermatozoi e gli impedisce di fecondare con efficacia gli ovuli.

E di questi 13 filtri UV, nove di loro hanno imitato l’effetto del progesterone, che inibiscono il corretto funzionamento delle cellule di sperma. “Questo effetto è incominciato a dosi molto basse di sostanze chimiche, sotto i livelli di alcuni filtri UV trovati nelle persone dopo l’applicazione su tutto il corpo delle protezioni solari,” ha detto il ricercatore dello studio Niels Skakkebaek, M.D. “questi risultati sono preoccupanti e potrebbero spiegare in parte perché la sterilità non compresa è così prevalente.”
Il Dr. Skakkebaek ora sta promuovendo studi clinici per indagare se i filtri UV chimici influiscono sulla fertilità umana. “Il nostro studio suggerisce che le agenzie di regolamentazione dovrebbero dare un’occhiata più da vicino gli effetti dei filtri UV sulla fertilità prima dell’approvazione,”

I filtri da evitare

Nel frattempo, si consiglia di evitare di questi otto filtri UV approvati per l’uso in U.S per creme solari e prodotti come trucco, creme idratanti e balsami per labbra contenenti filtri UV:

  • avobenzone
  • Homosalate
  • meradimate
  • octisalate (noto anche come octil Salicilato)
  • Octinoxate (o octil metossicinnamato)
  • octocrylene
  • oxybenzone (chiamato anche benzofenone-3 o BP-3)
  • padimato O

Adela Actman Becker è una scrittrice freelance, blogger e una mamma.

Visita il suo sito holleeactmanbecker.com per saperne di più e seguila su Twitter a @holleewoodworld.